01feb 2020
ACADÉMIE DU CHAMPAGNE – LA FERMENTAZIONE MALOLATTICA – DEGUSTAZIONE
Académie du Champagne - Masterclass sulla fermentazione malolattica – Le scelte dello Chef de cave -La degustazione
Articolo di: Fabiano Guatteri

Masterclass: le scelte dello Chef de cave – La fermentazione malolattica dello Champagne - L'acido malico.

Introducendo le tre masterclass tenute dall’Académie du Champagne lo scorso anno a Milano all’Hotel Principe di Savoia sulle scelte dello chef de cave, abbiamo accennato qui  al ruolo di promozione e divulgazione del Bureau du Champagne che rappresenta in Italia il CIVC ossia il Comité Interprofessionnel du Vin de Champagne con sede a Epernay in Francia.

 

La prima Masterclass ha avuto per tema i vini di riserva.

 

La seconda Masterclass ha avuto per tema la fermentazione malolattica, ed è stata tenuta da Benoît Villedey, enologo dei Servizi Tecnici del Comité Champagne.

 

Dopo la fermentazione alcolica e prima dell’assemblaggio e della fermentazione in bottiglia lo chef de cave può decidere di sottoporre il vino alla fermentazione malolattica. Compierla o no è una decisione che lo chef de cave assume prendendo in considerazione le uve, valutando vari fattori a cominciare dall’acidità. La tipicità è un criterio di scelta.

 

La fermentazione malolattica è una scelta tecnica; ha cominciato a essere eseguita a partire dagli anni sessanta del secolo scorso. Durante la fermentazione l’acido malico viene trasformato nel più morbido acido lattico e nel corso di questo processo è prodotta CO₂. E’ una fermentazione moto difficile che si effettua quando il vino ha una spiccata acidità (da acido malico, non tartarico). Può avvenire in modo naturale se l’acido malico è presente con almeno 2 g per litro e ph attorno a 3 e si verifica in primavera quando il la temperatura comincia a salire e raggiunge 18-20 °C.

 

Attualmente si esegue in autunno e si effettua per tre motivi:


ridurre l’acidità e aumentare il ph;

 

completare il profilo aromatico con la formazione di nuovi composti;


stabilizzare il vino in quanto l’acido malico è instabile come lo zucchero, mentre l’acido lattico è più stabile e non dà vita a nuove fermentazioni indesiderate.

 

L’acido malico è presente nell’acino con concentrazioni più forti durante l’invaiatura, poi con la maturazione dell’uva comincia a degradarsi sino alla vendemmia. Lo chef de cave, in base anche alla concentrazione dell’acido malico decide quando è il momento più adatto per vendemmiare. In linea di massima più l’annata è calda e minore è la concentrazione di acido malico.

 

Dopo la fermentazione malolattica il vino è più burroso, ha ricordi di brioche, di panna, mentre se non viene effettuata il vino è più fruttato, floreale, con persistenza acida. L’85% degli Champagne ha completato la fermentazione malolattica, il 12 % l’ha svolta solo parzialmente e il 3% non l’ha effettuata

 

Champagne in degustazione

 

Collard-Picard Cuvée Prestige (foto 2)

E’ prodotto con uve chardonnay 50%, pinot nero 25% e meunier provenienti quasi esclusivamente da Grand Cru e Premier Cru. Non è millesimato, la fermentazione alcolica si svolge in botte di legno di rovere così come l’invecchiamento che si protrae per 12-15 mesi in grandi botti di quercia. Non svolge la fermentazione malolattica. La lunga permanenza in legno è una scelta azzardata in quanto la presenza importante di acido malico può innescare fermentazioni indesiderate. Il profilo organolettico è fruttato con sentori di frutta candita grazie all’affinamento, e acidità ben espressa.


Duval-Leroy Femme de Champagne Grand Cru (foto 3)

Da uve chardonnay 80%, pinot nero 20% è uno Champagne non millesimato. Il 15% dell’assemblaggio è vinificato in botti di rovere; l’affinamento sui lieviti ha una durata di 13 anni e un invecchiamento complessivo di 15 anni. Ha svolto una malolattica lunga, senza controllo della temperatura. Alla degustazione svela sentori di brioche, caramello oltre a note burrose, agrumate di limone e mandarino e boisé. Dosaggio 5 g per litro.

 

Lanson Gold Label 2008 (foto 4)
Nasce da pinot nero 53%, chardonnay 47% con fermentazione in botti di rovere; il vino matura da 12 a 15 mesi sempre in botti di rovere. Non effettua la malolattica. Il 2008 è stata un’annata fresca con uve ricche di acido malico. Come nel caso di Collard-Picard Cuvée Prestige, la scelta è stata rischiosa proprio perché la presenza rilevante di acido malico avrebbe potuto generare fermentazioni indesiderate. E’ uno Champagne floreale e fruttato con note di frutta candita, di confettura; in bocca è pieno, complesso, piacevolmente fresco.


Tattinger Millésimé 2013 (foto 5)
E’ prodotto con uve pinot nero 50%, chardonnay 50%, e matura in cantina di 5 anni. Ha eseguito la fermentazione malolattica. La 2013 è stata un’annata particolare con concentrazioni importanti di acido malico, ammorbidito in questo millesimato dalla malolattica. Degustazione: impatto di frutti a polpa banca e sentori agrumati cui si uniscono note floreali, di brioche comunicate dalla malolattica, oltre a riprodurre sensazioni speziate e tostate. In bocca è morbido, intenso, di grande piacevolezza.

1

2

3

4

5

Photo Credits

Photo 1 : Foto di SplitShire da Pixabay
Articoli Simili
I più letti del mese
GICO E CHIC – CHARMING ITALIAN CHEF: IN THE KITCHEN TOUR
GICO e Chic – Charming Italian Chef:  In The Kitchen Tour porta la grande cucina in giro per l’Italia grazie alle attrezzature GICO GICO – Grandi Impianti Cucine torna al fianco di Chic - Charming Ital... Leggi di più
HENDRICK’S GIN CELEBRA LA GIORNATA NAZIONALE DEL GATTO
Qual è la città preferita dai gatti bianchi? Secondo lo studio di Hendrick’s è Torino ad aggiudicarsi il primato. Quanto alla densità di gatti per popolazione? vince Seborga, piccolo borgo sulle colline, vicino ad ... Leggi di più
ARTISTI-NOI, UN GRUPPO ARTISTICO CON LA VOGLIA DI CREARE E DI COMUNICARE
Dopo aver dato spazio alla Pinacoteca di Brera che con l’attuale direzione dialoga con la città più che in passato, vogliamo ora segnalare una realtà viva e motivata. Artisti-noi è un gruppo artistico che vuole dialogare... Leggi di più
ITTI&CO – PESCHERIA CON CUCINA | LOCALE DI PESCE, COTTO E CRUDO MILAN STYLE
A Milano non c’è il mare, ma non manca il pesce, proposto in infinite sfumature, più che in una città rivierasca. Dal chiosco che elabora anche pesce crudo, al ristorante esclusivo la scelta è ben nutrita e non man... Leggi di più
APERITIVO ITALIANO: ROSATO IL MARINETTO DI SERGIO ARCURI
Sta arrivando il caldo e molti vini si prestano benissimo ad essere stappati, in vacanza, in barca, per un aperitivo all'aperto o come abbinamento easy su piatti leggeri di terra e di mare. E allora quali scegliere? Sen... Leggi di più
RHUM TROIS RIVIÈRES 355 ANNI
Il Rhum Agricolo martinicano Trois Rivières presenta al mercato italiano la sua nuova cuvée celebrativa “355 Anni”. “355 Anni” è un Rhum Agricolo bianco che intende ricordare, appunto, i 355 anni della piantagione marti... Leggi di più
LA MELAGRANA, FRUTTO DAI TANTI IMPIEGHI
l melograno è una pianta originaria della Persia diffusasi poi attraverso la via della seta; arrivò presso i Romani dal nord Africa, e venne chiamata “Punica granatum”. In Italia sono coltivate più varietà di melagrane (... Leggi di più
DIEGO ROSSI INTERPRETA L’WELSH LAMB, L’AGNELLO GALLESE IGP
L’Welsh lamb, l’agnello gallese igp, ha caratteristiche proprie, non assimilabili a quelle degli agnelli allevati in altri paesi europei. Gli allevamenti nel Galles sono estensivi e grass feed, ossia i capi si cibano d... Leggi di più
“SEI MIA” UNA RIFLESSIONE SULLA MASCHILITÀ E LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
Aggiornamento 11 marzo L’idea della  serata del 23 marzo risale a più di un anno fa e proviene da un sussulto di coscienza dopo l’ennesimo, efferato omicidio di una donna.  Desidero dire che vi sono due sent... Leggi di più
SAN MARZANO PORTA A MILANO LA VENDEMMIA 2017
San MarzanoSan Marzano storica cantina pugliese porta a Milano la vendemmia 2017: ottima annata, uve sane e quantità in calo. Si è tenuta presso Ceresio 7 la degustazione delle etichette più rappresentative della cantina... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.