06ago 2021
COMI 107, A COMO IL RISTORANTE CHE FA LA DIFFERENZA
Articolo di: Fabiano Guatteri

A distanza di un anno siamo tornati da Comi 107,  il ristorante che il giovane chef Federico Comi ha aperto con la moglie Tiani Taurisiano, di cui abbiamo scritto qui.

 

La Cucina

Come abbiamo già avuto modo di dire, la cucina di Comi 107 si stacca notevolmente dalle formule turistiche in quanto è decisamente di ricerca realizzata con sicurezza grazie alle proprie solide basi tecniche.

 

Un tratto distintivo è dato dall’utilizzo della frutta in alcune preparazioni salate, piccole pennellate che completano il gusto del piatto senza prevaricarlo. La cucina è sfaccettata e comprende contaminazioni gastronomiche sia occidentali, sia orientali. In sala Tiani Taurisiano accoglie gli ospiti con attenta professionalità.

 

Il Menu

 

Prima delle portate del menu, abbiamo provato alcuni amuse-bouche definiti da leggerezza e al tempo stesso completezza di sapore. Gamberi marinati con mousse di avocado e succo di lime e golose crocchette di trippa di baccalà dove il pesce rappresenta una farcia cremosa, fondente (foto 1). E ancora crostini di pan brioche con burro montato e acciughe del Cantabrico.

 

Vorremmo anche dire della bontà del pane, e della focaccetta di grano arso che con il burro diventa irresistibile.

 

2 spaghi - calamaro cotto a bassa temperatura con uova di pesce volante, mela verde, tabasco verde e ostrica (foto 2).
Gli spaghetti di calamaro, ossia la sacca del calamaro tagliata sottile, grazie al tipo di cottura sono piacevolmente morbidi, ed esaltano la consistenza “schioppettante” delle uova di pesce volante. Poi incontriamo la salina croccantezza dell’ostrica Gillardeau e ancora la croccantezza della mela tagliata a dadini che entra con garbo nella coralità dei sapori con una vivace nota asprigna.

 

Sapore di mare - Capasanta arrosto, burrata, mayonese di riccio di mare, riccio, insalata riccia e granita di salicornia (foto 3).
Le intensità del riccio conquistano il palato, ed è una presa in ostaggio di grande piacevolezza, rinfrescata dalle note erbacee dell’insalata e dell’alga. Ma l’ingresso trionfale è quello della capasanta ammantata di una deliziosa crosticina in cui affondare i denti per arrivare alla morbidezza e alla dolcezza del frutto, la noce, dolcezza ripresa dalla succosa burrata. Ed è il sapore dolce di sfondo del piatto che attenua il più intenso e spiccato gusto umami del riccio e della maionese.


Grazie nonna - Ravioli con ripieno di rana pescatrice, salsa di datterino giallo, pomodoro confit leggermente affumicato e cipolla rossa (foto 4).
Il nome anticipa la tradizionalità del piatto, con i ravioli che, grazie a un ripieno nobile e a una rassicurante salsa, appagano il gusto. A ciò si aggiunga la nota di contemporaneità fornita dalle delicate nuance dolci e fumé del pomodoro e dalla croccantezza leggermente pungente della cipolla rossa.


Ventresca di Tonno, Foie Gras e Ciliegie (foto 5).
Lo chef supera sé stesso e se la ciliegia non ci fosse, il piatto non avrebbe la stessa suadenza e la stessa completezza. Foie gras adagiato su tonno condito con ragù di ciliegia: questi tre componenti vanno portati alla bocca congiunti cosicché, chiudendo gli occhi per non perdere una sola sfumatura gustativa, si possa godere di un’esplosione di sapori dove ciascuno valorizza gli altri. Le note ematiche del foie gras si fondono con la sapidità del tonno, e la componente zuccherina della ciliegia addolcisce la traccia amarognola del fegato. Le dominanti note umami e saline, sono ingentilite dalla presenza della ciliegia che conferisce morbidezza e rotondità di sapore, e amplia lo spessore aromatico del piatto.

 

Meringa estiva con crema al limone e frutto della passione (fig 6).
Un guscio di meringa da spezzare con il cucchiaio e aprire come uno scrigno: le note dolci e fresche puliscono il gusto, lo rinfrescano.

 

Abbiamo provato anche un limoncello homemade di grande piacevolezza.

 

Ad accompagnare il menu TM Brut Metodo Classico Tenuta Montemagno, rosé da uve barbera affinato 24 mesi su lieviti per la presa di spuma, sorso teso, verticale, persistente (foto 7). 

 

Nella foto 8 Federico Comi e Tiani Taurisiano

 

Conclusioni
La cucina di Federico Comi è elegante e di grande equilibrio. Dopo un anno di distanza, abbiamo notato che non solo gli elevati standard qualitativi si sono mantenuti, ma avvertiamo una maggiore consapevolezza nell’elaborazione dei piatti. Le tecniche cucinarie si alternano così che lo chef modella forme e sapori plasmando le materie prime per raggiungere le sfumature gustative che vuole comunicare. E sono sfumature da cogliere perché fanno parte della stilistica dello chef: sorsi di sapore che sostengono l’ingrediente, o gli ingredienti, principale. L’attenzione per i sapori, a volte concordanti, altre volte in contrasto, non solo valorizzano la percezione gustativa delle portate, ma ne esaltano anche la godibilità grazie all’attenzione per le consistenze.

1

2

3

4

5

6

7

8

Indirizzo : Via Borgo Vico 107 Como
Telefono : 0312495982
Articoli Simili
I più letti del mese
SERATA GOURMET DEL RISTORANTE ACANTO CON I VINI ROCCA DEL FRASSINELLO
Nuovo appuntamento con le Serate Gourmet del ristorante Acanto: mercoledì 22 novembre è di scena la prestigiosa cantina toscana Rocca di Frassinello.
Il progetto Rocca di Frassinello è nato da un’idea molto semplic... Leggi di più
AL MUSEO D’ARTE MENDRISIO IN MOSTRA LE OPERE DELLA SCULTRICE FRANCA GHITTI
Il Museo d’Arte Mendrisio (CH) ha dato il via al programma di primavera con la mostra Franca Ghitti scultrice, dedicata alle opere scultoree di questa artista nata in Val Camonica, a cura di Barbara Paltenghi Malac... Leggi di più
ACCIUGHE DEL MAR CANTABRICO SALATE SOTT’OLIO
TÀSCARO, A MILANO È UN ATTO D’AMORE
Sandra ha realizzato Tàscaro per lei e suo padre, ma ancheper raccontare la sua regione d'origine e soprattutto la cucina veneziana, per ricordare la nonna paterna Edera che oggi è comunque con lei in tutte le piccole ed... Leggi di più
GIOVEDÌ 13 LUGLIO: ROSMARINO FREGENE-FISH SOUND SYSTEM
Don Pasta e Pasquale Torrente straordinariamente insieme per una serata – spettacolo sulla spiaggia di Rosmarino Fregene
Vinili vs Padelle... 
Alici vs Polpi...Otranto vs Cetara a Fregene.. 

Giovedì 13 luglio, DON... Leggi di più
TRA BOBBIO E CASTELL’ARQUATO, LA POMPEI DEL NORD | TRA BALENE E VINO
Bobbio di cultura, Castell’Arquato la Pompei del Nord, e ovunque il buon vino. Castell’Arquato, la Pompei del Nord, dove sono stariritrovati reperti fossili di Alee e rinoceronti, ed è terra di buon vino.   ... Leggi di più
LE FOTO DEI PIÙ BEI GIARDINI DEL MONDO NEL QUADRILATERO DELLA MODA
Si possono ammirare ancora per qualche giorno le belle grandi foto di Gardenology la mostra fotografica en plein air dei più bei giardini italiani e internazionali che ha anticipato Orticola (di cui abbiamo scritto qui) ... Leggi di più
RIBOTTA VIGNA DU BERTIN CARLOFORTE, LA STORIA DI UNA TERRA
E’ quasi mezzogiorno, il terreno pietroso e argilloso è stato preparato per la vigna con un lavoro faticoso per la quantità di massi mischiati superficialmente e in profondità.Ora la vigna pettinata, figura come un... Leggi di più
ANTEPRIMA GUIDA VINI D’ITALIA 2021 GAMBERO ROSSO A MILANO
Sicuramente un segnale che stuzzica la voglia di ripartire, il tour wine tasting di Gambero Rosso “Anteprima Guida Vini d’Italia 2021” che debutta anche a Milano, il 14 settembre, con il coinvolgimento ... Leggi di più
BOB IL SAPERE DEL BERE MISCELATO: LA DRINK LIST
Aggiornamento febbraio 2021   Empathy è la nuova drink list di Bob che rappresenta una svolta più intima e ancor più sofisticata, (forse generata dalla attuale situazione attuale che sta cambiando così tanto le abitudi... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.