29set 2020
SORELI E ALTRI VINI BIANCHI DEL COLLIO FIRMATI PIGHIN
Articolo di: Fabiano Guatteri

L’Azienda Pighin nel 1963 quando la famiglia acquista nelle Grave friulane una tenuta di 220 ettari che diventerà l’Azienda Agricola F.lli Pighin.

 

Il 1968 fu un anno importante per l’Azienda: la famiglia affida all’architetto Gino Valle l’incarico di progettare l’attuale sede, ossia un centro aziendale di concezione contemporanea avanzata che comprende razionali cantine a Risano in provincia di Udine. In quello stesso anno è acquistata una tenuta a Spessa di Capriva nel Collio.

 

Pertanto oggi l’azienda comprende due cantine autonome una nelle Grave con un’estensione di 160 ettari vitati, l’altra nel Collio Goriziano dove conta 30 ettari di vigneto.

 

L’obiettivo, allora come adesso, è di produrre vini di elevato profilo qualitativo seguendo meticolosamente tutte le fasi della vinificazione dalla vigna alla bottiglia.

 

In occasione di un incontro con la stampa a Milano al ristorante Ceresio 7  Roberto Pighin ha presentato tre referenze del Collio abbinati ai piatti di un menu studiato ad hoc.
Il Collio è posto a nord di Gorizia e sulla cartina forma una grande striscia che segue un breve tratto del confine con la Slovenia, tra i fiumi Isonzo e Judrio, assumendo una vaga forma di falce. Il paesaggio, costituito da terreni grigi o gialli, è collinare, con estese superfici esposte a sud, particolarmente vocate alla viticoltura.

 

Il terreno, localmente chiamato ponca, è ricco di sostanze minerali, ed è formato da roccia marnosa con sedimenti sottili, friabile dotata di una buona ritenzione idrica, ideale per la vite. A ciò si aggiunga che la regione è percorsa dalla bora, vento che soffia dall’Adriatico garantendo una costante ventilazione che contribuisce alla salubrità delle uve. Il vigneto dell’Azienda si colloca in un anfiteatro naturale ben esposto e soleggiato.

 

Abbiamo degustato tre referenze

 

Friulano Doc Collio 2017 (foto 2)
Friulano è il bianco più rappresentativo della regione, presente in più zone vinicole, prodotto anche in Veneto. Un tempo denominato Tocai, è un vino bandiera che racchiude tutta la filosofia enologica friulana. Nelle sue migliori espressioni ci piace per l’avvolgenza e la ricchezza aromatica.
Il Friulano Collio 2017 Pighin, è prodotto con uve tocai friulano in purezza; pur con qualche anno di invecchiamento non ha ancora raggiunto la massima espressione. La fermentazione ha una durata di 20 giorni e si svolge in acciaio a temperatura controllata compresa tra 16 e 20 °C. Il vino ottenuto matura, sempre in acciaio a 12 °C per poi proseguire l’affinamento in bottiglia.

 

Note gustative

Nel calice il colore è giallo paglierino con riflessi verdi.

Esprime i caratteri varietali del vitigno. Al naso note floreali di fiori gialli cedono il passo a ricordi fruttati in cui si distinguono sentori agrumati, la dolcezza del melone ed effluvi di erbe aromatiche.

In bocca è suadente, rotondo, di immediata piacevolezza. Si riconoscono ancora sentori agrumati; spalla acida e sapidità percorrono il sorso; nota di mandorla dolce appena accennata nel finale.

 

Abbinamento
Carpaccio di tonno sedano e bottarga (foto 3)

 

Malvasia Doc Collio 2017 (foto 4)
Nasce unicamente da uve malvasia istriana. Come Friulano, la vinificazione avviene in vasi vinari di acciaio inox per una durata di 20 giorni a temperatura controllata di 16-20 °C.

 

Note gustative

Possiede colore giallo paglierino.

Al naso inizialmente si colgono sentori floreali, note di fiori bianchi quindi note agrumate che portano a ricordi di mela e una sfumatura speziata di pepe.

In bocca ha un impatto morbido, si impone una buona struttura e la spalla acida tende a verticalizzarlo. La sapidità caratterizza anche questo vino di buona persistenza.

 

Abbinamento
Risotto erbe fini e cappesante al pepe rosa (foto 5)

 

Soreli Bianco Doc Collio 2018 (foto 6)

La 2018 è la prima annata di produzione di Soreli: il nome significa luce, sole e allude alla felice esposizione dei vigneti che lo generano, rivolti a sud da dove lo sguardo, nelle giornate più limpide, raggiunge l’Adriatico.
Il vino in cui la maison ha riposto molte aspettative è prodotto con i vitigni bianchi più rappresentativi del Friuli, ossia tocai friulano, malvasia istriana e ribolla gialla. Il tocai dona al vino la struttura e la longevità, mentre gli altri due vitigni freschezza e complessità. La vinificazione è articolata: il pigiato è lasciato criomacerare per 24 ore quindi il 50 % della massa è vinificata in acciaio a temperatura controllata; il 25 % in tonneau di 500 litri e il restate 25 % in barrique; i vini sono lasciati quindi affinare sur lie per circa un anno o poco più, successivamente ha luogo l’assemblaggio.

 

Note gustative

Nel calice il vino possiede colore giallo paglierino.

 

Al naso si colgono tenui note agrumate, tocchi floreali e in modo più evidente frutta estiva a polpa gialla come albicocca e pesca con sottofondo di note vanigliate.

 

In bocca è un vino complesso che rivela subito la propria ampiezza aromatica, la struttura con note tostate e la piacevole acidità che rinfresca il gusto; il finale è lungo. Promette longevità. Sarà interessante degustarlo fra 2-3 anni e poi degustarlo dopo qualche altro anno ancora.

 

Abbinamento
Ricciola tostata, fiori di zucca e acqua pazza (foto 7)

 

Conclusione
Sono vini compiuti, corretti, armonici, nati in una cantina che anziché cercare protagonismi, ambisce a valorizzare il lavoro del vigneto. Soreli ha una stilistica distintiva e si avverte nella maggiore concentrazione, nel lavoro di cantina importante, senza che questo alteri gli aromi originari dettati dalle uve. E’ un vino promettente, molto in linea con le tendenze attuali in quanto la complessità non toglie nulla all’immediatezza che è un qualità sempre più apprezzata.

1

2

3

4

Articoli Simili
I più letti del mese
OMAGGIO A UN GRANDE SCULTORE | MILANO CELEBRA ARNALDO POMODORO
Cultura. Il Comune inforna Milano celebra Arnaldo Pomodoro con una grande mostra che ha il suo cuore nella Sala delle Cariatidi a Palazzo Reale.  Dal 30 novembre al 5 febbraio 2017, una grande antologia abbraccia l’inte... Leggi di più
CENONI DI SAN SILVESTRO 2019 | NON SOLO A MILANO
Vi proponiamo qui alcuni cenoni di San Silvestro tra i più interessanti.   Milano   Wicky’sDa Wicky’s innovative japanese cuisine un cenone di capodanno speciale fra tradizione giapponese e solidarietà. L... Leggi di più
PIZZIUM NON C’È DUE SENZA TRE, ANCHE PER PIZZIUM
Dopo il succesaso di via Procaccini e Anfossi, Pizzium  continua la sua scalata e inaugura la terza pizzeria in Viale Tunisia mercoledì 7 marzo. Un progetto ambizioso, quello di Pizzium, portare una buona pizza e tutto i... Leggi di più
METE DI CHARME: IL PRINCIPE DELLE NEVI A BREUIL-CERVINIA
Con la sua posizione a 2050 m s.l.m. è uno dei centri abitati permanenti più alti d’Europa. Si tratta di Breuil-Cervinia, cittadina bomboniera del comune di Valtournanche in provincia di Aosta e alle pendici meridi... Leggi di più
IL PATRIMONIO UMANO | SIAMO PARTECIPI TUTTI
Per parlare di patrimonio umano potremmo prendere a esempio rappresentazioni cinematografiche come una pellicola di Marco Bellocchio (Direttore artistico del Festival del Cinema di Bobbio), appena applaudito per il film ... Leggi di più
LA FILETTERIA: TUTTE LE CARNI DEL MONDO E I NUOVI COCKTAIL
La Filetteria Italiana è un ristorante dedicato a  tutte le carni del mondo  da accompagnare con vino  o cocktail di nuova generazione.   si affaccia su Ripa di Porta Ticinese, via che costeggia il Naviglio Grande. Entra... Leggi di più
UN’ULTIMA SELEZIONE DI DOLCEZZE PASQUALI: COLOMBE, UOVA...
La colomba, le uova di cioccolato, l’agnello, e …. Lasciamo perdere, perché è una Pasqua davvero strana, Così strana che, molto probabilmente, non sarà possibile mettere in tavola tutto quello che sarebbe de... Leggi di più
KLIMT EXPERIENCE E LE FOTOGRAFIE D’EPOCA
La vita, le figure e i paesaggi di Gustav Klimt, ma anche la pittura e l’architettura, le arti applicate, il design e la moda della Vienna secessionista di fine ‘800-inizi ‘900: ecco i protagonisti asso... Leggi di più
FOOD POLICY: PER VALORIZZARE L’AGRICOLTURA SOSTENIBILE
Comune di Milano, Slow Food e Parco Agricolo Sud Milano uniti per valorizzare l’agricoltura sostenibile. Firmato Protocollo di collaborazione per iniziative e progetti. Il primo appuntamento si è tenuto alla Fabbri... Leggi di più
IL CONSORZIO STOPPANI ACCORCIA LA FILIERA | IL 20 MAGGIO CON I G.A.S.
di  Isa Acquaviva     Si terrà domenica 20 maggio la prima di una serie di giornate dedicate interamente ai GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI, a chi già li conosce e li frequenta, a chi non ne sa nulla, a chi vuole solo sco... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.