01apr 2019
AL MERCATINO "IL BUONO IN TAVOLA" PER SCOPRIRE I PRODUTTORI (1/2)
Articolo di: Fabiano Guatteri

Aggiornamento 1 aprile 2019


Questo mese Il Buono in Tavola sarà presente per 5 martedì: il 2, il 9, il 16, il 23 e il 30 Aprile dalle 8:30 alle 14:30.
Tra i jolly che caratterizzano l’edizione 2019, martedì fa il suo ingresso Cascina Spina di Erba con confetture e piccoli frutti di primavera.
Il secondo martedì sarà la volta di Woods (verdure essiccate per i risotti, erbe aromatiche  officinali da usare come condimenti nei piatti, dado vegetale, tisane, bacche di coriandolo e rosa canina, ricca di vitamina C; manufatti per la cucina e la casa).

Seguono, extra regione, dal Piemonte, la nocciola tonda gentile delle Langhe nelle sue varie declinazioni.

Infine, il quarto martedì, Le Campanelle di Suardi (Pavia) con giardiniere, verdure sott’olio e sotto aceto, confetture extra, salse per formaggi, antipasti, verdure in agrodolce, sughi e farciture per tartine e bruschette ma anche prodotti da forno con farina di mais.

-----------------------------

 

Abbiamo più volte parlato di Il Buono in Tavola, mercatino settimanale all’ombra della Basilica di Sant’Eustorgio a Milano (foto 1 e 2), a due passi dalla Darsena.

 

Ne riparliamo dopo averlo visitato. I mercatini, quelli delle bancarelle, che ogni giorno si trovano in un quartiere diverso, hanno una nota rassicurante. Al contrario dei supermercati dove i clienti in genere pensano a fare la spesa e basta, nei mercatini è più facile trovare momenti di socializzazione, parlare del formaggio di capra appena acquistato o degustare insieme un risotto estemporaneo cycinato per essere condiviso con un assaggio di vino.

 

Ma anche i “negozianti” sono in genere più intraprendenti a invitare le persone a provare i propri prodotti che fanno assaggiare senza obbligo di acquisto e che sanno raccontarli. Tutto ciò accade al mercatino di Sant’Eustorgio del martedì.

 

“Negozianti”, però, non è il termine più appropriato perché a vendere frutta e verdura, vino e formaggi, non sono commercianti, ma i produttori in quanto il mercato agricolo Il Buono i Tavola è un farmers’ market. E poi quando un produttore mette la propria faccia... in genere è una garanzia di qualità. Abbiamo sentito due signore parlare di prodotti a km zero, ed è questa consapevolezza da parte di chi acquista che spesso manca a chi preferisce i supermercati dove frutta e verdra sono destagionalizzati. Come dire, scegliere un mercatino attento alla stagionalità, è sinonimo di maggiore consapevolezza nel fare la spesa.

 

Ogni produttore ha una storia da raccontare, quella del prodotto che vende e magari anche la propria. Il mercato stesso ha la sua. E’ nato nel 2015 da un bando del Comune di Milano teso a valorizzare l’agricoltura regionale con particolare attenzione a biodiversità, sostenibilità, stagionalità. Il mercato, che per tutto marzo si terrà ogni martedì dalle 8:30 alle 14: 30 vede la costante partecipazione di alcuni produttori ai quali si unisce ogni settimana un produttore “jolly” così da ampliare l’offerta.

 

Tra i “residenti” solo per citarne alcuni, vorremmo ricordare GreenFantasy (foto 3) Azienda Agricola Biologica di Castiglione Olona, in provincia di Varese. All’interno di un parco naturale produce formaggi di capra da latte crudo di diverse stagionature e anche erborinati oltre a salumi, miele, conserve, confetture, uova...

 

Abbiamo scoperto l’artemisia prodotta dall’azienda agricola bergamasca Stefano Nervi (foto 4) con sistema biodinamico garantendo un ciclo completo assolutamente naturale. Era considerata in passato un’erba magica e oggi è apprezzata per le proprietà disintossicanti, digestive, diuretiche.

 

Cascina Santa Brera (foto 5), realtà agricola bio del Parco Agricolo Sud produce pane artigianale sia bianco sia semi integrale, realizzato con lievito madre, e cotto in un forno di terracotta a legna. La Cascina produce inoltre biscotti, torte, miele, carni e salumi (coppe, pancette, salami...), uova, polli, frutta e verdura...

 

L’Azienda Agricola Andrioletti (foto 6) produce salami, salsicce, cacciatori, e con il proprio latte diverse varietà di formaggi vaccini di diverse stagionature, ma soprattutto il Formaggio nero della Nona di cui abbiamo scritto qui. Si tratta di un formaggio prodotto dalla fine degli anni novanta dopo il ritrovamento di un libriccino a Nona di Vilminore di Scalve, dove veniva riportata la ricetta del Formai Negher 1753. 

 

Ci fermiamo qui. Parleremo in una prossima puntata degli altri produttori di  Il Buono in Tavola.

 

1

2

3

4

5

6

Articoli Simili
I più letti del mese
I TAKOYAKI DI TAKOCHU: UN SAPORE INSOLITO DAL GIAPPONE SUI NAVIGLI
Sempre più città dell'appetito, si perché dopo moda e design, Milano continua ad essere la meta preferita dove assaggiare cibo proveniente da qualunque latitudine e a qualunque ora.Ieri c'è stato l'assaggio-anteprima al ... Leggi di più
LE ECCELLENZE AGRO-ALIMENTARI PARTENOPEE A MILANO
Dall’1 al 6 dicembre Milano sarà conquistata dalle eccellenze tipiche agro-alimentari della provincia di Napoli, grazie all'iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Napoli presieduta da Ciro Fiola e da S.I.... Leggi di più
FRITTATA IN STILE GIAPPONESE TAMAGOYAKI FARCITA AL BRIE E SCALOGNO
IL FESTIVAL: IL MONDO DEL RAVIOLO A EATALY SMERALDO
A Eataly Smeraldo torna il Festival più "cosmopolita" di sempre! L'ultimo weekend di gennaio, il festival "Il mondo in un raviolo" Quando si parla di pasta ripiena e, più nello specifico, di raviolo, si pensa subito alle... Leggi di più
GLI ULTIMI ACQUISTI PER SAN VALENTINO
SAN VALENTINO E' QUI   FIVE ROSES 74° ANNIVERSARIO ROSATO IGT 2017 Per San Valentino non può mancare il primo vino rosato imbottigliato in Italia. E, cioè, il famoso Five Roses – già romantico per il nome con c... Leggi di più
IL NUOVO APPUNTAMENTO ALLA FIERA DI BOLZANO CON LAGREIN EXPERIENCE
Alla Fiera di Bolzano  gli appuntamenti enologici si infittiscono. Dopo Autocthona, 14-16 ottobre (foto 1)  e Vinea Tirolensis, 17 ottobre,  il 18 ottobre esordirà Lagrein Experience. Si tratta di una rassegna dedicata a... Leggi di più
PAROSÉ 2012 LE BOLLICINE CHE FANNO PENDANT CON I COLORI DELL'AUTUNNO
Mosnel Parosé 2012 Ecco le bollicine che fanno pendant con i colori dell'autunno. Note purissime di ribes e fiori di montagna, accese dalla freschezza del mandarino e della melagrana, con una vena speziata a far da sfond... Leggi di più
GOUMARTE2018 IL TRITTICO DA NON PERDERE; GLI APPUNTAMENTI CON GLI CHEF
A GourmArte2018, il trittico da non perdere.   Maestro del Gusto - Barone Pizzini Ha visto lontano  Barone Pizzini, cantina in Franciacorta. Il merito di avere creduto nella produzione bio (20 anni quest’anno) è ... Leggi di più
SODA, CARNOSA, CROCCANTE: LUCREZIA LA NUOVA OSTRICA ITALIANA
È nata “Lucrezia” un’ostrica tutta italiana, più precisamente emiliano-romagnola. L’esordio milanese ha avuto luogo presso il ristorante A’Riccione Terrazza 12 dove la nuova ostrica è stata ... Leggi di più
IL PALIO DELL’AGNOLOTTO: QUAL È L’AGNOLOTTO PIÙ BUONO DELL’OLTREPÒ?
Torna Il Palio dell’Agnolotto  la sfida benefica per incoronare il migliore agnolotto dell’Oltrepò Pavese: il 28 aprile alla Tenuta Calcababbio (località Calcababbio, Pietra Dé Giorgi, Pavia) 13 Ristoranti pa... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.