21dic 2018
IL PANETTONE: DA UN’ ANTICA LEGGENDA AL LUSSO CONTEMPORANEO
Articolo di: Laura Biffi

La leggenda narra che durante un Natale sul finire del 1400 nel Castello Sforzesco di Milano, il Duca Ludovico Maria Sforza detto “Il Moro” intrattenesse insieme alla consorte Beatrice d’Este i suoi ospiti con un sontuoso banchetto natalizio ricordato per la ricchezza delle innumerevoli portate. Nella sala delle feste, la corte riunita per l’occasione assisteva tra un servizio e l’altro a giochi, spettacoli, danze e musiche, lo scalco dirigeva sapientemente coppieri e trincianti nel servizio, mentre nelle cucine, credenzieri e cuochi plasmavano prelibatezze a pieno ritmo. Solo in pasticceria regnava lo sconforto, i dolci in forno erano bruciati e il pasticcere era nella più totale disperazione: l’assenza del dolce avrebbe infatti compromesso la buona riuscita del pranzo di Natale e creato un enorme imbarazzo ai Duchi di Milano davanti ai loro ospiti. ( foto 1 ). La fortuna volle che su una credenza il giovane aiutante Toni avesse lasciato un pane arricchito con uvette e scorza d’arancia candita che egli stesso aveva cotto, si decise quindi di servire proprio quel pane che profumava di burro e dolcezze. I Duchi di Milano apprezzarono la novità del dolce inconsueto e chiesero chi avesse preparato quella bontà, la risposta arrivò immediata: “E’ il pan del Toni “. Così è nato il panettone.


Oggi il livello di qualità del panettone è altissimo e gli eventi che lo celebrano come il re dolce della tavola delle feste sono numerosi, a Milano ben tre negli ultimi due mesi (Re Panettone, i Maestri del Panettone e gli Artisti del Panettone), a cui si aggiunge il panettone artistico al cioccolato di 332 kg e 150 cm di altezza del maître chocolatier Davide Comaschi. Certificato dalla commissione del Guinness dei Primati come il più grande panettone del mondo è stato presentato con grande stupore del pubblico per dimensioni e decorazioni in Galleria Vittorio Emanuele lo scorso 16 dicembre. 


Tra le molteplici offerte dei migliori pasticceri italiani (di cui abbiamo parlato qui) abbiamo selezionato una rosa ristrettissima di panettoni di lusso, degni della tavola di un re per eleganza nel gusto o decorazioni :

 

Sal De Riso: Salvatore de Riso, ha creato Oro Puro, il lusso per eccellenza, richiesto anche dai Principi del Quatar, è un panettone al cioccolato farcito con una crema di finissimo fondente Sur del Lago al 72%, proveniente da piantagioni selezionate della miglior area di produzione del Venezuela di Domori e interamente ricoperto di foglia d’oro (foto 2).


Marchesi 1824: una delle migliori pasticcerie storiche di Milano che sin dal 1824 ha fatto del suo panettone un vanto, oggi coadiuvata dal pluripremiato pastry chef Diego Crosara propone oltre al panettone classico, dei meravigliosi panettoni con ingredienti di altissima qualità, sinonimo di assoluta eleganza e decorati a mano da esperti pasticceri. I sofisticati decori sono frutto di un’attenta ricerca che trae ispirazione dall’architettura e dai ricami dei primi del ‘900 ( foto 3,4,5 ).

 

Knam: Ernst Knam stupisce con il suo Knamettone, prodotto tutti gli anni ma ogni volta diverso, in edizione limitata e numerata è un capolavoro di cioccolato, a base di fondente Perù Pachiza al 70% presente sia nell’impasto che nella copertura è arricchito con pere semi candite e mandorle sabbiate ( foto 6 ).

 

Ivan & Masa: un sodalizio artistico-culinario basato sulla raffinatezza del gusto, l’eleganza e l’originalità nel decoro frutto dell’armonia tra la cultura gastronomica orientale e quella occidentale fa di Ivan & Masa una delle eccellenze gastronomiche del panorama milanese. Il loro panettone classico è arricchito con scaglie di cioccolato Belga Callebaut al 70%, castagne, scorze di arancia candite al naturale e i profumi del Natale: cannella, noce moscata, zenzero e vaniglia del Madagascar . Il Colompane è impreziosito da mandorle tostate e pistacchi freschi del Mediterraneo, estratto naturale biologico di fior d’arancio, morbide albicocche confites e zenzero ( foto 7 ).


Armani/Dolci : la Maison di moda Armani presenta nella sua raffinata collezione di dolcezze per il Natale 2018 dei panettoni custoditi in un’esclusiva cappelliera avvolta da carta rosso acceso con riflessi metallizzati tono su tono. A completare l’elegante packaging un nastro gros grain con il logo Armani/Dolci in oro. Realizzati con un lievito madre selezionato da un ceppo fermentato negli anni Trenta, che garantisce un aroma unico e lunga freschezza, ingredienti di altissima qualità come le scorze d’arancia Navel candite di Sibari, i cedri Diamante e la vaniglia del Madagascar i panettoni per il Natale 2018 di Armani/Dolci sono proposti nella versione classica o con pere candite e gocce di cioccolato sia nel classico formato da 1 kg sia in quello da 100 grammi (foto 8).

1

2

3

4

5

6

7

8

Photo Credits

Photo 6 : Francesco Mion
Articoli Simili
I più letti del mese
IL PERCHÉ DELLE ALBICOCCHE, FRUTTA DA NON SOTTOVALUTARE
Le albicocche sono frutti che ci accompagnano da tarda primavera sino a un buon tratto d’estate. Il colore giallo caldo che vira all’aranciato talvolta screziato o punteggiato di rosso è sicuramente invitante. Se raccolt... Leggi di più
ARCHITECTSPARTY 2017 GLI APERITIVI NEGLI STUDI DI ARCHITETTURA TORNANO A MILANO
ArchitectsParty 2017 gli aperitivi negli studi di architettura in Italia e in Europa tornano a Milano dal 21 al 23 giugno  Dal 21 al 23 giugno tornano a Milano gli ArchitectsParty, gli aperitivi negli studi di architett... Leggi di più
RITORNA PER UNA SERA A MILANO IL FILM CULT FREAKS
Ritorna a grandissima richiesta, solo il 24 luglio alle ore 21.30, Freaks, uno dei più famosi cult movie della storia del cinema. Un film controverso che quando uscì, nel 1932, scatenò aspri dibattiti e ancora oggi non m... Leggi di più
COLLIO MERLOT RUSSIZ SUPERIORE 2012
L’Azienda Russiz Superiore dal 1956 ha sede a Capriva del Friuli, nel Goriziano, anno in cui Marco Fellluga la fondò. Il padre Giovanni si era trasferito in Friuli negli anni Trenta, proveniente dall’Istria dove la famig... Leggi di più
MOSCATO ZEBO, TERRE SICILIANE INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA
Soprattutto d’estate un aperitivo fresco, petillant, fruttato, dolce senza essere stucchevole ci mette nell’umore giusto per cominciare al meglio la serata. Zebo è un vino bianco aromatico che riproduce al me... Leggi di più
BRUNO QUERCI ENERGICOFORMA ALLA GALLERIA “A ARTE INVERNIZZI”
La galleria A arte Invernizzi inaugura martedì 21 novembre 2017 alle ore 18.30 una mostra personale di Bruno Querci, in occasione della quale viene presentato un percorso espositivo che, attraverso la compresenza di lavo... Leggi di più
EUROPA, DOVE LA QUALITÀ È DI CASA | I PRODOTTI ALTOATESINI (2/2)
Abbiamo detto qui  del focus tenuto sui vini altoatesini in occasione della campagna Europa dove la qualità è di casa finanziata con l’aiuto dell’Unione Europea, un evento che ha avuto luogo a Milano presso S... Leggi di più
Tagliolini con gamberi e carciofi alle due cotture
LE BACCHE FREDDE DEL SUD
Il Sud Italia non è solo terra di sole e mare, di tuffi infiniti tra vento caldo e brezza marina, nel profondo si nascondono zone impavide, di difficile conduzione, dove la coltura diventa imprevedibile perché bersagliat... Leggi di più
UN 2016 RICCO DI PREMI PER LA CANTINA CONTE COLLALTO
Dal Concours de Bruxelles al Merano Wine Festival fino alla lusinghiera valutazione del prestigioso Wine Spectator, un bilancio più che positivo per il marchio di Susegana che diventa ancora più internazionale.   Un 20... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.