27mar 2018
LE BELVEDERE VODKA SINGLE ESTATE RYE SERIES E IL TERROIR
Articolo di: Fabiano Guatteri

La paternità della vodka è rivendica sia dalla Russia, sia dalla Polonia anche se nell’immaginario dei più è spesso associata alla Russia, ai cosacchi e ai loro balli. Però a favore della paternità della Polonia gioca la denominazione visto che l’etimo del nome è il polacco voda, ossia acqua: dell’acqua ha la trasparenza e come l’acqua è incolore, adamantina.

 

E’ un distillato di cereali, talvolta prodotto con ingredienti meno “nobili” come le patate e le barbabietole. Ma a prescindere da queste informazioni generiche, la vodka non è, quantomeno in passato in Italia, un distillato conosciuto quanto il rum o l’whisky. Il fatto che sia conservata in freezer anziché con gli altri distillati permette di capire come sia, o sia stata a lungo, incompresa. Eppure nessuno si stupisce, perché è un distillato che va ancora scoperto. A fornire elementi di conoscenza ci ha pensato Belvedere, distilleria polacca che produce una delle vodka più di tendenza del mercato italiano e internazionale. E lo spiega innanzitutto smentendo il luogo comune che vuole le varie vodka di sapore molto simile (credenza supportata anche dal servizio sotto zero che appiattisce gli aromi).

 

Per spiegarlo Belvedere, si è basata sul concetto di terroir, termine francese non traducibile con una sola parola. In Borgogna, dove i vigneti sono parcellizzati (un tempo erano vaste estensioni della chiesa romana, ma con la Rivoluzione francese i “domain” vennero fortemente frazionati), colpisce come a distanza di poche centinaia di metri si possano produrre vini tanto diversi sia pur ottenuti dallo stesso vitigno. Ciò si spiega perché è il terroir che infonde le caratteristiche chimiche e pertanto sensoriali al vino. Sarebbe riduttivo considerare il terroir tout court come il territorio in quanto questo comprende un insieme di fattori quali sicuramente il territorio, ma anche la natura del terreno, l’esposizione, il clima, il fattore umano e ovviamente il coltivato.

 

Ora Belvedere ha dato vita a due nuove vodka, le Belvedere Single Estate Rye Series ( foto 1) entrambe prodotte esclusivamente con segale Dankowskie Diamond in purezza, distillate con le stesse tecniche, ma provenienti da due diversi terroir e il risultato è sorprendente: due profili organolettici segnatamente diversi così da enfatizzare l’importanza della terra di origine.

 

A spiegare il concetto di terroir, e dei conseguenti differenti profili organolettici che determina ci ha pensato Alice Farquhar Global Education & Training Manager for Belvedere Vodka in occasione della presentazione alla stampa delle Belvedere Single Estate Rye Series al Teatro Gerolamo di Milano.

 

La distilleria Lake Bartężek ( foto 2) è dislocata a nord dove il clima freddo e la zona è sferzata dai venti gelidi del mar Baltico, in una paesaggio definito dalla presenza di laghi (foto 3) e dove la temperatura raggiunge i – 30 °C d’inverno per arrivare ai + 30 °C d’estate, quindi con un’escursione termica di 60 °C.

 

L’altra distilleria, la Smogóry Forest (foto 4) è posta a una latitudine più bassa a ovest del paese tra foreste incontaminate (foto 5) dove il clima è più temperato. In entrambi i siti, come detto, viene coltivata la segale ma le condizioni mutano: nel primo in alcuni mesi la neve copre con il suo manto i campi coltivati, mente in quello a occidente la segale è alimentata dal respiro della foresta che la circonda.

 

Le due vodka sono state proposte in degustazione. Abbiamo lasciato lasciato la parola ai distillati. Odorando Belvedere Lake Bartężek (foto 6) avvertiamo la purezza del freddo che l’ha vista crescere, l’intensità del caldo che l’ha maturata. Ciò determina un profilo aromatico delicato conferito dalla prolungata presenza della neve, ma anche la pienezza della completa maturazione. E sono intensità di fiori, di note erbacce, in particolare di menta, di fieno che le conferiscono una freschezza primaverile, e al tempo stesso un’idea di noce tostata dà profondità al sapore.

 

Diversa è la Belvedere Smogóry Forest (foto 7) che nasce senza stress climatici. Al naso si coglie una punta eterea che però non è pungente; libera fragranze avvolgenti. In bocca è gustosa, ben intessuta, piacevole; da apprezzare le piacevolissime note di caramello salato, l’insistente sapidità e le nuance speziate, in primo luogo di pepe bianco; finale morbido tra il dolce del miele d’acacia e il salato.

 

Potremmo infine chiederci, considerato che la prima distillazione è avvenuta nelle singole distillerie, se lo stile del distillatore abbia influito sulle caratteristiche delle rispettive vodka. Ma se ciò fosse... anche questo fattore sarebbe da considerare elemento del terroir.

 

1

2

3

4

5

6

7

Articoli Simili
I più letti del mese
L’EGITTO VA IN SCENA AL MUDEC
La nuova stagione autunnale del Mudec, in linea con la sua vocazione di luogo in cui si raccontano la Storia e le sue trasformazioni, le culture antiche e le civiltà native, le migrazioni dei popoli e gli scambi cultural... Leggi di più
ORNELLAIA VENDEMMIA D’ARTISTA | ORNELLAIA 2015 IL CARISMA
Si rinnova per il decimo anno l’edizione progetto Vendemmia d’Artista Ornellaia che coincide con il XXX anniversario Ornellaia.  Il progetto Vendemmia d’Artista celebra il carattere esclusivo di ogni nu... Leggi di più
BOTTEGA MELON SPRITZ: IL COCKTAIL DELL’ESTATE
Bottega Melon Spritz è un cocktail fresco e gustoso, a base di liquore di Melone e di Prosecco spumante, che va servito in un calice ampio da vino bianco. La carica aromatica del melone si sposa egregiamente alla fresche... Leggi di più
Minestra di salmone, okra, topinambur, funghi al cocco
MERCATINI DI NATALE E FOOD TRUCK NETWOTK CON I SUOI CIBI DI STRADA
Sabato 3 e domenica 4 dicembre arriverà a Melzo, insieme agli imperdibili e suggestivi mercatini di Natale, tutto il bello (e il buono) del cibo di strada grazie a Food Truck Network. L’inedita rete di truck nasce dal... Leggi di più
Verrigni, la pasta trafilata in oro
Da cosa dipende la bontà della pasta? Dalla materia prima, dalla trafila utilizzata e dalla modalità d’essiccazione, ossia dall’intero ciclo produttivo. La semola di grano duro deve essere di prima qualità, ma non basta;... Leggi di più
ATTESA PER IL TRADIZIONALE CONCERTO DI NATALE IN DUOMO DEDICATO ALLE PIU’ BELLE “AVE MARIA”
Irrinunciabile appuntamento in Duomo a Milano il 20 dicembre per il consueto concerto che celebra la Natività. Promosso dalla Veneranda Fabbrica e dal Comune di Milano, il programma musicale di quest’anno (sotto la... Leggi di più
ITALIA BEER FESTIVAL: TORNA LA 12° EDIZIONE DURANTE IL FUORISALONE
Italia Beer Festival: torna la 12° edizione dal 7 al 9 aprile durante il FuoriSalone . A Milano i migliori birrifici artigianali con oltre 300 birre in degustazione   Il weekend che va dal 7 al 9 aprile per gli appass... Leggi di più
BACCALÀ ALL’OLIO EXTRA VERGINE D’OLIVA
“SHARE A MEAL”: IN TAVOLA I TEMI DELLA GIORNATA NAZIONALE CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE
Si è concluso venerdì 1 Febbraio il progetto didattico Share a Meal promosso da Knorr, con la partecipazione di importanti partner quali Costa Crociere, Unilever Food Solutions, Ballarini e World Food Programme Italia. O... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.