24mar 2024
Colomba Artigianale Marsala e Fichi Le Lumie
Articolo di: Fabiano Guatteri

La colomba, intesa come prodotto da forno, ha origini quantomeno medievali. Con tutta probabilità risale al 570 quando la città di Pavia, conquistata da Alboino dopo tre anni di assedio, donò al re longobardo un pane a forma di colomba in segno di pace.

 

La colomba pasquale è invece contemporanea, prodotta per la prima volta negli anni trenta del secolo scorso dalla Motta, azienda dolciaria milanese. Da allora fa da contraltare ai natalizi panettone e pandoro.

 

E se la colomba è un simbolo di pace, quest’anno è più che mai opportuna. Abbiamo degustato la Colomba Marsala e Fichi prodotta da Le Lumie ristorante specializzato in alcuni dolci d’autore, tra questi giustappunto la colomba. Ed essendo una realtà siciliana, ecco che Marsala e arance semicandite, accompagnano i fichi per arricchire l’impasto. Per produrla è stata utilizzato lievito naturale vivo, ossia la pasta madre, che viene impastato con farina 0 (meno raffinata della 00) burro, tuorlo, zucchero acqua ed è lasciato lievitare per una notte. La massa è successivamente lavorata incorporando, tra gli altri, farina, vaniglia, arance semicandite, pasta di agrumi, oltre a Marsala e fichi secchi. Segue un’altra lievitazione, quindi la cottura in forno, infine, una volta pronta, è messa sospesa capovolta per almeno 6 ore come per i panettoni, e subito dopo è confezionata manualmente per non disperdere gli aromi.


Tolta dalla confezione la crosta ha la caratteristica coloritura chiara coperta da mandorle e granella di zucchero.

 

Sul cartiglio che accompagna la colomba, un’avvertenza raccomanda di scaldarla in forno, precedentemente portato a 100 °C e poi spento, per 15 minuti; si può lasciare anche sul calorifero per più tempo, ma mai nel microonde.

 


Una volta scaldata, tagliandola si coglie la pienezza del caratteristico profumo di pasticceria con ricordi vanigliati e di arancia. Le fragranze che si percepiscono successivamente riprendono le note vanigliate e un più delineato ricordo di agrume.

 

 

La pasta ha colore giallo paglierino che vira al dorato, alveolata grazie alla lunga lievitazione che ne enfatizza la morbidezza; non è asciutta, bensì piuttosto umida, e al taglio non si sbriciola.

 

In bocca la testura è morbida, quasi burrosa, vivacizzata dalla presenza dell’arancia semi candita, dei fichi e delle mandorle, in un susseguirsi di consistenze che da tenere diventano più sode sino ad arrivare alla croccantezza della granella di zucchero. Ingredienti, questi, che caratterizzano sapore rendendolo più variegato e complesso, con sensazioni burrose e vanigliate e una piacevole persistenza agrumata sostenuta dalla presenza del Marsala.

 

La Colomba Marsala e Fichi con Arance (900 g) è acquistabile a 40 euro cliccando qui

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
MERCATINO DEL RI-USO IN TOUR, DOMENICA 2 GIUGNO A TRAVACÒ SICCOMARIO
Cultura del Ri-Uso e festa per celebrare i 10 anni de Il Girasole: alle porte di Pavia domenica di festa all’insegna del flower power e della sostenibilità. Woodstock alle porte di Pavia, nei pressi del Ponte Cope... Leggi di più
LE PIZZE D’AUTORE DI LIEVITÀ VETRA: PIZZE GOURMET AD ALTA DIGERIBILITÀ
Il marchio Lievità,  che conta cinque locali a Milano, ha recentemente aperto una nuova pizzeria in Piazza Vetra sotto il porticato del Vetra Buinding.     Le pizze   La pizzeria, come le altre del brand, si qualifi... Leggi di più
ECHI DI FRANCIA: CÔTES DES ROSES DI GERARD BERTRAND IN ITALIA CON VALDO
Côte des Roses di Gérard Bertrand  è il simbolo dell’art de vivre nel sud della Francia, fa parte di una realtà enologica con un fatturato di 175 milioni di euro ed è distribuito in oltre 110 Paesi nel mondo. Impor... Leggi di più
TORNA VIN-o-TON: MUSICA CLASSICA ALLA TENUTA ALOIS LAGEDER
In anteprima sarà presentata l’opera della compositrice olandese Mathilde Wantenaar (foto 1), "Songs of Transience".   Il concerto si inserisce in un più ampio programma che vedrà intrecciarsi musica, vino e cibo... Leggi di più
Don Papa Experience Lab
È il tema Materia Natura ad aver convinto Don Papa il Rum filippino (foto 1) a partecipare per la prima volta al Fuorisalone 2024 creando un’oasi dove natura, design, arte, sapore, musica si intersecano in un&rsquo... Leggi di più
CENA AL MUSEO ARRIVA A “LEONARDO & WARHOL. THE GENIUS EXPERIENCE”
Cena al museo. Una speciale Cena all’interno della prima mostra immersiva con opere originali.  A partire dal 15 Marzo, ogni weekend, speciali Cene al Museo all’interno di “Leonardo & Warhol. The Geniu... Leggi di più
Cinque Calici di bollicine per brindare a Pasqua
Le bollicine non hanno stagione, sono sempre adeguate e gradite in ogni periodo dell’anno. Ma vi sono alcune occasioni in cui diventano imprescindibili, soprattutto nei momenti celebrativi, per festeggiare un event... Leggi di più
IL SALTO DELL’UVA NELLA TRAMOGGIA E LE ANIME DEI VINI EMILIA WINE
È tutto nato per il rumore che fa l’uva. Swiscc o tu tun . Emilia Wine vuole contraddistinguere il territorio Ca’ Besina, Metodo Classico dal vitigno Spergola 6 anni di posa su lieviti sboccatura 2021 Si ini... Leggi di più
CALDO FREDDO DI PENNE AL NERO E CRUDITÀ DI CALAMARI E GAMBERI
Colline Albelle: l’interpretazione del vino di Julian Reneaud
Colline Albelle  è una giovane azienda toscana con sede nel comune di Riparbella, borgo medievale in provincia di Pisa, nata dall’incontro di Julian Reneaud (foto 1), agronomo ed enologo, con due produttrici di vin... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.