15set 2019
CANTINA DI CARPI E SORBARA: QUANDO IL LAMBRUSCO È MANTOVANO
Lambrusco Mantovano DOP 946 Corte del Poggio
Articolo di: Fabiano Guatteri

Il Lambrusco Mantovano. La Cantina di Carpi e Sorbara  nasce nel 2012 ma non appare dal nulla. Rappresenta, infatti, l’unione di due realtà storiche locali ossia la Cantina di Carpi, fondata nel 1902 e la Cantina di Sorbara, classe 1923. Dal 1902 a oggi la narrazione enologica ha visto il passaggio da pratiche esclusivamente manuale con ampi margini di errori e di aleatorietà, all’introduzione graduale di metodi di vinificazione e di tecnologie che hanno portato a perfezionare la vinificazione. Anche la viticoltura a sua volta si è evoluta limitando le rese e effettuando vendemmie più mirate in base a una più precisa valutazione del grado zuccherino raggiunto dalle uve.

 

I soci produttori della Cantina di Carpi e Sorbara sono 1200, 2000 gli ettari vitati che si estendono parte nelle province di Modena, Reggio Emilia, Mantova e Bologna. Da qui nascono vini Lambrusco diversamente declinati, uno per ogni occsione, oltre al bianco Pignoletto. I Lambrusco prodotti sono Sorbara, Salamino, Maestri, Marani, Viadanese. Un altro rosso prodotto è Rossissimo da uva ancellotta. 

 

La Cantina di Carpi e Sorbara produce tre linee di vino, premiati, stile e lambrusco superior.

Quest’ultima si compone di tre vini, il Sorbara, il Santa Croce e il Mantovano.

 

Il Lambrusco Mantovano DOP  946 Corte del Poggio ci ha sorpreso per il sapore decisamente secco. 

Prodotto in provincia di Mantova a sud del PO con uve Grappello Ruberti, il ciclo produttivo prevede la pigia-diraspatura e la macerazione del mosto sulle bucce; la massa è quindi trasferita nelle presse pneumatiche per ottenere il mosto di pressatura. Segue la chiarificazione e una lunga fermentazione alcolica a temperatura controllata, con lieviti selezionati. Infine ha luogo la rifermentazione per la presa di spuma. 

 

Nel calice il vino presenta colore rosso rubino carico, quasi impenetrabile, che vira al violaceo. La spuma viola chiara è esuberante, persistente, cremosa, piacevolmente frusciante.

 

Al naso sembra di sentire i profumi della cantina durante la svinatura, ed è un’esultanza di profumi fruttati, piccoli frutti come la mora, il mirtillo nero, il prugnolo, quindi ricordi floreali di viola.

 

In bocca ha un attacco appena morbido per rivelarsi subito dopo decisamente secco senza mediazioni, pulito, armonico, con tannini sottili e levigati, fresco, con fondo quasi amaricante e lunga persistenza.

 

Temperatura di servizio: 12 °C

 

Abbinamenti: cappelli di porcino fritti

 

Nota emozionale: mosto che bolle

1

Articoli Simili
I più letti del mese
STARS COOKING 2017: EVENTO NELL’EVENTO A “CUCINARE
Stars Cooking 2017: evento nell’evento a “Cucinare – Per piacere, per mestiere”  Quest’anno alla fiera di Pordenone (11-14 febbraio) Fabrizio Nonis si “sdoppia” in due arene, con un parterre di chef superstar Dopo le u... Leggi di più
IL NUOVO MILLESIMATO GRAND CRU CHARDONNAY 2008 NICOLAS FEUILLATTE
Nicolas Feuillatte, il terzo Champagne più bevuto al mondo presenta la nuova annata 2008 per il Grand Cru Chardonnay, considerata una grande annata per lo Champagne. Il 2008 è stato contrastante sul piano climatico, a un... Leggi di più
GIUDIZIO UNIVERSALE | UNO SPETTACOLO IMMERSIVO UNICO AL MONDO
All’Auditorium Conciliazione di Roma, ha debuttato lo scorso 15 marzo 2018 il nuovissimo e avvincente Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Stistine Chapel, lo spettacolo prodotto da Artainment W... Leggi di più
LE BICICLETTE PRIMO ART BAR | IL VIDEO KOOL & THE GANG - CELEBRATION
Lanciate da Ugo Fava, Le Biciclette Art Bar & Bistrot, che il prossimo 6 giugno 2018 compiono 20 anni, conservano la stessa irrefrenabile voglia di divertimento di quando hanno inaugurato, nel 1998. Diventate punto di ri... Leggi di più
MARE CULTURALE URBANO: IL ROMANZO DI MARIA LOMBARDI; MAMME DEL MONDO
L’8 marzo di mare culturale urbano: il romanzo di Maria Lombardi e la cucina delle mamme del mondo   Mercoledì 8 marzo mare ​culturale urbano in via G. Gabetti 15 ospita per la Festa della donna due appuntamenti ​in cu... Leggi di più
TENUTA LA CÀ, VINI CHE RACCONTANO IL TERRITORIO DA CUI NASCONO | VINI IDENTITARI
I fratelli Giambenini, Pietro e Aldo, sono due giovani imprenditori impegnati nella conduzione della Tenuta La Cà a Colmasino di Bardolino nel Veronese. Non è che facciano questo lavoro da sempre: vengono da esperienze d... Leggi di più
A MORIMONDO PER LA BEFANA IL FARMERS MARKET DELLA CERTOSA DI PAVIA
Il MEC ossia Mercatino Enogastronomico della Certosa è di nuovo on the road: per la Befana destinazione Morimondo con tutto il meglio della produzione agricola delle colline stese tra le province di Pavia, Milano e Aless... Leggi di più
CONTAMINAZIONI/2: PITTURA E PASTRY-ART IN NOME DELLA DONNA
Da alcuni anni il mondo del food e quello delle produzioni vinicole vengono sempre più spesso abbinati e messi in connessione con altre forme di produzione, comunicazione e arte, perché si è capito che anche produrre un ... Leggi di più
VIDEOINTERVISTA A GINEVRA ESPOSITI, ENOLOGA DI ROCCAPESTA
Videontervista a Ginevra Espositi, Enologa dell’Azienda Agricola Roccapesta  Fra il cielo ed il mare, in una terra spazzata dal vento e scaldata dal sole è dove Alberto Tanzini ha scelto di dare vita al suo sogno.... Leggi di più
NUOVA ILLUMINAZIONE DEL DUOMO | LA MADONNINA IN UNA NUOVA LUCE
Nuova illuminazione degli esterni e delle vetrate del Duomo.   Il Comune informa:  Un nuovo traguardo sul cammino della Veneranda Fabbrica, nel solco di un impegno preso con tutti i milanesi, fedeli e visitatori proven... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.