07nov 2014
Emanuele Bonati, food blogger
Articolo di: Fabiano Guatteri

Biografia

Emanuele Bonati lavora da una quarantina d'anni nell'editoria cartacea e multimediale, è blogger di BlogVs.it, e si occupa di CibVs.com, sito che raccogliendo gli articoli di tantissimi blogger e food-writer italiani propone un quadro sempre aggiornato della rete.

ph by Bruno Cordioli br1dotcom

 

12 Tweet Interview

1
L’errore imperdonabile nel galateo
Tutto quello che è mancanza di attenzione verso il prossimo: dall'uso eccessivo del cellulare a tavola, al non dare precedenza alle signore.
2
L’errore imperdonabile in cucina
La ricerca fine a se stessa, l'accumulo enciclopedico di ingredienti su un classico, l'innovare a caso per il gusto di farlo.
3
L’ingrediente da celebrare
Ancora, e sempre, il riso: in tutte le sue forme e varietà, in tutte le ricette e varianti.
4
La musica diffusa che ti piacerebbe in un ristorante
Ogni ristorante ha una sua personalità, che è quella dello chef e del menù e dell'ambiente, e dovrebbe avere una sua musica: mi piacerebbe.
5
Il luogo più romantico a Milano in cui portare il/la partner
Le stradine del centro, la Milano romana, i parchi: Milano è un grande palcoscenico romantico, da Villa Necchi Campiglio a via Lincoln.
6
l personaggio milanese che inviteresti a cena
La Melato, Tecoppa/Mazzarella, Tino Carraro, la Milly: una tavolata per il mio lato plateale, per guardare avanti "sulle spalle dei giganti".
7
Il punto debole di Milano
I Milanesi.
8
Il punto forte di Milano
I Milanesi.
9
Il museo che a Milano ancora non c’è
Forse un museo dell'industria alimentare, che racconti la storia delle grandi industrie del nostro territorio, sul modello del Museo Campari a Sesto.
10
Un suggerimento al sindaco
Comunicare con la città, spiegare meglio il senso di interventi e provvedimenti, rispondere ai cittadini – dire cose di sinistra a chi l'ha votato per questo.
11
La tua città preferita
Milano – si può?
12
Un motto su misura per te
Esco, vedo gente, mangio cose. E lavoro, scrivo, parlo, leggo, intervengo, partecipo, ci sono. Vivo.
. . .
Tu e Milano
A me mi piace Milano. Non mi vedo in nessun altro posto, almeno adesso: qualche giorno, qualche tempo, qualche mese posso anche pensarmi altrove, ma io sono e resto Milano. Mi piaceva quando da ragazzino andavo in giro in tram a scoprirla; mi piaceva via Luisa Battistotti Sassi, patriota, la mia prima casa, l'edicola al di là della strada, il balcone lungo coi pupazzini di neve a Natale; mi piaceva guardare la Madonnina dalla terrazza della zia Wanda in Montenapoleone, mi piaceva girare a fare le commessioni per la sua sartoria, mi piaceva andare con la nonna Adalgisa a fare la spesa dal Salumaio o dall'ortolano. Mi piaceva la nebbia, che davvero non si vedeva a un palmo dal naso. Mi piace Milano nelle sere di giugno, l'aria tersa e limpida dei voli di rondini, il cielo di Milano che è il cielo di Lombardia, "così bello quando è bello". Mi piace alzare il naso e scoprire qualcosa di mai notato prima. Mi piace girare a caso, incontrare posti nuovi e ricordare i posti vecchi che c'erano lì una volta. Mi piacciono le magnolie che fioriscono per prime in primavera. Mi piacciono i parchi e i giardini, e i bambini che corrono e gridano, e quelli che giocano nei cortili. Mi piace la Milano della cultura, del Milanin Milanon, del Bertolazzi del Tessa del Porta del Manzoni del Berchet (il poeta, ma anche il mio liceo). Dei musei, dei teatri, delle notti bianche, della moda, del design, dell'arte. Della Scala. Mi piace la Milano che balla, salsa e merengue come me le ha insegnate Anita, che canta. Mi piace la MIlano del food, che accoglie tante cucine diverse e le fa sue, che offre tante diverse esperienze, di tutti i tipi, per tutte le tasche. Mi piace la Milano "buona", benefica, l'Opera di San Francesco, Ruben. Mi piacciono i Milanesi – Imbruttiti, e spurii, e ariosi. E i Milanesi "Terroni", che ci hanno arricchito in tutti i sensi. Milan l'è un gran Milan, col coeur in man, o mia bela Madonina, Stramilano, esse ti erre a emme i elle a enne o.

1

Articoli Simili
I più letti del mese
CON IL PANETTONE DI FILIPPI PER L’AUTUNNO DI NEFF
Negli spazi di Neff a Milano per scoprire le novità della Pasticceria Filippi per il Natale 2020   Sembrava tutto magicamente concertato: il primo freddo su Milano, un pomeriggio di piacevoli incontri in uno spazio mag... Leggi di più
IL BERGAMOTTO, BUONO E SALUTARE, INTERPRETATO DALLO CHEF DAVIDE OLDANI
Arriva sugli scaffali una nuova proposta di Citrus – L’orto italiano: il bergamotto, la storia e una ricettaIl bergamotto interpretato dallo chef Davide Oldani. Due frutti di bergamotto, foglie di alloro ed u... Leggi di più
CRUDO E COTTO DI GAMBERI E CALAMARI AL DRY MISO
OFFICINA DESIGN CAFÈ: MANGIARE AL MUSEO A MILANO
Nella capitale mondiale del design e della moda non poteva mancare un’accogliente location che avrebbe potuto lanciare uno slogan come “mangiare al museo a Milano”. Un posto che trabocca di richiami all... Leggi di più
EUGENIO BOER APRE bu:r, IL SUO NUOVO RISTORANTE MILANESE
I fan di Eugenio Boer (foto 2), dalla sua uscita dalla scena ristorativa milanese dello scorso novembre dopo l’acquisizione della stella Michelin presso il ristorante Essenza, volevano sue nuove. Ma le notizie non ... Leggi di più
HA APERTO BERBERÉ MILANO COLONNE: PIZZE SHARING E BIRRE MIKKELLER
Berberè è una miscela di spezie delle cucine etiope ed eritrea, ma Berberè a Milano è soprattutto il nome di una pizzeria, o meglio, di quattro pizzerie, la quarta Berberè Milano Colonne, or ora inaugurata, che si sono f... Leggi di più
CINQUE NUOVI RISTORANTI PER LA 35ESIMA ASSEMBLEA ANNUALE LE SOSTE
Le Soste quest’anno è arrivata a quota ottantacinque, rappresentando i migliori ristoranti di cucina italiana nel nostro Paese e nel Mondo. L’idea originaria prese forma nel 1982 durante una cena tra ristoratori amici: a... Leggi di più
PINOT NERO RISERVA 110 NOIR LA GENISIA TORREVILLA UN ROSSO IN DIVENIRE
Torrevilla è una realtà vitivinicola cooperativa dell’Oltrepò pavese fondata nel 1907 che conta 600 ettari di terreno vitato e ha a suo attivo 200 soci. Negli ultimi anni ha realizzato La Genisia che rappresenta la... Leggi di più
DOVE UN TEMPO C’ERA UN CASTELLO | PODERE CASALE
Il Gutturnio è stato il primo vino piacentino a ricevere la denominazione di origine controllata.  Abbiano scoperto la versione di Podere Casale.  Un vino di carattere, di piacevolissima beva. Si produce anche, solo in ... Leggi di più
I PIATTI BELLA CIAO DEGLI CHEF CHE AUGURANO “BUONA LIBERAZIONE”
Un evento che esalta la libertà, accompagnato da “Bella ciao” - esempio di “inno alla libertà universale”, disse il bavarese che qualche settimana fa ne organizzò una pubblica rappresentazione per... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.