05giu 2018
RISTORANTE FLORA A BUSTO ARSIZIO: LA CUCINA NATURALE ABITA QUI
Articolo di: Clara Mennella

“Nella mia cucina il frigorifero è di norma praticamente vuoto e faccio un uso quasi zero delle tecnologie” il cuoco che mi parla così non è un anziano professionista d’altri tempi che non si è voluto adeguare al progresso di questi anni ma è un giovane ristoratore, Riccardo Escalante classe 1986, che insieme al fratello Gabriele, giovanissimo classe 1994, ha aperto un ristorante a Busto Arsizio da circa un anno e mezzo con l’intento di non essere uguali a nessuno, di non inseguire modelli di successo ma di avere come unica fonte d’ispirazione la natura, i suoi cicli, la sue stagioni, i suoi profumi, colori e sapori.

 

Giovani, abbiamo detto, belli, curati e per niente figli e nemmeno nipoti dei fiori, gli Escalante semmai si stanno facendo promotori di un nuovo filone new-age in cucina che respinge le scorciatoie e le lusinghe di un’industria alimentare che offre sempre più soluzioni fast e spettacolari.

 

Riccardo, che nel curriculum ha ristoranti stellati e di livello in Italia, Stati Uniti, Argentina e Australia, ha scelto di trovare la sua dimensione vicino a casa, a Busto Arsizio, rilevando un locale luminoso sulla via di passaggio e, insieme a Gabriele di inventare un modo di fare ristorazione che esaltasse ai massimi termini la semplicità.

 

Sembra un controsenso? Al Flora va proprio così; intanto non esiste personale di sala né di cucina, i fratelli fanno tutto da soli, dalla spesa in una serie di aziende agricole del circondario, alla ricerca dei vini da mettere in carta che, manco a dirlo, sono esclusivamente prodotti in maniera naturale, bio e biodinamica e provengono da aziende piccole con piccole produzioni.
Riccardo lavora tutto a mano, ma il minimo indispensabile, non segue ricettari ma “guarda in faccia” i prodotti freschi di giornata e li mette insieme seguendo il suo estro. Attenzione, non in maniera casuale né minimal, oltre al gusto, presta attenzione ai profumi e ancor di più ai colori e all’estetica, così delle semplici verdurine diventano piatti di tutto rispetto, belli, gustosi e sostanziosi, perché al Flora la cucina non è dietetica, i condimenti ci sono e si sente, e nemmeno vegetariana, visto che carne, uova, burro e formaggi fanno parte del menù.
Gabriele invece lavora in sala in autonomia, anche le sue esperienze precedenti sono importanti e vanno dal Villa Crespi al Seta del Mandarin a Milano, ma lui ha scelto di fare la professione in maniera non scontata, oltre ai vini sorprendenti, non filtrati e non “sboccati”, sta creando una carta di birre e ha una bella lista di tisane naturali che propone a tutto pasto oppure al termine del pranzo o della cena.

 

Il menù degustazione costa 40 euro senza vini, si possono scegliere dalla carta più o meno le stesse cose spendendo la stessa cifra per 3 portate, oppure scegliere la proposta veramente competitiva del pranzo, con un menù a 15 euro.
La sera, dicevamo, il frigo non contiene più nulla, quindi venite tranquillamente due giorni di seguito che non troverete le stesse cose.

 

1

2

3

4

Photo Credits

Photo 1 : Clara Mennella
Photo 2 : Clara Mennella
Photo 3 : Clara Mennella
Photo 4 : Clara Mennella
Indirizzo : Via Gioacchino Rossini 29 Busto Arsizio
Telefono : 348.0738215
Articoli Simili
I più letti del mese
L’EGITTO VA IN SCENA AL MUDEC
La nuova stagione autunnale del Mudec, in linea con la sua vocazione di luogo in cui si raccontano la Storia e le sue trasformazioni, le culture antiche e le civiltà native, le migrazioni dei popoli e gli scambi cultural... Leggi di più
ORNELLAIA VENDEMMIA D’ARTISTA | ORNELLAIA 2015 IL CARISMA
Si rinnova per il decimo anno l’edizione progetto Vendemmia d’Artista Ornellaia che coincide con il XXX anniversario Ornellaia.  Il progetto Vendemmia d’Artista celebra il carattere esclusivo di ogni nu... Leggi di più
BOTTEGA MELON SPRITZ: IL COCKTAIL DELL’ESTATE
Bottega Melon Spritz è un cocktail fresco e gustoso, a base di liquore di Melone e di Prosecco spumante, che va servito in un calice ampio da vino bianco. La carica aromatica del melone si sposa egregiamente alla fresche... Leggi di più
Minestra di salmone, okra, topinambur, funghi al cocco
MERCATINI DI NATALE E FOOD TRUCK NETWOTK CON I SUOI CIBI DI STRADA
Sabato 3 e domenica 4 dicembre arriverà a Melzo, insieme agli imperdibili e suggestivi mercatini di Natale, tutto il bello (e il buono) del cibo di strada grazie a Food Truck Network. L’inedita rete di truck nasce dal... Leggi di più
Verrigni, la pasta trafilata in oro
Da cosa dipende la bontà della pasta? Dalla materia prima, dalla trafila utilizzata e dalla modalità d’essiccazione, ossia dall’intero ciclo produttivo. La semola di grano duro deve essere di prima qualità, ma non basta;... Leggi di più
ATTESA PER IL TRADIZIONALE CONCERTO DI NATALE IN DUOMO DEDICATO ALLE PIU’ BELLE “AVE MARIA”
Irrinunciabile appuntamento in Duomo a Milano il 20 dicembre per il consueto concerto che celebra la Natività. Promosso dalla Veneranda Fabbrica e dal Comune di Milano, il programma musicale di quest’anno (sotto la... Leggi di più
ITALIA BEER FESTIVAL: TORNA LA 12° EDIZIONE DURANTE IL FUORISALONE
Italia Beer Festival: torna la 12° edizione dal 7 al 9 aprile durante il FuoriSalone . A Milano i migliori birrifici artigianali con oltre 300 birre in degustazione   Il weekend che va dal 7 al 9 aprile per gli appass... Leggi di più
BACCALÀ ALL’OLIO EXTRA VERGINE D’OLIVA
“SHARE A MEAL”: IN TAVOLA I TEMI DELLA GIORNATA NAZIONALE CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE
Si è concluso venerdì 1 Febbraio il progetto didattico Share a Meal promosso da Knorr, con la partecipazione di importanti partner quali Costa Crociere, Unilever Food Solutions, Ballarini e World Food Programme Italia. O... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.