14gen 2021
IL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ CONTE DEGLI AZZONI: LA SOSTENIBILITÀ NEI FATTI
Articolo di: Fabiano Guatteri

Sostenibilità è un termine che ormai incontriamo quotidianamente. Ma cosa significhi, al di là di un generico assunto ambientalista, non sempre chiaro. Sono molti i sedicenti sostenitori della sostenibilità, ma se si passa dalle parole ai fatti, la platea si desertifica.

 

Valperto degli Azzoni Avogadro, in rappresentanza del Gruppo Degli Azzoni presente in Italia con Conte Aldobrando (Toscana), Conti degli Azzoni (Marche), Conti Riccati (Veneto), e più recentemente con LeVide (Trentino), in un incontro con la stampa su piattaforma zoom di cui abbiamo scritto qui,  in merito è molto chiaro. Chiarisce che gli fa sempre paura parlare di sostenibilità perché questo argomento si può affrontare in modo proficuo oppure solo a parole in quanto attualmente è qualificante pronunciare quella parola magica. Racconta il percorso seguito dalla sua azienda Conti degli Azzoni. Tutto nacque una decina di anni come illustrò in un precedente incontro (cliccare qui):

 

“Dieci anni fa siamo partiti con il progetto Bilancio di Sostenibilità per stabilire quanto l’azienda nella sua attività incide sull’ambente inquinandolo o eliminando, la CO2 e nel bilancio si descrivono quelli che possono essere i processi virtuosi che servono per migliorarsi. Quando siamo partiti erano poche le aziende del vino che lo redigevano. In Italia su questo tema siamo indietro, tant’è che a spiegarlo, a comunicarlo, talvolta facciamo un po’ di fatica, però ho la sensazione che quello sarà il futuro. Noi siamo partiti con il Bilancio di Sostenibilità quando sono venuti a trovarci in azienda alcuni degli importatori danesi e che ci hanno fatto un audit. Noi pensavamo che fosse sui processi produttivi, invece ci hanno chiesto quanta acqua consumassimo, come smaltissimo i rifiuti, quanta elettricità consumassimo e da dove arrivasse, ossia quanto incidessimo sull’ambiente con la nostra attività, e da lì che è abbiamo deciso di redigere il Bilancio".

 

Contemporaneamente l’Azienda si è accorta che in alcuni mercati esteri vi è molta attenzione per la sostenibilità, a partire dalla bottiglia di vetro: in Canada multano il produttore se la bottiglia pesa più di 420 grammi ciò perché se è pesante significa che è stata impiegata più CO2 per produrla e occorrerà più CO2 per smaltirla. Per cui l’idea è di multare chi inquina di più.

 

Da questi fatti l’azienda è partita chiedendosi quanto incidesse nelle proprie lavorazioni sull’ambiente. Ed è stato molto gratificante verificare che in un anno l’attività della Conti degli Azzoni agisce sull’ambiente come se fosse un bosco di 300 ettari in merito alla quantità di CO2 sequestrata all’ambiente. E’ questo per l’azienda è un punto di partenza. Con il bilancio di sostenibilità si nsataura un circolo virtuoso: si cerca di evolvere ed è stimolante ogni volta fare qualcosa di meglio.

 

Monica Maurino di Network Advisory  che ha collaborato all’elaborazione del Bilancio di Sostenibilità della Conti degli Azzoni, spiega che il bilancio non è altro che uno strumento materiale, e consiste ogni anno nella rendicontazione della sostenibilità. Parlare di sostenibilità è semplice, si fa a volte in maniera superficiale, ma è un argomento molto complesso e complessa è la rendicontazione perché per realizzarla occorrono evidenze scientifiche, e non sono chiacchiere. L‘azienda ha investito nelle tre direttrici principali della sostenibilità che è fatta di persone, di ambiente e ha un aspetto economico.

 

L’azienda nel percorso intrapreso è a un buon punto anche perché misura nel bilancio la sua impronta carbonica con tanto di evidenza scientifica. Il bilancio coinvolge l’azienda al completo. La rendicontazione riguarda le componenti fondamentali dell’ambiente, studia il prodotto dall’inizio alla fine e allo stesso modo studia l’azienda in tutto il processo produttivo. La rendicontazione riguarda quindi il consumo di energia, di acqua, i rifiuti.
Rispetto al paragone con il bosco, Monica Maurino ricorda che il dato viene dal calcolo dell’impronta carbonica: l’emissione di CO2 nelle lavorazioni della Conte degli Azzoni è inferiore a quella che sequestra il proprio terreno coltivato, e la filiera produttiva, pertanto è in credito nei confronti dell’ambente.
Nel Bilancio di Sostenibilità è inluso anche il Bilancio Sociale. Valperto degli Azzoni lo esemplifica con una domanda e cioè “perché un dipendente, a parità di stipendio, preferisce lavorare in un’azienda piuttosto che in un’altra? Perché trova dei benefici, una realizzazione che va al di là della parte economica. L’aspetto sociale all’estero è molto studiato e piano piano sta prendendo piede anche in Italia”.


Per la sua Azienda è fondamentale la valorizzazione della persona, il rispetto, il dialogo e il rapporto di collaborazione. Andare incontro a chi lavora in modo che il dipendente si possa realizzare permette anche all’azienda di risolvere eventuali problemi esistenti. Valperto degli Azzoni in conclusione ricorda che se chi lavora si sente realizzato, è un investimento per tutti: per il dipendente perché lavora meglio, e per l’azienda perché il ldipendente rende molto di più.

1

Articoli Simili
I più letti del mese
DEGUSTAZIONE CON IL PRODUTTORE: E’SSENZA OTTOSECOLI CONTE GUICCIARDINI
E’Ssenza Ottosecoli in breve (foto 1 e 2)E’ prodotto con uve sangiovese 100% della Tenuta del Castello di Poppiano che è la zona storica della famiglia Guicciardini. Nasce nella vendemmia 2019, forse la migli... Leggi di più
LA FINESTRA SUL CORTILE | SCORCI DI COLLEZIONI PRIVATE ALLA GAM
 Si potrà visitare fino al 26 febbraio 2017 la mostra “La finestra sul cortile” che si snoda all’interno della GAM, Galleria d'Arte Moderna, e che mette a confronto il tema del collezionismo privato attraverso un dialogo... Leggi di più
LE DONNE DEL VINO SI PREPARANO ALLA LORO FESTA NAZIONALE
La giornata della donna si avvicina così come la Festa nazionale delle Donne del Vino che coinciderà con l’8 marzo.Le Donne del Vino pongono come centralità della giornata la vite quale simbolo di rinascita, di sos... Leggi di più
ZAFFERANO APRE UNO SHOWROOM A MILANO
Zafferano è un nome che tutti gli wine lover conoscono in quanto se si degusta un vino in un suo calice il piacere aumenta. Però Zafferano non è solo calici e bicchieri.   Per scoprirlo non resta che andare a visitare ... Leggi di più
TALKIN’GUCCINI - DI AMORE,DI MORTE E ALTRE SCIOCCHEZZE
Tieffe Teatro Milano con il sostegno di Regione Lombardia – Progetto NEXT 2015 inserito nel progetto Area M, al Teatro Menotti  presenta TALKIN’ GUCCINI di amore, di morte e altre sciocchezze racconto teatra... Leggi di più
WALTER DI GEMMA: AVERE IL SENSO DELLO STATO IN UNO STATO CHE FA SENSO
Walter Di Gemma, cantautore e cabarettista milanese che abbiamo  inervistato qui, presenterà il suo nuovo cd “CIELI E PIUME” |  domenica 20 maggio – ore 16 presso il Teatro Oscar. Lo spettacolo “... Leggi di più
TORINO FILM FESTIVAL: VIAGGIO NELLA CITTÀ DEL CINEMA
Cinefilo, giovane, sperimentale, il Torino Film Festival è da 34 anni l'occasione migliore per conoscere la produzione internazionale più all'avanguardia, i film indipendenti e d'essai, e quelli dei paesi extraeuropei ch... Leggi di più
CIRCO LUCE, IL CIRCO IN UNA SCATOLA, ANZI DUE: IL 6 MAGGIO A MILANO
Circo Luce. “Saltando da un lato all’altro della scena, Giuanin inizia il viaggio della sua fantasia spiluccando grappoli di chicchi d'uva così grandi da far impallidire il più ingordo lillipuzziano, mangiando torte mult... Leggi di più
MOËT & CHANDON CHAMPAGNE DELLA 75° EDIZIONE DEI GOLDEN GLOBE AWARDS
Moët & Chandon, lo champagne del glamour e del successo dal 1743, ha celebrato le star e i registi più importanti di Hollywood come champagne ufficiale dei Golden Globe Awards per il 27° anno consecutivo, a Los Angeles. ... Leggi di più
CENA BENEFICA AL PRINCIPE DI SAVOIA PREPARATA DA 10 GRANDI CHEF
La primavera, a Milano, arriva anche con un Charity Dinner, quello a favore dei progetti che Azione contro la Fame ha in essere in oltre 50 paesi in tutto il mondo, e tutti finalizzati alla lotta contro la malnutrizione.... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.