12apr 2024
Ruffino da Vinitaly al Fuorisalone milanese, tra vini e arte
Articolo di: Michele Pizzillo

Ci voleva una cantina toscana per rispondere, contemporaneamente, alle esigenze degli appassionati di buoni vini e a quelle di chi ama l’arte o entrambi allo stesso modo. E, così Ruffino, di cui tutti conosciamo la storia e il ruolo per la valorizzazione dell’enologia italiana, ha fatto una sorta di miracolo perché a Verona, al Vinitaly (14-17 aprile) la sua presenza è quasi obbligatoria visto per quello che rappresenta per l’enologia toscana e italiana che da oltre un secolo porta in giro per il mondo, mentre a Milano, la sua presenza diventa una novità. Infatti alla Milano Design Week), il famoso Fuorisalone che anima la città nel periodo del Salone del Mobile (16-21 aprile) attraverso la partecipazione di centinaia di migliaia persone tra milanesi, turisti, appassionati di design, operatori del settore. Qui la storica azienda vitivinicola toscana ha allestito la mostra ORObyRUFFINO, un progetto unico ispirato dal vino Riserva Ducale Oro e dal grande design iconico italiano, in una location fra le più suggestive della metropoli lombarda, l’Arco della Pace, “occupando” i due caselli daziari, uno per la rassegna d’arte (fino al 21 aprile, orario 11:00-21:00) e l’altro attrezzato per permettere la degustazioni dei vini Ruffino, con inaugurazione in programma lunedì 15 aprile dalle ore 17.00 alle ore 20.00.

 

Nel casello Dazio di Levante sei artisti e designer internazionali di talento - Filippo Carandini, Rachel Lee Hovnanian, Chiara Lorenzetti, Ettore Marinelli, Tristano di Robilant e Officine Saffi Lab - sono stati chiamati da Ruffino ad interpretare l’essenza dell’oro e di esprimere la propria visione artistica e la relazione personale con l'oro, da sempre elemento alchemico di trasformazione ed elevazione. Inoltre, gli allestimenti dei due dazi e dello spazio esterno di Piazza Sempione sono stati realizzati grazie al coinvolgimento creativo di tre prestigiosi partner quali La Manufacture, Dedar e Ginori1735. Così ORObyRUFFINO propone una sorta di piazza immaginaria, dove la maestria italiana si fonde armoniosamente con l'arte e il design. Con il Dazio di Levante che porterà i visitatori ad immergersi in un’esperienza multisensoriale e introspettiva. La mostra, infatti, vuole comunicare quanto il mondo del design e dei fine wine siano connessi e quanto la bellezza creata per essere funzionale, e quindi vissuta, è una illuminante metafora per raccontare Ruffino e i suoi vini. Ed è proprio da una delle sue etichette iconiche, Riserva Ducale Oro Chianti Classico Gran Selezione e dall’elemento alchemico dell’oro, simbolo di trasformazione, transizione e prezioso rinnovamento che Ruffino ha trovato ispirazione per questo progetto.

 

I visitatori avranno la possibilità di stabilire un legame istantaneo con l'essenza stessa del savoir-faire italiano, immergendosi in un mondo multisensoriale di straordinaria bellezza. Attraverso un’esperienza visiva e sinestetica animata anche da interviste, dietro le quinte e brevi video, i visitatori avranno la possibilità di comprendere appieno le opere e i suoi artisti e vivere “una connessione istantanea" per citare la nuova campagna di comunicazione di Ruffino. Connessioni che danno forma a spazi, luoghi e materiali e si riflettono nell’esperienza di chi le osserva. Il visitatore ha così l’occasione di sentire, fondersi, cambiare, riflettere, accogliere il personale concetto di “ORO”. In questa forma di relazione, il rapporto con i fine wine Ruffino diventa un’esperienza libera, personale e allo stesso tempo collettiva e di grande impatto emotivo.
Ruffino Riserva Ducale Oro Gran Selezione si conferma quindi non solo come un’eccellenza enologica, ma anche come un ponte tra il patrimonio valoriale e la creatività italiana. È un punto che unisce tradizioni del passato con la best practices del presente, rendendo omaggio alla ricchezza, alla varietà culturale e alla maestria artistica dell’Italia.

 

L’esperienza si arricchisce nel Dazio di Ponente, che sarà vestito Ruffino, con allestimenti dedicati che rispecchieranno la nuova anima dell’azienda. Piatti selezionati in abbinamento ai vini Ruffino all’ORO BAR, dove i visitatori, tutti i giorni e per l’intera durata della mostra, potranno degustare etichette del brand, provare l’offerta à la carte con piatti selezionati in abbinamento ai vini Ruffino e sorseggiare il nuovo signature cocktail Oro, realizzato da Patrick Pistolesi, bartender di fama internazionale e anima creativa della miscelazione italiana fondatore di Drink Kong, cocktail bar n. 21 al mondo nella classifica dei 50best. ORO OBSESSED PARTY animerà la notte milanese di martedì 16 Aprile per festeggiare la presenza di Ruffino alla Milano Design Week.
Commenta Sandro Sartor, Presidente e Amministratore Delegato di Ruffino "stiamo scrivendo una nuova emozionante pagina della sua storia, che eleva il sogno imprenditoriale e l’approccio pioneristico dei nostri fondatori nel 1877 e che si ispira all’iconico design italiano e alla bellezza che questo riesce a evocare. Il protagonista di questa evoluzione, oggi come allora, è Riserva Ducale Oro, attorno al quale è stata sviluppata, nel segno della maestria italiana, capace di creare design, vino, bellezza, raffinata inclusività, la nuova campagna di comunicazione globale “An Instant Connection” e questa meravigliosa mostra OrobyRuffino.

 

Mostra OrobyRuffino @ Dazio di Levante
Martedi 16 aprile – domenica 21 aprile
Orario: 11.00 – 21.00
Appuntamenti con gli artisti
Milano Design Week @ Dazi
Martedi 16 aprile
10:00 – 11:30 _colazione con Officine Saffi Lab + Tristano di Robilant + Rachel Lee Hovnanian
Mercoledi 17 aprile
10:00 – 11:30 _colazione con Chiara Lorenzetti + Ettore Marinelli
Giovedi 18 aprile
10:00 – 11:30 _colazione con Filippo Carandini + Chiara Lorenzetti + Rachel Lee Hovnanian

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
MERCATINO DEL RI-USO IN TOUR, DOMENICA 2 GIUGNO A TRAVACÒ SICCOMARIO
Cultura del Ri-Uso e festa per celebrare i 10 anni de Il Girasole: alle porte di Pavia domenica di festa all’insegna del flower power e della sostenibilità. Woodstock alle porte di Pavia, nei pressi del Ponte Cope... Leggi di più
LE PIZZE D’AUTORE DI LIEVITÀ VETRA: PIZZE GOURMET AD ALTA DIGERIBILITÀ
Il marchio Lievità,  che conta cinque locali a Milano, ha recentemente aperto una nuova pizzeria in Piazza Vetra sotto il porticato del Vetra Buinding.     Le pizze   La pizzeria, come le altre del brand, si qualifi... Leggi di più
ECHI DI FRANCIA: CÔTES DES ROSES DI GERARD BERTRAND IN ITALIA CON VALDO
Côte des Roses di Gérard Bertrand  è il simbolo dell’art de vivre nel sud della Francia, fa parte di una realtà enologica con un fatturato di 175 milioni di euro ed è distribuito in oltre 110 Paesi nel mondo. Impor... Leggi di più
TORNA VIN-o-TON: MUSICA CLASSICA ALLA TENUTA ALOIS LAGEDER
In anteprima sarà presentata l’opera della compositrice olandese Mathilde Wantenaar (foto 1), "Songs of Transience".   Il concerto si inserisce in un più ampio programma che vedrà intrecciarsi musica, vino e cibo... Leggi di più
Don Papa Experience Lab
È il tema Materia Natura ad aver convinto Don Papa il Rum filippino (foto 1) a partecipare per la prima volta al Fuorisalone 2024 creando un’oasi dove natura, design, arte, sapore, musica si intersecano in un&rsquo... Leggi di più
CENA AL MUSEO ARRIVA A “LEONARDO & WARHOL. THE GENIUS EXPERIENCE”
Cena al museo. Una speciale Cena all’interno della prima mostra immersiva con opere originali.  A partire dal 15 Marzo, ogni weekend, speciali Cene al Museo all’interno di “Leonardo & Warhol. The Geniu... Leggi di più
Cinque Calici di bollicine per brindare a Pasqua
Le bollicine non hanno stagione, sono sempre adeguate e gradite in ogni periodo dell’anno. Ma vi sono alcune occasioni in cui diventano imprescindibili, soprattutto nei momenti celebrativi, per festeggiare un event... Leggi di più
IL SALTO DELL’UVA NELLA TRAMOGGIA E LE ANIME DEI VINI EMILIA WINE
È tutto nato per il rumore che fa l’uva. Swiscc o tu tun . Emilia Wine vuole contraddistinguere il territorio Ca’ Besina, Metodo Classico dal vitigno Spergola 6 anni di posa su lieviti sboccatura 2021 Si ini... Leggi di più
CALDO FREDDO DI PENNE AL NERO E CRUDITÀ DI CALAMARI E GAMBERI
Colline Albelle: l’interpretazione del vino di Julian Reneaud
Colline Albelle  è una giovane azienda toscana con sede nel comune di Riparbella, borgo medievale in provincia di Pisa, nata dall’incontro di Julian Reneaud (foto 1), agronomo ed enologo, con due produttrici di vin... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.