18ott 2020
NON AVVOLGERE L’ARROSTO NELL’ALLUMINIO
Articolo di: Fabiano Guatteri

La cucina è un luogo strano. Ci sono persone brillanti che in cucina perdono lucidità quasi che i fornelli resettassero la loro intelligenza. Per cui una persona dotata di buona logica, può finire per perderla tra padelle e casseruole.

 

Così, navigando in rete vediamo molte ricette proporre procedure senza fornire troppe spiegazione della validità delle stesse oppure fornendone di fantasiose come la carne che va “sigillata” per non fare fuoriuscire i succhi di cui abbiamo detto qui, o le vongole che vanno depurate in acqua del rubinetto e sale prima di cucinarle di cui abbiamo detto qui.

 

Leggiamo, navigando in rete, ricette in cui si raccomanda di avvolgere l’arrosto appena cotto in un foglio di alluminio. Lo faremmo volentieri anche noi, se qualcuno spiegasse il motivo. Invece no, si dice di procedere in questo modo in quanto l’arrosto risulterà più tenero, più buono, più facile da tagliare… sì, ma perché?

 

Qualcuno afferma che i succhi che in questo modo si ridistribuirebbero meglio nella carne. Vediamo questo ultimo punto, l’unico che cerca di dare una spiegazione. Il nostro non pretende di essere un approccio scientifico, ma si basa sull’esperienza.

 

Avvolgendo l’arrosto appena sfornato nell’alluminio, ne tratteniamo il calore, in qualche modo ne proseguiamo la cottura pertanto all’interno dl taglio di carne non vi sarà una inversione di tendenza. Cerchiamo di spiegarci con un esempio.

 

Se togliamo un arrosto dal forno e lo affettiamo immediatamente possiamo vedere che i succhi sono concentrati nel centro, ossia nella sezione più interna del taglio di carne. Questo perché il calore da un lato asciuga la superfice dell’arrosto, dall’altro spinge i succhi verso l’interno. Per cui se avvolgiamo la carne in un foglio di alluminio, proseguiremo questo processo anziché invertirlo. E con il taglio i succhi fuoriescono copiosi, ed è questo il problema, perché i tessuti della parte centrale dell’arrosto non sono in grado di trattenerli tutti.

 

Se invece lasciamo “riposate l’arrosto” senza avvolgerlo in qualsivoglia involucro, i succhi concentrati nel centro non essendo più “spinti” dal calore cominceranno e defluire nei tessuti più periferici sino a distribuirsi uniformemente e quindi, al taglio saranno trattenuti dalla carne e non fuoriusciranno se non in minima parte.

 

Esasperiamo questo processo. Pensiamo a un arrosto da consumare freddo: questo al taglio non lascerà fuoriuscire neanche un goccia di succo, mentre appena sfornato ne avrebbe perso in quantità importante.

 

Allora, la nostra domanda è: a cosa serve avvolgere la carne arrosto in un foglio di alluminio? Perché si procede con questa operazione? E quindi, se si fa per distribuire i succhi, allora non avvolgete l’arrosto nell’alluminio, ma lasciatelo riposare a temperatura ambiente; l’alluminio cioè ostacola questo processo allungando i tempi di “riposo” della carne. Chi volesse confutare la nostra spiegazione ci scriva un’email cliccando qui, la leggeremo con molto interesse e nel caso la pubblicheremo.

 

Dello stesso autore

Non depurate / spurgate le vongole in acqua e sale!

Il curioso linguaggio di certa letteratura gastronomica: tuffare, irrorare, farcire

Usi e abusi del rosmarino in cucina

Non “sigillare” l’arrosto. La persistenza di riti tribali

Ma mescolare, emulsionare e mantecare sono diventati sinonimi?

Dubbio amletico: pentola e casseruola sono sinonimi?

Rucola o ruchetta? Precisazione in merito a due piante spesso confuse

Le bugie di Topo Gigio e le grappe di bambù

1

Articoli Simili
I più letti del mese
Il saluto del Villaggio delle Uova è un mare di colori… con i palloncini
Saranno protagonisti i palloncini, con le loro forme più disparate, che, il 6 e 7 Maggio saranno gli assoluti protagonisti del parco a tema alle porte di Pavia. Miriadi di colori e forme per dire arrivederci alla prossim... Leggi di più
KISEN EXPERIENCE, VIAGGIO FUSION IN ESTREMO ORIENTE
Kisen di via Gian Giacono Mora, a Milano, è un ristorante fusion, il primo nato dei 3 Kisen, dei quali uno in via Moscova di cui abbiamo detto qui, e uno a Busto Arsizio.   Dire fusion è corretto, ma non esaustivo in q... Leggi di più
OLIO OFFICINA FESTIVAL - CONDIMENTI PER IL PALATO & LA MENTE
In merito alle proprietà nutrizionali dell’olio extra vergine d’oliva non ci sono dubbi. E’ considerato un alimento nutraceutico, ossia un cibo medicina per le sue proprietà che giovano al benessere fis... Leggi di più
FISH&CHEF CELEBRA IL DECENNALE ATTRAVERSO LA CUCINA D’AUTORE
Dal 6 al 13 maggio 2019 riflettori accesi per la 10a edizione di Fish&Chef, il lago di Garda ci conquista. Dieci anni di Fish&Chef, grandi festeggiamenti per onorare la kermesse volta a raccontare il territorio del lago... Leggi di più
I SETTANT’ANNI DELLA CANTINA RUGGERI
La Cantina Ruggeri è nota per la qualità dei suoi Valdobbiadene Prosecco. L’azienda ha compiuto ora 70 anni, ma è tesa al futuro, più che al passato.   E questa tensione si concretizza attraverso la realizzazione... Leggi di più
Diciotto Magnum di vini bianchi e rossi per San Valentino
Facciamo seguito all’articolo Sedici Magnum di Bollicine per San Valentino (cliccare qui),  per passare dalle bollicine ai formati magnum per bianchi e rossi.     Alto Adige pinot nero riserva doc Praepositus 20... Leggi di più
CALAMARI RIPIENI SFUMATI CON LUGANA
DIVINO FESTIVAL, L’EVENTO ENOGASTRONOMICO SICILIANO PIÙ COOL
Sono 13 anni che i buongustai – locali e non, visto che arrivano anche i turisti che visitano la Sicilia – si danno appuntamento a Castelbuono per il DiVino Festival, quest’anno in programma dal 2 al 4 ... Leggi di più
“SAFARI NIGHT”: MIRO OSTERIA DEL CINEMA INCONTRA IL 1930 COCKTAIL BAR
Il 21 luglio arriva Safari Vol 1, il primo appuntamento nato dalla collaborazione tra il ristorante con il giardino nascosto nel cuore di Brera e il secret bar più famoso di Milano Cos’hanno in comune MIRO, osteri... Leggi di più
DONNE DEL VINO DELLA LOMBARDIA: MAGIA ED ELEGANZA DEL PINOT NERO
Milano sempre in movimento, Milano che non si ferma mai così come le Donne del Vino della Lombardia che in occasione della 5ª edizione della Milano Wine Week, la settimana milanese del vino, ripropone una degustazione a ... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.