13apr 2019
ROMA CITTÀ DELLA PIZZA? ALMENO SINO A DOMENICA SÌ!
Articolo di: Michele Pizzillo

Roma è la “Città della Pizza”, visto che sino a domenica dedica a questo straordinario piatto e ai suoi protagonisti, un evento dedicato alla promozione e alla diffusione della pizza intesa come esperienza culturale, simbolo di identità e di tradizione, momento di confronto e di scambio tra esperti e appassionati. I protagonisti, ovviamente, sono i pizzaioli; non solo loro, però, perché se non hanno a disposizione materia pima di qualità, difficilmente potrebbero preparare delle ottime pizze.

 

Quindi, gli altri protagonisti vanno ricercati fra i mugnai, i casari, i trasformatori di pomodori. Nel caso dell’evento romano parliamo delle farine e, ovviamente, della bravura dei pizzaioli. Così, Molini Pivetti, azienda ferrarese che da oltre 140 anni produce farine di alta qualità adatte per il settore pizzeria (foto 2 e 2), ha deciso di partecipare all’evento romano sia come produttore di un elemento fondamentale di questo piatto, sia come organizzatore di due eventi che sono importanti per il mondo dei pizzaioli.

 

Infatti, a “Ragusa Off”, la location di via Tuscolana 179 scelta per la manifestazione, al fine di dare un contributo importante nell’approfondimento di tematiche quali le tecniche e la lievitazione, le materie prime e la ricerca di ingredienti selezionati tra le eccellenze agroalimentari che caratterizzano tutto il territorio nazionale, l’azienda ferrare organizza due laboratori tematici specifici insieme a due grandi chef.

 

Il primo workshop sulla Pizza artigianale con lievito madre si terrà sabato 13 aprile alle ore 14.15 con lo chef Matteo Aloe (foto 4), per condividere consigli e tecniche per impasti a base di lunghe lievitazioni realizzati con farine Pivetti di tipo 1 e lievito madre: è uno workshop dedicato alle modalità di standardizzazione di un processo artigianale, attraverso il controllo delle variabili in una fermentazione naturale. E, Aloe, 32enne chef e amministratore delegato di Berberè (di cui abbiamo scritto qui)– che ha appena aperto una nuova pizzeria a Milano -, da anni promuove un concetto di pizza artigianale e naturale con ingredienti bio. In breve tempo Matteo è diventato uno dei giovani protagonisti della ristorazione italiana grazie alla grande passione per i processi di panificazione, di lievitazione e al lavoro nella ristorazione, dedicando energie alla formazione delle squadre di artigiani e artigiane di cui si avvale per portare avanti l’idea di pizzeria Berberè.

 

Il secondo workshop, dal titolo Quando la farina diventa arte si terrà domenica 14 aprile alle ore 19.30 con lo chef Fabio Albanesi. Si tratta di un laboratorio dedicato alla creazione artistica di prodotti da forno realizzati con le farine Molini Pivetti della linea Gran Riserva: le farine con grano 100% emiliano proveniente da una filiera corta, controllata e certificata, fortemente voluta e ideata dall’azienda ferrarese con il progetto Campi Protetti Pivetti. E, quindi, il coinvolgimento di Albanesi pluricampione italiano ed europeo di panificazione artistica, presidente Confartigianato di Roma, maestro della Federazione Italiana Panificatori e responsabile tecnico del gruppo giovani, nonché proprietario dei tre punti vendita dell'azienda Pregiata Forneria Albanesi, a Roma, Fiano Romano e Senigallia.

 

Siccome siamo un’azienda che propone un’ampia scelta di farine di grano tenero e semole di grano duro dal 1875, anno in cui Valente Pivetti costruì il primo mulino e, nel frattempo siamo diventati un punto di riferimento assoluto dell’arte molitoria, fanno sapere da Renazzo, sede del molino, per l’evento romano dovevamo organizzare qualcosa di molto valido per il mondo della pizza e, quindi, affidarci a professionisti sia capaci, sia abili nell’evidenziare l’importanza della farine nella confezione di una gran bella pizza.

 

Come le farine della linea “Campi Protetti Pivetti - Linea Gran Riserva”, che dai primi anni 80 coinvolge esperti agronomi nella impegnativa ricerca, identificazione e selezione dei migliori campi di coltivazione, lontani da ogni fonte d’inquinamento, nelle province di Modena, Bologna e Ferrara, note per essere particolarmente vocate alla produzione di grano tenero di altissima qualità. Condividendo l’obiettivo di salvaguardare l’ambiente e al tempo stesso dare più valore al territorio, Molini Pivetti ha un percorso in collaborazione con gli agricoltori locali, finalizzato a certificare la qualità e la provenienza delle farine prodotte in queste aree esclusive.

 

Anche perché “Campi Protetti Pivetti” indica il rispetto di una filiera produttiva legata al luogo di origine e basata sulla sottoscrizione di un rigido disciplinare orientato alla massima sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Nonché “progetto di sostenibilità ambientale con molti importanti risvolti sociali ed economici - afferma Alessandro Zucchi, responsabile Filiera Pivetti - Con il nostro impegno speriamo di riuscire a sensibilizzare tutta la comunità a un uso più consapevole delle risorse ambientali e siamo anche certi di poter promuovere un certo sviluppo economico nel tempo, tramite nuovi sistemi premianti alle aziende agricole locali”.
 

1

2

3

4

Articoli Simili
I più letti del mese
LETTURE, MUSICA E CULTURA AL “MORGANTE COCKTAIL & SOUL”
Letture, musica e cultura al Morgante Cocktail & Soul. Dove un tempo sorgeva una galleria d’arte oggi vive il cocktail bar più eclettico di Milano.Autori di libri, giovani talenti musicali, cocktail che fanno fare il gir... Leggi di più
TEMPO DI SALDI: COSA OCCORRE SAPERE | LE 6 REGOLE PER EVITARE SORPRESE
Da oggi 5 gennaio sono cominciati i saldi in tutte le regioni italiane, eccezion fatta per la Sicilia che aprirà agli sconti a partire da domani 6 gennaio. A Milano, secondo FederModaMilano, gli sconti sono mediamente de... Leggi di più
TRIENNALE: GILCO IL DESIGN DELLA LEGGEREZZA
Invito in Triennale, il prossimo 15 Novembre 2017, per i 70 anni della Gilco: h 18 conferenza stampa; h 19,30 inaugurazione della mostra “Gilco, il design della leggerezza”. La mostra durerà sino al 10 dicemb... Leggi di più
POP CAKE O MAGIC HAND CARE & MANICURE?
MORELLINO DI SCANSANO DOGA DELLE CLAVULE
L’Azienda Doga delle Clavule si estende nella zona di produzione del Morellino di Scansano su una superficie di oltre 130 ettari dei quali 60 vitati: 20 per la produzione del Morellino di Scansano DOCG, 7 per il Bi... Leggi di più
FLO IN CONCERTO A MARE CULTURALE URBANO
Torna in concerto a mare culturale urbano, il centro di produzione culturale in via Giuseppe Gabetti 15 a Milano, dopo il live di settembre 2016, la cantautrice partenopea FLO, che si esibirà con la sua band il prossimo ... Leggi di più
IL BRAND AGROMONTE, REALTÀ SICILIANA DI PRODOTTI CERTIFICATI BIOLOGICI
Al debutto milanese della linea bio dei suoi capolavori, Carmelo Arestia  (nella foto 2 con la moglie Ida tra le due figlie) ha portato solo il ramo femminile della “sacra famiglia del ciliegino”; mentre a ca... Leggi di più
L’APERITIVO A MILANO SI TINGE DI GIALLO GIALLE&CO.-BAKED POTATOES DAL CUORE ITALIANO
Da Giallo&Co. l’aperitivo a Milano si tinge di giallo. La tipica baked potatoes inglese è perfetta anche (in formato mignon) per un aperitivo all’italiana: salutare, ricco e colorato, disponibile da febbraio,... Leggi di più
WAGASHI, L’ARTE DELLA PASTICCERIA GIAPPONESE
L'wagashi, ossia la pasticceria giapponese, differisce da quella occidentale nella forma e nella sostanza. A spiegarcelo è la chef pasticcera Satomi Fujita, accompagnata dal maestro Yoshikazu Yoshimura in una dimostrazio... Leggi di più
BRERA: INAUGURATO IL SESTO DIALOGO "ATTORNO AGLI AMORI. CAMILLO BOCCACCINO SACRO E PROFANO"
Brera continua a stupire. Dallo scorso 29 marzo 2018, hanno riaperto al pubblico i saloni napoleonici della Pinacoteca con lo straordinario allestimento di sette nuove sale (VIII – IX – X – XI – X... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.