04feb 2019
POTAFIORI, NEGOZIO DI FIORI E RISTORANTI CON MUSICA E CANTO
Articolo di: Isabella Scuderi

Potafiori  per l’alternativa, diverso in più ruoli, così si può definire un ristorante che ha l’anima da fioraio, e il mood musicale di un palcoscenico jazz, un ambiente moderno, caldo, accogliente, con esposizioni di  fiori e piante che ti danno inconsapevolmente energia, è una cucina basata su pochi e riconoscibili ricette territoriali.

Da Potafiori vi sembrerà di entrare in uno di quei locali che si vedono in alcuni film, l’arredo si confonde col verde delle piante e i colori tenui dei fiori, composizioni floreali raccontano un’altra storia, si perché qui si vendono fiori e piante (foto 1), ma quello che sorprende è la cucina, Rosalba Piccinni ama l’arte, il bello, la buona tavola, e ha un dono che pochi posseggono, una gran voce, lei è la proprietaria idealista di questo luogo speciale.

Una Combinazione singolare, fiori, musica, e cibo, per qualche ora staccherete dalla routine dei soliti ristoranti, per ogni cosa c’è un posto dove trovare il proprio ristoro, qui spicca una sensazione di serenità,  musica di sottofondo, e poi Rosalba che canta fra i tavoli il repertorio di Mina.

Il menu è alla carte e varia periodicamente, assemblate dalla creatività della giovane chef,  che mescola ricette della tradizione rielaborandole in chiave moderna, ecco allora un vitello tonnato tagliato sottile (foto 2), quel tocco in più è dato dai capperi croccanti  saltati in padella, delizioso. 

L’unico piatto signature di Potafiori rimangono i mitici casoncelli burro e salvia (foto 3), descriverli non gli rende onore, bisogna assaggiarli! 

Tra i primi allettanti notiamo:

Fregola sarda in guazzetto di triglia, aneto e zenzero, Spaghetti alla chitarra mantecati al limone, spinacino e battuto di gamberi di Mazara.

Tutto e gustoso, ben presentato ma senza eccessi, abbiamo provato il Maialino arrosto, carota glassata, purea di ceci, misticanza alcolica (foto 4 ), a seguire la Spalla di agnello al forno, cous cous con caponata in agrodolce (foto 5), sapori che rendono ogni assaggio vizioso, ma di gusto. 

Un posto dell’anima, da Potafiori la sua identità contribuisce a creare un atmosfera speciale e avvolgete, qui ogni cosa rende protagonista l’altra, fiori, musica, cibo, a voi la vostra posizione, un’armonia di sensazioni che vi accompagnerà anche quando farete ritorno a casa.

Mani al portafoglio

Spenderete circa 40 euro a persona, esclusa bottiglia di vino. Buona  e genuina la qualità dei piatti in linea ai prezzi.

 

POTAFIORI

Aperto tutti i giorni (9-00), domenica dalle 17

1

2

3

4

5

Indirizzo : Via Salasco 17 Milano
Telefono : 02.87065930
Articoli Simili
I più letti del mese
DOOF L’ALTRA FACCIA DEL FOOD: DAL LEGAME FOOD-MAFIA, ALLA DISTORSIONE...
  Mare Culturale Urbano sabato 24 giugno 2017 Il  mondo del Cibo nasconde grandi problematiche che la TV, i media e i poteri forti del settore non mostrano. Il convegno DOOF, ideato dal giornalista del Corriere della S... Leggi di più
HENNESSY VERY SPECIALI LIMITED EDITION WITH SCOTT CAMPBELL
Per creare ogni anno la nuova Limited Edition di Hennessy Very Special, la Maison da tempo chiama a raccolta grandi artisti internazionali, chiedendo loro di re-interpretare questo iconico cognac con i propri codici espr... Leggi di più
IL BRAND AGROMONTE, REALTÀ SICILIANA DI PRODOTTI CERTIFICATI BIOLOGICI
Al debutto milanese della linea bio dei suoi capolavori, Carmelo Arestia  (nella foto 2 con la moglie Ida tra le due figlie) ha portato solo il ramo femminile della “sacra famiglia del ciliegino”; mentre a ca... Leggi di più
IDENTITÀ GOLOSE E IL PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
Tra scuola e occupazione purtroppo in Italia esiste un gap spesso incolmabile. Ciò perché la scuola non fornisce agli studenti le competenze e gli strumenti per rispondere in modo esaustivo alle richieste del mercato del... Leggi di più
DEBUTTA MOSER ROSÉ 2011 TRENTODOC, PINOT NERO IN PUREZZA
Era il 1984 quando Francesco Moser a Città del Messico stabilì il record dell’ora su pista e lo stesso anno produsse il suo primo MetodoClassico battezzandolo Moser 51,151. Un nome facile da ricordare, basta pensare ai c... Leggi di più
CONTAMINAFRO, IDENTITÀ IN EVOLUZIONE 2017 - “I GESTI DELLA BELLEZZA”
A mare culturale urbano dal 20 al 24 settembre 2017 la IV edizione di di Contaminafro, il festival delle culture contemporanee africane. Si svolgerà dal 20 al 24 settembre 2017 a mare culturale urbano la IV edizione di C... Leggi di più
Prosciutto cotto
Il prosciutto cotto Lenti&Lode dell'azienda Lenti si differenzia da quelli di altri competitor sia per il tipo di lavorazione, sia per il sapore. La lavorazione prevede che la coscia suina di grossa pezzatura, provenient... Leggi di più
ERIDANIA LANCIA LO SCIROPPO D’AGAVE 100% DI ORIGINE NATURALE E BIOLOGICO
Il marchio icona della dolcificazione in Italia risponde alle richieste dei consumatori, sempre più orientati verso prodotti che coniugano salute, natura e benessere, e lancia lo Sciroppo d’Agave Biologico. Riduzione del... Leggi di più
CINQUE ASSAGGI DI MUSICA PER CINQUE CHAMPAGNE
La letteratura enologica ci ha spiegato che i vini si possono abbinare ai cibi, e quando l’accostamento è sintonico vino e cibo si apprezzano al meglio.. Ogni grande vino possiede caratteristiche sensoriali che com... Leggi di più
LA LOCANDINA DELLA SECONDA EDIZIONE DELLA RASSEGNA “I VINI DEL PO”
La locandina seconda edizione della rassegna "I vini del Po" è in programma a Boretto (Re) sabato 29 ottobre. Si tratta di un evento di carattere enogastronomico e culturale che vede coinvolto il Club Papillon di Reggio ... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.