15mar 2019
LE ECCELLENZE STORICHE DI FRANCIACORTA: IL PROGETTO TESI DI BARONE PIZZINI
Articolo di: Laura Biffi

Barone Pizzini, la storica cantina di Franciacorta pioniera del biologico ha stupito ancora una volta con un’assoluta eccellenza che rappresenta la massima espressione del territorio ed è frutto di anni di studi e ricerche: il Progetto Tesi e la sua prima creazione Tesi 1.

 

Tesi nasce dalla volontà di riscoprire l’antico vitigno autoctono Erbamat, di cui si hanno notizie già nel 1556 nell’ opera “Venti giornate della vera agricoltura” di Agostino Gallo in cui nella giornata dedicata alla vite, citando Messer Giambattista Avogadro così scriveva: “ Non manco sono buone le albamatte, atteso che fanno vino più gentile d’ogni altro bianco, ma perché tardino a maturare, egli non è perfetto fino al gran caldo, e più quando ha passato l’anno”. Una perfetta citazione delle caratteristiche principali di quest’ uva così particolare che dà grappoli di notevoli dimensioni, ha una buccia sottile, pochi polifenoli e maturazione lenta e molto tardiva, elementi che si ritrovano poi nel vino che presenta piacevoli doti di acidità e mineralità.

 

Il Progetto Tesi, in attesa di poter degustare Erbamat nei Franciacorta DOCG di prossima generazione ( la modifica del disciplinare ha infatti previsto l’utilizzo di Erbamat solo fino ad un massimo del 10% nei Franciacorta DOCG a partire dalla vendemmia 2017 ), comprende la creazione di 3 vini spumanti metodo classico con tre uvaggi: Tesi 1 ( 60% Erbamat, 20% Pinot Nero, 20% Chardonnay ), Tesi 2 ( 40% Erbamat, 30% Pinot Nero, 30 % Chardonnay ) e Tesi 3 ( 34% Erbamat, 33% Chardonnay, 33% Pinot Nero ). Tesi 1 ha un affinamento sui lieviti di almeno 60 mesi ed è prodotto in 6.000 bottiglie di cui 4.000 in commercio dagli ultimi mesi del 2018, per Tesi 2 e Tesi 3 dovremo invece aspettare i prossimi anni.

 

Degustazione Tesi: è un vino vivace e scattante, alla vista si presenta di colore giallo paglierino brillante, con un perlage molto fine, al naso mantiene la sua notevole vivacità partendo con delle piacevoli note erbacee di fieno fresco e di fiori di biancospino per poi evolvere arricchendosi con delle note di miele, pan brioche e cuoio. All’assaggio presenta mineralità e freschezza molto piacevoli e un ventaglio di note agrumate che spaziano dal limone al pompelmo giallo. Ottimo per l’aperitivo, trova il suo massimo connubio con i piatti di pesce: dalle insalate di mare, ai plateau di crostacei fino all’orata o il branzino al forno, ma anche primi ai ricci o ai frutti di mare.

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
ROMA FILM FESTIVAL: JEROBOAM BOTTEGA GOLD IN OMAGGIO A FRANCO NERO
Il 12 dicembre il XXI Roma Film Festival dedicherà un omaggio speciale a Franco Nero. L’evento si terrà a Roma, presso il Teatro Blasetti del Centro Sperimentale di Cinematografia, alla presenza dei massimi rappresentant... Leggi di più
CINQUE RUM CHE VALE LA PENA CONOSCERE | MILANO RUM FESTIVAL
Abbiamo scritto del Milano Rum Festival qui. Siamo stati per voi a degustare alcune referenze e di quelle provate cinque riteniamo che siano vivamente consigliabili. Severin  dalla Guadalupa, tra i rum della casa abbiamo... Leggi di più
AGOSTO AI GIARDINI PAPRIKA E CANNELLA: DELIZIE MEDITERRANEE CON UN TOCCO DI SARDEGNA
Per la prima volta il celebre ristorante di zona porta Venezia, ritrovo modaiolo e della” Milano bene”, rimane aperto tutto agosto per soddisfare i palati più esigenti che rimangono in città.  Una gradita sorpresa per l... Leggi di più
ARTBOX, IL NUOVO MAGAZINE DEDICATO A MOSTRE ITALIANE E INTERNAZIONALI
È Parigi il filo conduttore della prima puntata di Artbox, il nuovo magazine dedicato a mostre italiane e internazionali, in onda mercoledì 11 gennaio su Sky Arte HD alle 20.45. Punto di partenza, l'avveniristica Fondat... Leggi di più
ALLA STATALE DI MILANO ESPOSTA UN’IMPONENTE OPERA DI JANNIS KOUNELLIS
E’ stata recentemente inaugurata all’Università degli Studi di Milano in Via Festa del Perdono 3 dal Rettore Prof. Gianluca Vago e dall’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, Senza titolo 2005, l&rsq... Leggi di più
MANI IN PASTA APRE IN VIALE MONZA
Di Mani in Pasta abbiamo scritto qui. Ora influencer e pubblico a partire dalle ore 20 affolleranno l’evento del 29 Maggio dalle ore 20,00 da Mani in Pasta nella nuova sede in viale Monza 258 a Milano, dove, tra ar... Leggi di più
LA DOC MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COMPIE 50 ANNI
Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo è molto attivo nel promuovere vini che, come il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo che, per quanto noti, non hanno ancora un riconoscimento ampio quanto ... Leggi di più
Alto Adige Pinot Nero Riserva Mazon Hofstatter
Ci sono vini che non passano inosservati, in quanto non sono solo eccellenti, ma hanno un proprio fascino, una spiccata personalità. Analogamente alla bellezza umana chese non è supportata da personalità è vuota, così co... Leggi di più
Hennessy 250 Collector Blend, un Cognac di 250 anni
La Maison Hennessy compie quest’anno  250 anni, un quarto di millennio percorso grazie alla capacità imprenditoriale delle generazioni che si sono succedute. Le due famigli legate al brand, Hennessy e Fillioux, hanno sap... Leggi di più
ETNA, LA VITA DI UN GRANDE VULCANO | WINE TASTING
Voglia d'Estate, di brezza marina, di vento tra i capelli? Ti aspettiamo venerdì 19 gennaio a Treviso, giusto per te un wine tasting sui vini dell'Etna, sapidità come salsedine sulla pelle, freschezza e massima eleganza ... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.