13gen 2019
LA GENISIA TORREVILLA: PARTIAMO DALLE BASI | UNA NUOVA LINEA PRODUTTIVA
Articolo di: Fabiano Guatteri

E’ sicuramente un’esperienza non comune degustare le basi di un vino ancor prima di assaggiarlo.
Ma cosa sono le basi? Alla produzione di alcuni spumanti, ma non solo, possono concorrere più vini con caratteristiche diverse, ottenuti dalle uve di altrettanti vigneti. Le differenze tra vigneto e vigneto sono date dalla diversità di esposizione, altitudine, microclima, terreno, differenze che conferiscono alle uve caratteristiche specifiche.

 

E’ compito dell’enologo miscelare questi vini in modo da ottenere una cuvée armonica in base all’ acidità, ph, alcolicità, grado zuccherino. L’enologo, inoltre, secondo i vini che ha a disposizione, può decidere che alcuni di questi sono adatti a produzioni da consumare a breve o medio periodo, mentre altri da destinare all’invecchiamento.

 

Ciò per dire che in visita alla Cooperativa di Produttori Torrevilla,  nell’Oltrepò Pavese, interessati i vini della linea La Genisia, che rappresenta il top di gamma della cantina (ne parleremo presto in una seconda puntata), abbiamo degustato sei basi di Pinot Nero (video 2) di diversi vigneti e gruppi di vigneti, destinate alla spumantizzazione. A condurla il prof. Leonardo Valenti, agronomo, enologo, docente universitario nonché winemaker della cantina Torrevilla.

 

Valenti ha spiegato che i vini in degustazione provenienti da diversi vigneti e nati dalla scorsa vendemmia non sono ovviamente ancora pronti per il consumo: alcuni mostrano sufficiente morbidezza per essere commercializzati a breve, altri invece hanno acidità segnatamente spiccata da richiedere un affinamento più lungo. Pertanto i vini dotati di bassa acidità e di elevato ph si destineranno a spumanti da consumare nel breve-medio periodo; viceversa se i vini posseggono acidità elevata e ph basso si riserveranno a cuvée per etichette longeve.


Le sei basi degustate (foto 3) sono state prodotte con uve vendemmiate dal 10 di agosto al 10 di settembre; le prime due, da vigneti di altitudini medio basse, hanno bassa acidità e gradevole impatto gustativo e si coglie una nota salina. Sono entrambi adatti alla produzione di spumanti da stappare giovani, prodotti con il metodo Classico o Charmat. Nelle basi 3 e 4, l’acidità è più marcata così come l’acido malico; sono vini che stimolano la salivazione, adatti a entrare nella cuvée di spumanti di medio invecchiamento e del Cruasé. Le basi 5 e 6, dagli appezzamenti di altitudine maggiormente elevata, hanno ph più basso e acidità aggressiva ed evidenziano una buona spalla polifenolica. Sono vini che saranno impiegati per la produzione del Metodo Classico La Genisia Riserva 110 Pinot Nero Nature.

 

Ma veniamo alla maison di cui parleremo nella prossima puntata. Torrevilla è una cooperativa che negli ultimi anni ha cambiato la propria filosofia produttiva con la creazione della linea La Genisia che ha per mission la qualità. Tutti i vigneti sono stati mappati e la cantina stabilisce le date della vendemmia dei circa 200 soci. Una Cooperativa come Torrevilla gode di un indubbio vantaggio rispetto a un produttore privato. Ciò perché dispone di 600 ettari di vigneto che consentono di poter scegliere tra un ampio numero di parcelle selezionando per i vini di alta gamma quelle più vocate. Tanto materiale permette all’enologo di creare cuvée utilizzando un rilevante numero di vini base alla ricerca della qualità assoluta. L’attuale direttore Gabriele Picchi ha dato nuovo impulso alla cantina e il presidente Massimo Barbieri è sulla stessa lunghezza d’onda.

 

Alla degustazione ha fatto seguito un pranzo di forte connotazione ultrapadana firmato da Laura Marchesi  (nella foto 4 il risotto alla vogherese) dove tra gli altri sono stati serviti La Genisia Riserva 110 Pinot Nero Nature (foto 5); la presa di spuma avviene in 36 mesi, e il vino possiede colore giallo paglierino con riflessi dorati; al naso si colgono sentori fruttati accompagnati da note agrumate. In bocca è secco, pulito, rivela ricchezza polifenolica, buona spalla acida e persistenza.

 

La Genisia Riserva Pinot Nero Noir (foto 6) è un vino rosso fermo, proposto in diverse annate; affina 12 mesi in barrique di rovere. Possiede colore rubino con riflessi violacei; il profumo ricorda piccoli frutti quali ribes, mirtilli e fondo speziato; in bocca è morbido, ricco, suadente, di piacevole freschezza con tannini soffici. (nella foto 7 i vini serviti).

 

Della storia della Cooperativa Torrevilla e dei suoi vini parleremo a breve in una seconda puntata.

1

2

3

4

5

6

7

Articoli Simili
I più letti del mese
LE BACCHE FREDDE DEL SUD
Il Sud Italia non è solo terra di sole e mare, di tuffi infiniti tra vento caldo e brezza marina, nel profondo si nascondono zone impavide, di difficile conduzione, dove la coltura diventa imprevedibile perché bersagliat... Leggi di più
CARPACCIO DI CALAMARO
Tagliolini con gamberi e carciofi alle due cotture
UN 2016 RICCO DI PREMI PER LA CANTINA CONTE COLLALTO
Dal Concours de Bruxelles al Merano Wine Festival fino alla lusinghiera valutazione del prestigioso Wine Spectator, un bilancio più che positivo per il marchio di Susegana che diventa ancora più internazionale.   Un 20... Leggi di più
WORLD’S BEST GELATO FLAVOR IL MIGLIOR GUSTO DI GELATO AL MONDO
Il miglior gusto di gelato al mondo: in anteprima assoluta, ecco i 36 gusti di gelato che si contenderanno il titolo a Rimini, nel gran finale del Gelato World Tour (8-10 settembre) Arrivano da 4 continenti e 19 nazioni... Leggi di più
INTRAPPOLA.TO | IL GIOCO DI FUGA TUTTO ITALIANO… E NON SOLO!
Intrappola.to è stata la prima Escape Room a sbarcare in Italia, nel 2015. La prima stanza ha aperto a Torino nel maggio 2015 e in pochi mesi il gioco, subito virale sui social e amatissimo dai Millenials, ha saputo tras... Leggi di più
GUIDA VINIPLUS 2019 | QUAL È LO STATO DI SALUTE DELL'ENOLOGIA LOMBARDA?
Viniplus, la Guida delle produzioni vinicole di qualità lombarde pubblicata all’Associazione Italiana Sommelier della Lombardia, è giunta alla XIII edizione. La Guida documenta, anno dopo anno, l’evoluzione d... Leggi di più
APPUNTI DI VIAGGIO: OSTRICHE INDIMENTICABILI
Nonostante fosse marzo il vento era molto freddo e il mare, grigio, diventava in alcuni momenti particolarmente minaccioso. Quel giorno, mi dissero, nessuna barca era uscita dal porticciolo di Saint-Malo. Eppure c’... Leggi di più
IL DONNA MARTA 2012 PREMIATO DA VINIPLUS 2018
Un altro importante riconoscimento per la Tenuta Le Mojole  arriva dopo Berlino, Bruxelles e Londra: la guida Viniplus 2018 della Associazione Italiana Sommelier assegna infatti 4 Rose Camune al Donna Marta Rosso 2012. U... Leggi di più
BAROLOBRUNELLO: 18 E 19 NOVEMBRE A MILANO
Girotondo divino a barolobrunello 18 e 19 novembre, Officine del volo. Si avvicina sempre di più l’appuntamento con barolobrunello, il girotondo del vino ideato dalla pazza squadra di WineZone. Sabato 18 dalle ore ... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.