20lug 2018
LAMBRUSCO DI SORBARA OMAGGIO A GINO FRIEDMANN
Articolo di: Fabiano Guatteri

Lambrusco di Sorbara Omaggio a Gino Friedmann, Cantina di Carpi e Sorbara.
L’enologia italiana negli ultimi decenni ha trovato la propri identità, sia pur tra inevitabili contraddizioni. La valorizzazione dei vitigni autoctoni, la loro promozione, la capacità, in alcuni casi di toglierli dall’oblio, hanno dato forma a una tendenza ormai consolidata. Sono nati in questo modo numerosi ottimi vini da vitigni un tempo destinati agli uvaggi, dal Grillo al Pecorino, così che la vitivinicoltura italiana ha trovato la propria visione identitaria reale. Ciò significa, in ultima istanza, conferire un’identità territoriale ai singoli vini. Un esempio è il Lambrusco di Sorbara Omaggio a Gino Friedmann.

 

Il Lambrusco per una serie di fattori che possono mescolare il pregiudizio a politiche di produttive discutibili, non trovava molte segnalazioni nelle guide specializzate. Ma dalla fine del secolo scorso ha intrapreso un percorso virtuoso. La Cantina di Carpi e Sorbara, nata come Cantina sociale di Carpi agli inizi del Novecento, negli anni, grazie all’assorbimento di altre realtà produttive locali, si è espansa sino ad arrivare nel 2012 alla fusione con la storica cantina di Sorbara, diventando così la Cantina di Carpi e Sorbara. Oggi è una realtà che conta 1200 soci produttori e che utilizza avanzate metodologie produttive per perseguire una costante ricerca della qualità.

 

Produce più varietà di Lambrusco e tra queste il Lambrusco di Sorbara Omaggio a Gino Friedmann che ha una prerogativa, ossia non viene prodotto con un mix di uve lambrusco come d’abitudine avviene, ma unicamente con la varietà Sorbara. Si tratta di un vitigno autoctono di antiche origini che mutua il nome dalla frazione di Sorbara del comune di Bomporto, nel Modenese. Il grappolo a causa di un’anomalia floreale è soggetto ad acinellatura, ossia alla produzione di grappoli in parte dotati di chicchi minuscoli, di pochi millimetri di diametro così che nei chicchi completamente sviluppati si concentrano gli zuccheri e le sostanze che definiranno il profilo del vino. Ed è questa una caratteristica nel panorama del Lambrusco che appartiene solo alle uve Sorbara così da farne un vitigno di pregio. Omaggio a Gino Friedman è vinificato in rosato, con presa di spuma in autoclave e sosta sulle fecce nobili.

 

Alla degustazione possiede colore rosato lampone scarico con riflessi rubino tenue dotato di spuma fine ed evanescente; il profumo è complesso, floreale e fruttato, vinoso con sentori di rosa e viola essiccate, ricordi di frutta matura di ribes rosso, di lampone, di ciliegia, di prugna , di prugnolo. In bocca l’impatto è di grande piacevolezza, vivace, fresco, di trama snella e vibrante; è un vino asciutto, spalla acida ben pronunciata, accompagnato da note minerali, con sapidità finale.

 

Temperatura di servizio: 10-12 °C
Abbinamenti: E’un vino fresco che si abbina a frittura di paranza, frutti di mare gratinati, ma anche ai piatti della tradizione modenese come cotechino e zampone perché dotato di acidità e ricco di carbonica, entrambi antagonisti del grasso sia dei fritti, sia dei salumi.
Nota emozionale: Primavera non bussa, lei entra sicura (Fabrizio De André)

 

Gino Friedmann, nato a fin Ottocento e morto nel 1964, svolse un ruolo fondamentale per lo sviluppo della campagna modenese. Nacque in una famiglia agiata che possedeva più di 300 ettari, si laureò in giurisprudenza, ma presto abbandonò le aule del Tribunale per occuparsi della proprietà intraprendendo un programma di sviluppo che coinvolse tutte le produzioni locali dando un forte impulso di modernizzazione. Si occupò pertanto dei settori lattierocasearia, allevamento suinicolo, vitivinicolo, cerealicolo. La sua opera di promozione portò alla nascita nel 1913 della Cantina Sociale Cooperativa di Nonantola; nel 1922 incoraggiò la costituzione della Federazione Nazionale delle Cantine Sociali di cui assunse la presidenza. E’ stato il principale promotore della cooperazione ponendosi come punto di riferimento dell’enologia modenese e non solo.

 

1

2

Articoli Simili
I più letti del mese
SERATA GOURMET DEL RISTORANTE ACANTO CON I VINI ROCCA DEL FRASSINELLO
Nuovo appuntamento con le Serate Gourmet del ristorante Acanto: mercoledì 22 novembre è di scena la prestigiosa cantina toscana Rocca di Frassinello.
Il progetto Rocca di Frassinello è nato da un’idea molto semplic... Leggi di più
AL MUSEO D’ARTE MENDRISIO IN MOSTRA LE OPERE DELLA SCULTRICE FRANCA GHITTI
Il Museo d’Arte Mendrisio (CH) ha dato il via al programma di primavera con la mostra Franca Ghitti scultrice, dedicata alle opere scultoree di questa artista nata in Val Camonica, a cura di Barbara Paltenghi Malac... Leggi di più
ACCIUGHE DEL MAR CANTABRICO SALATE SOTT’OLIO
TÀSCARO, A MILANO È UN ATTO D’AMORE
Sandra ha realizzato Tàscaro per lei e suo padre, ma ancheper raccontare la sua regione d'origine e soprattutto la cucina veneziana, per ricordare la nonna paterna Edera che oggi è comunque con lei in tutte le piccole ed... Leggi di più
GIOVEDÌ 13 LUGLIO: ROSMARINO FREGENE-FISH SOUND SYSTEM
Don Pasta e Pasquale Torrente straordinariamente insieme per una serata – spettacolo sulla spiaggia di Rosmarino Fregene
Vinili vs Padelle... 
Alici vs Polpi...Otranto vs Cetara a Fregene.. 

Giovedì 13 luglio, DON... Leggi di più
TRA BOBBIO E CASTELL’ARQUATO, LA POMPEI DEL NORD | TRA BALENE E VINO
Bobbio di cultura, Castell’Arquato la Pompei del Nord, e ovunque il buon vino. Castell’Arquato, la Pompei del Nord, dove sono stariritrovati reperti fossili di Alee e rinoceronti, ed è terra di buon vino.   ... Leggi di più
LE FOTO DEI PIÙ BEI GIARDINI DEL MONDO NEL QUADRILATERO DELLA MODA
Si possono ammirare ancora per qualche giorno le belle grandi foto di Gardenology la mostra fotografica en plein air dei più bei giardini italiani e internazionali che ha anticipato Orticola (di cui abbiamo scritto qui) ... Leggi di più
RIBOTTA VIGNA DU BERTIN CARLOFORTE, LA STORIA DI UNA TERRA
E’ quasi mezzogiorno, il terreno pietroso e argilloso è stato preparato per la vigna con un lavoro faticoso per la quantità di massi mischiati superficialmente e in profondità.Ora la vigna pettinata, figura come un... Leggi di più
ANTEPRIMA GUIDA VINI D’ITALIA 2021 GAMBERO ROSSO A MILANO
Sicuramente un segnale che stuzzica la voglia di ripartire, il tour wine tasting di Gambero Rosso “Anteprima Guida Vini d’Italia 2021” che debutta anche a Milano, il 14 settembre, con il coinvolgimento ... Leggi di più
BOB IL SAPERE DEL BERE MISCELATO: LA DRINK LIST
Aggiornamento febbraio 2021   Empathy è la nuova drink list di Bob che rappresenta una svolta più intima e ancor più sofisticata, (forse generata dalla attuale situazione attuale che sta cambiando così tanto le abitudi... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.