18mar 2019
LA PRIMAVERA A RONCO CALINO: I VINI DI PAOLO RADICI
Articolo di: Dirce Bottardi

Nel sud della Franciacorta, sulla via che attraversa l’anfiteatro morenico, si trova l'azienda di Paolo Radici: Ronco Calino. Basta fare una piccola deviazione all'altezza di Calino, dopo una breve salita si scende e si scopre una piccola valle che stupisce per pace e bellezza. Non sarà un caso se proprio qui, sul punto più alto della collina, il pianista Arturo Benedetti Michelangeli avesse una casa.


Questi dolci pendii sono coperti da curatissime vigne biologiche che producono le uve Pinot Nero e Chardonnay di Ronco Calino: una giovane cantina che ha trovato il punto di equilibro tra agronomia ed enologia, preferendo la qualità alla quantità. E che si è fatta conoscere per “i vini freschi ma longevi”, come dice l'enologo Lamberto Valenti.


Tutto era cominciato nel 1996, quando l'industriale bergamasco Paolo Radici scelse di venire a vivere nel buen retiro del maestro bresciano. La grazia della natura dei dieci ettari di terreno circostante e la presenza di vigne risvegliò il suo sogno giovanile di fare vino per sé e per gli amici, e così tre anni dopo iniziò la costruzione di una cantina ai piedi della collina. A distanza di vent'anni, grazie alla passione di sua moglie Lara e alle competenze ed energie di chi ci lavora, l'azienda produce nelle annate buone 70.000 bottiglie, prevalentemente di bianchi Satèn, Brut e Rosé e qualche rosso, il 70% dei quali è venduto all'estero.


L'idea iniziale è cresciuta sino a diventare una meta enoturistica ideale per l'esperienza completa: dalle vigne alla lavorazione, dalla visita alle cantine fino alla degustazione. Nei giorni scorsi, nella sua cantina modello rinnovata di recente anche nel décor, Lara Radici ha celebrato la primavera con un food pairing speciale: le sue bollicine e i piatti creati di Fumiko Sakai del Il Bikini di Vico Equense. Vino e cibo sono stati protagonisti di insolite triangolazioni per il palato, considerato che la chef giapponese dopo esperienze in ristoranti stellati del Nord e del Sud dell'Italia, vive in costiera amalfitana e ha perfezionato la conoscenza dei prodotti locali che lei rielabora secondo la gastronomia mediterranea e quella nipponica.

 

Sorprendente la sapida delicatezza del suo carpaccio di merluzzo fresco marinato in alga kombu servito con Franciacorta Brut. O l’armonia della panzanella bon bon di gamberi, burrata e gaspacho abbinata a Franciacorta Rosé Radijan. Ma la fusione perfetta tra tecniche e ingredenti agli antipodi gastronomici è stata nel dessert: mochi ripieni di ricotta e mini capresi al cioccolato, accompagnati da Franciacorta Centoventi Brut Riserva 2007.

1

2

3

4

5

6

7

8

Articoli Simili
I più letti del mese
ROMA FILM FESTIVAL: JEROBOAM BOTTEGA GOLD IN OMAGGIO A FRANCO NERO
Il 12 dicembre il XXI Roma Film Festival dedicherà un omaggio speciale a Franco Nero. L’evento si terrà a Roma, presso il Teatro Blasetti del Centro Sperimentale di Cinematografia, alla presenza dei massimi rappresentant... Leggi di più
CINQUE RUM CHE VALE LA PENA CONOSCERE | MILANO RUM FESTIVAL
Abbiamo scritto del Milano Rum Festival qui. Siamo stati per voi a degustare alcune referenze e di quelle provate cinque riteniamo che siano vivamente consigliabili. Severin  dalla Guadalupa, tra i rum della casa abbiamo... Leggi di più
AGOSTO AI GIARDINI PAPRIKA E CANNELLA: DELIZIE MEDITERRANEE CON UN TOCCO DI SARDEGNA
Per la prima volta il celebre ristorante di zona porta Venezia, ritrovo modaiolo e della” Milano bene”, rimane aperto tutto agosto per soddisfare i palati più esigenti che rimangono in città.  Una gradita sorpresa per l... Leggi di più
ARTBOX, IL NUOVO MAGAZINE DEDICATO A MOSTRE ITALIANE E INTERNAZIONALI
È Parigi il filo conduttore della prima puntata di Artbox, il nuovo magazine dedicato a mostre italiane e internazionali, in onda mercoledì 11 gennaio su Sky Arte HD alle 20.45. Punto di partenza, l'avveniristica Fondat... Leggi di più
ALLA STATALE DI MILANO ESPOSTA UN’IMPONENTE OPERA DI JANNIS KOUNELLIS
E’ stata recentemente inaugurata all’Università degli Studi di Milano in Via Festa del Perdono 3 dal Rettore Prof. Gianluca Vago e dall’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, Senza titolo 2005, l&rsq... Leggi di più
MANI IN PASTA APRE IN VIALE MONZA
Di Mani in Pasta abbiamo scritto qui. Ora influencer e pubblico a partire dalle ore 20 affolleranno l’evento del 29 Maggio dalle ore 20,00 da Mani in Pasta nella nuova sede in viale Monza 258 a Milano, dove, tra ar... Leggi di più
LA DOC MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COMPIE 50 ANNI
Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo è molto attivo nel promuovere vini che, come il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo che, per quanto noti, non hanno ancora un riconoscimento ampio quanto ... Leggi di più
Alto Adige Pinot Nero Riserva Mazon Hofstatter
Ci sono vini che non passano inosservati, in quanto non sono solo eccellenti, ma hanno un proprio fascino, una spiccata personalità. Analogamente alla bellezza umana chese non è supportata da personalità è vuota, così co... Leggi di più
Hennessy 250 Collector Blend, un Cognac di 250 anni
La Maison Hennessy compie quest’anno  250 anni, un quarto di millennio percorso grazie alla capacità imprenditoriale delle generazioni che si sono succedute. Le due famigli legate al brand, Hennessy e Fillioux, hanno sap... Leggi di più
ETNA, LA VITA DI UN GRANDE VULCANO | WINE TASTING
Voglia d'Estate, di brezza marina, di vento tra i capelli? Ti aspettiamo venerdì 19 gennaio a Treviso, giusto per te un wine tasting sui vini dell'Etna, sapidità come salsedine sulla pelle, freschezza e massima eleganza ... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.