24nov 2019
BELVEDERE CAMPOLI È LA NUOVA TENUTA CONTE GUICCIARDINI: I VINI
Articolo di: Fabiano Guatteri

Conte Guiccardini è una realtà vitivinicola toscana in provincia di Firenze, di proprietà dell’omonima famiglia, dal 1199 proprietaria del Castello di Poppiano la cui tenuta attualmente si sviluppa su 265 ettari 140 dei quali vitati. Qui produce i Chianti Colli Fiorentini e altre referenze anche bianche. La famiglia possiede inoltre una proprietà in Maremma.

 

La famiglia ha acquisito più recentemente, ossia nel 2015, la Tenuta Belvedere Campoli nel Chianti Classico con vigneti che radicano a 400 e più metri di altitudine e si estendono su 11 ettari e mezzo che verranno portati a 14 nei prossimi anni. In questa zona sono prodotti tre vini Chianti Classico che abbiamo degustato in occasione dell’evento organizzato dal Consorzio del Chianti Classico in collaborazione con l’AIS Milano al Westin Palace Milan.

 

Belvedere Campoli Chianti Classico 2015 (foto 2) da uve sangiovese in purezza; la macerazione del pigiato avviene in vasche di cemento mentre il vino ottenuto affina 12 mesi in tonneau. Nel calice riflette colore rosso rubino brillante. Il profumo è intensamente fruttato: si colgono la prugna, il lampone oltre a sentori di macchia mediterranea. In bocca si avverte la salda struttura cui si uniscono note di piacevole freschezza e tannini armonici. E’ un rosso da stappare con carni alla brace.

 

Belvedere Campoli Chianti Classico Gran Selezione Il Tabernacolo 2015 (foto 3). Si tratta di una piccola produzione di 2000 bottiglie (2,5 ettari di vigneto). Dopo la pigiatura delle uve sangiovese la macerazione ha luogo in tini di acciaio, quindi segue l’affinamento di 30 mesi in botti di 20 ettolitri di rovere francese e ulteriori sei mesi in bottiglia. Alla degustazione presenta colore rosso rubino intenso con nuance granate. Al naso si riconoscono frutti rossi, anche in confettura, cui si uniscono ricordi di spezie e di cacao, nuance balsamiche e di cuoio. In bocca si sente un bell’equilibrio tra morbidezza e durezza e una ben espressa trama tannica levigata, frutto maturo, concentrazione e lunga persistenza. Da abbinare a selvaggina in casseruola.

 

Belvedere Campoli Chianti Classico Riserva 2015 (foto 4) nasce dalla selezione delle migliori uve sangiovese, con macerazione in tini di acciaio e affinamento di 24 mesi in botti di rovere. Possiede colore rosso rubino profondo. Al naso si riconosce frutta rossa matura oltre a ricordi floreali di viola e di erbe aromatiche. In bocca è complesso, pieno intenso, tannino preciso; ampio spessore aromatico e lungo finale. Da provare con brasato di manzo.

1

2

3

4

Articoli Simili
I più letti del mese
MERCATINO DEL RI-USO IN TOUR, DOMENICA 2 GIUGNO A TRAVACÒ SICCOMARIO
Cultura del Ri-Uso e festa per celebrare i 10 anni de Il Girasole: alle porte di Pavia domenica di festa all’insegna del flower power e della sostenibilità. Woodstock alle porte di Pavia, nei pressi del Ponte Cope... Leggi di più
ECHI DI FRANCIA: CÔTES DES ROSES DI GERARD BERTRAND IN ITALIA CON VALDO
Côte des Roses di Gérard Bertrand  è il simbolo dell’art de vivre nel sud della Francia, fa parte di una realtà enologica con un fatturato di 175 milioni di euro ed è distribuito in oltre 110 Paesi nel mondo. Impor... Leggi di più
LE PIZZE D’AUTORE DI LIEVITÀ VETRA: PIZZE GOURMET AD ALTA DIGERIBILITÀ
Il marchio Lievità,  che conta cinque locali a Milano, ha recentemente aperto una nuova pizzeria in Piazza Vetra sotto il porticato del Vetra Buinding.     Le pizze   La pizzeria, come le altre del brand, si qualifi... Leggi di più
TORNA VIN-o-TON: MUSICA CLASSICA ALLA TENUTA ALOIS LAGEDER
In anteprima sarà presentata l’opera della compositrice olandese Mathilde Wantenaar (foto 1), "Songs of Transience".   Il concerto si inserisce in un più ampio programma che vedrà intrecciarsi musica, vino e cibo... Leggi di più
Don Papa Experience Lab
È il tema Materia Natura ad aver convinto Don Papa il Rum filippino (foto 1) a partecipare per la prima volta al Fuorisalone 2024 creando un’oasi dove natura, design, arte, sapore, musica si intersecano in un&rsquo... Leggi di più
CENA AL MUSEO ARRIVA A “LEONARDO & WARHOL. THE GENIUS EXPERIENCE”
Cena al museo. Una speciale Cena all’interno della prima mostra immersiva con opere originali.  A partire dal 15 Marzo, ogni weekend, speciali Cene al Museo all’interno di “Leonardo & Warhol. The Geniu... Leggi di più
Cinque Calici di bollicine per brindare a Pasqua
Le bollicine non hanno stagione, sono sempre adeguate e gradite in ogni periodo dell’anno. Ma vi sono alcune occasioni in cui diventano imprescindibili, soprattutto nei momenti celebrativi, per festeggiare un event... Leggi di più
IL SALTO DELL’UVA NELLA TRAMOGGIA E LE ANIME DEI VINI EMILIA WINE
È tutto nato per il rumore che fa l’uva. Swiscc o tu tun . Emilia Wine vuole contraddistinguere il territorio Ca’ Besina, Metodo Classico dal vitigno Spergola 6 anni di posa su lieviti sboccatura 2021 Si ini... Leggi di più
CALDO FREDDO DI PENNE AL NERO E CRUDITÀ DI CALAMARI E GAMBERI
Colline Albelle: l’interpretazione del vino di Julian Reneaud
Colline Albelle  è una giovane azienda toscana con sede nel comune di Riparbella, borgo medievale in provincia di Pisa, nata dall’incontro di Julian Reneaud (foto 1), agronomo ed enologo, con due produttrici di vin... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.