12mar 2024
La Pasqua cioccolatosa di Charlotte Dusart
Articolo di: Fabiano Guatteri

Charlotte Dusart ha inaugurato il negozio di via Eustachi (foto 1)  nel 2019 e da allora ha visto una clientela sempre più numerosa affollare la sua boutique tant’è che per poter soddisfare tutte le richieste ha aperto anche un laboratorio di cioccolateria esterno, di supporto alla sua attività,.

 

 

 

E ora, a pieno ritmo, sta realizzando le basi per una Pasqua cioccolatosa più che mai. La collezione che propone è ampia e diversificata. Si comincia con il dolce di cioccolato più rappresentativo della festività che riprende il rito pagano dello scambio delle uova come augurio di fecondità.

 

 

 Pertanto uova di diversi formati (video 2): i più grandi sono di cioccolato sia al latte sia fondente*, mentre quelli medi e piccoli anche di cioccolato bianco. Rompendo il guscio per sorpresa un misto di dragées, tartufi ripieni e pezzi di cioccolato al latte, bianco e fondente, mentre il formato più piccolo contiene solo dragées.

 

 

 

L’Uovo gallina esiste in versione cioccolato sia fondente* sia al latte. La cresta e i bargigli sono di marzapane rosso. L’uovo contiene figurine di cioccolato bianco, al latte e fondente, un misto di dragees, tartuffi ripieni (cremino arachidi, cremino bianco, cremino pistacchio, gianduia).

 

 

In alternativa all’uovo, è disponibile il Coniglio di Pasqua, prodotto con cioccolato fondente* oppure con cioccolato al latte spruzzato con burro di cacao colorato. Ogni confezione, oltre al coniglio, contiene anche piccole uova ripiene con cinque gusti diversi, che vanno dal cremino bianco croccante al gianduia senza dimenticare il pralinato speculoos (vegan).

 

 

 

 Fanno ormai parte della tradizione le Uova sfiziose con una copertura che comprende  cioccolato al latte con  nocciole tostate,  cioccolato fondente* con mandorle tostate, oppure cioccolato bianco con granella di pistacchio, anch’esse con sorpresa di cioccolato ( foto 3 e video 4 una fase della preparazione).

 

 

 

 

 

Charlotte Dusart ha pensato anche ai vegani con il suo Uovo goloso esotico, senza lattosio con camicia di cioccolato fondente e strato di gelée di mango e passion fruit insieme con uno strato pralinato di mandorla e cocco, il tutto ricoperto di bastoncini di mandorle tostate.

 

La versione non vegana dell’Uovo goloso, è di cioccolato fondente con gelée di albicocca e uno strato di pralinato di nocciola Piemonte IGP, ricoperto di pezzi di nocciole (foto 5).

 

 

 

 

La Valigia pasquale di Emilio il coniglio (foto 6) è dedicata ai bambini e include: la piccola covata, ossia ovette ripiene di cremino e pralinati; un uovo di cioccolato coperto di sprinkles multicolori con tanto di martello per romperlo e scoprirne la sorpresa di croccantini al caramello; un leccalecca e poi la tavoletta a forma di uovo farcita, nella stratificazione interna, con cremino al pistacchio e lampone.

 

Le tavolette sono proposte anche singolarmente, con farcia alla nocciola e caramello.

 

La Grande covata  è una confezione di otto uova, di altrettante galline, ciascuna con un nome, ed è composta da due uova di cioccolato bianco, due al latte e due fondente, e contengono sorprese di cioccolato, ma non è tutto in quanto sotto ogni uovo è riportata la presentazione della gallina che l’ha covato.

 

 

Anche l’uovo sprinkles si può acquistare separatamente dotato di martelletto. La stratificazione permette di riprodurre sia aromi sia consistenze contrastanti per vivacizzare la degustazione. 

 

 

 

Per il futuro è inoltre accarezzato il progetto, non ancora in fase di realizzazione di produrre gelati in barattoli o monoporzione. Sarebbero in ogni caso gelati di cioccolateria.

 

 

*Cioccolato fondente monorigine 71% del Madagascar

1

2

3

4

5

6

Articoli Simili
I più letti del mese
MERCATINO DEL RI-USO IN TOUR, DOMENICA 2 GIUGNO A TRAVACÒ SICCOMARIO
Cultura del Ri-Uso e festa per celebrare i 10 anni de Il Girasole: alle porte di Pavia domenica di festa all’insegna del flower power e della sostenibilità. Woodstock alle porte di Pavia, nei pressi del Ponte Cope... Leggi di più
ECHI DI FRANCIA: CÔTES DES ROSES DI GERARD BERTRAND IN ITALIA CON VALDO
Côte des Roses di Gérard Bertrand  è il simbolo dell’art de vivre nel sud della Francia, fa parte di una realtà enologica con un fatturato di 175 milioni di euro ed è distribuito in oltre 110 Paesi nel mondo. Impor... Leggi di più
LE PIZZE D’AUTORE DI LIEVITÀ VETRA: PIZZE GOURMET AD ALTA DIGERIBILITÀ
Il marchio Lievità,  che conta cinque locali a Milano, ha recentemente aperto una nuova pizzeria in Piazza Vetra sotto il porticato del Vetra Buinding.     Le pizze   La pizzeria, come le altre del brand, si qualifi... Leggi di più
TORNA VIN-o-TON: MUSICA CLASSICA ALLA TENUTA ALOIS LAGEDER
In anteprima sarà presentata l’opera della compositrice olandese Mathilde Wantenaar (foto 1), "Songs of Transience".   Il concerto si inserisce in un più ampio programma che vedrà intrecciarsi musica, vino e cibo... Leggi di più
Don Papa Experience Lab
È il tema Materia Natura ad aver convinto Don Papa il Rum filippino (foto 1) a partecipare per la prima volta al Fuorisalone 2024 creando un’oasi dove natura, design, arte, sapore, musica si intersecano in un&rsquo... Leggi di più
CENA AL MUSEO ARRIVA A “LEONARDO & WARHOL. THE GENIUS EXPERIENCE”
Cena al museo. Una speciale Cena all’interno della prima mostra immersiva con opere originali.  A partire dal 15 Marzo, ogni weekend, speciali Cene al Museo all’interno di “Leonardo & Warhol. The Geniu... Leggi di più
Cinque Calici di bollicine per brindare a Pasqua
Le bollicine non hanno stagione, sono sempre adeguate e gradite in ogni periodo dell’anno. Ma vi sono alcune occasioni in cui diventano imprescindibili, soprattutto nei momenti celebrativi, per festeggiare un event... Leggi di più
IL SALTO DELL’UVA NELLA TRAMOGGIA E LE ANIME DEI VINI EMILIA WINE
È tutto nato per il rumore che fa l’uva. Swiscc o tu tun . Emilia Wine vuole contraddistinguere il territorio Ca’ Besina, Metodo Classico dal vitigno Spergola 6 anni di posa su lieviti sboccatura 2021 Si ini... Leggi di più
CALDO FREDDO DI PENNE AL NERO E CRUDITÀ DI CALAMARI E GAMBERI
Colline Albelle: l’interpretazione del vino di Julian Reneaud
Colline Albelle  è una giovane azienda toscana con sede nel comune di Riparbella, borgo medievale in provincia di Pisa, nata dall’incontro di Julian Reneaud (foto 1), agronomo ed enologo, con due produttrici di vin... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.