10ott 2020
LA CUCINA DI GIACOMO LOVATO ARRIVA A MILANO ALL'ENOTECA REGIONALE LOMBARDA
Articolo di: Dirce Bottardi

La scena gastronomica è così caleidoscopica che Milano potrebbe essere soprannominata la “città dell'appetito” perchè dopo Expo - dedicato proprio al cibo - le aperture in generale, e quelle dedicate a gastronomie lontane, sono cresciute esponenzialmente.

 

Comprensibile quindi lo stupore nel trovare al Carrobbio, nel cuore del centro storico un'insegna che rimanda al vino e oltre a salumi e formaggi, accompagnamenti immancabili di ogni bicchiere, propone piatti della cucina lombarda.

 

Aperta cinque anni fa per valorizzare le etichette regionali note e quelle di qualità meno conosciute, dal mese scorso l’Enoteca Regionale Lombarda (foto 1) ha deciso di estendere ai sapori della gastronomia del nostro territorio puntando su Giacomo Lovato (foto 2), giovane chef molto apprezzato allo Snowflake, il ristorante dell'esclusivo Hotel Principe delle Nevi di Breuil-Cervinia.

 

Per lo chef varesino si tratta di un ritorno a Milano, dove un decennio fa uscito da ALMA aveva iniziato il suo percorso professionale nelle cucine, allora bistellate, di Claudio Sadler prima e di Carlo Cracco poi.
Saldamente ancorati alla tradizione regionale del Nord Italia, i piatti di Lovato sono ritmati sulla stagionalità delle materie prime di qualità & prossimità: che si tratti di antipasto, primo o dessert gusto e leggerezza vanno di pari passo e sono ottenuti per sottrazione piuttosto che per moltiplicazione degli ingredienti e delle lavorazioni, un risultato possibile quando la padronanza tecnica e creativa di uno chef è condivisa con la sua brigata di cucina.

 

Così nella carta dell'Enoteca Regionale Lombarda, accanto ad alcuni immancabili classici della tavola meneghina quali l'Ossobuco di vitello in gremolada con Risotto alla milanese, spiccano proposte come l'antipasto di Tartare di Fassona alla milanese con fondo tiepido di vitello, pane fritto e limone (foto 3): una rivisitazione della tartare nella presentazione bassa (non alta e in forma), nella temperatura e nel tipo di condimento.

 

Nel menù di questa stagione, tra i primi da non perdere i Tagliolini all'uovo fatti in casa, trota affumicata e cipolle (foto 4), dei tajarin piemontesi dal perfetto sapore umami non sbilanciato dall'affumicatura della trota, oppure restando sempre in Piemonte, meritano gli Agnolotti del plin ripieni di carne di vitello in brodo ristretto di pollo (foto 5).

 

Tra i secondi, invece, squisita la Pancia di maialino da latte cotta a bassa temperatura (foto 6), poi resa croccante esternamente e che viene servita con salsa di acciughe, cime di rapa e cipolla rossa. O come alternativa vegetariana la Melanzana viola glassata all'acqua di pomodoro crumble di mandorle al basilico, spuma di parmigiano e polvere di pomodoro (foto 6).

 

Per chiudere un Cremoso al cioccolato fondente, brownie e frutti di bosco (foto 7) e se avete un debole per i dessert classici sappiate lo chef Lovato padroneggia dolci di culto lombardi come la Sbrisolona mantovana, nella sua versione con farina di mais di Storo dalla consistenza più grossa della Fioretto prevista dalla ricetta e che rende la torta più croccante.

 

Il consiglio finale è di scoprire tutta la cucina dello chef scegliendo il menù degustazione messo a punto proprio in questi giorni e grazie al quale potrete assaggiare tutti i registri dal salato al dolce di Giacomo Lovato.

 

Enoteca Regionale Lombarda 
Aperto dal lunedì al venerdì: 12.30 -14.30 e 19.30 -22.30

Sabato : 19.30- 22.30
Domenica: chiuso

1

2

3

4

5

6

7

8

Photo Credits

Photo 3 : Jacopo Ventura
Photo 4 : Jacopo Ventura
Photo 5 : Jacopo Ventura
Photo 6 : Jacopo Ventura
Photo 7 : Jacopo Ventura
Photo 8 : Jacopo Ventura
Indirizzo : via Stampa 8 Milano
Telefono : 02 89681143
Articoli Simili
I più letti del mese
I TAKOYAKI DI TAKOCHU: UN SAPORE INSOLITO DAL GIAPPONE SUI NAVIGLI
Sempre più città dell'appetito, si perché dopo moda e design, Milano continua ad essere la meta preferita dove assaggiare cibo proveniente da qualunque latitudine e a qualunque ora.Ieri c'è stato l'assaggio-anteprima al ... Leggi di più
LE ECCELLENZE AGRO-ALIMENTARI PARTENOPEE A MILANO
Dall’1 al 6 dicembre Milano sarà conquistata dalle eccellenze tipiche agro-alimentari della provincia di Napoli, grazie all'iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Napoli presieduta da Ciro Fiola e da S.I.... Leggi di più
FRITTATA IN STILE GIAPPONESE TAMAGOYAKI FARCITA AL BRIE E SCALOGNO
IL FESTIVAL: IL MONDO DEL RAVIOLO A EATALY SMERALDO
A Eataly Smeraldo torna il Festival più "cosmopolita" di sempre! L'ultimo weekend di gennaio, il festival "Il mondo in un raviolo" Quando si parla di pasta ripiena e, più nello specifico, di raviolo, si pensa subito alle... Leggi di più
GLI ULTIMI ACQUISTI PER SAN VALENTINO
SAN VALENTINO E' QUI   FIVE ROSES 74° ANNIVERSARIO ROSATO IGT 2017 Per San Valentino non può mancare il primo vino rosato imbottigliato in Italia. E, cioè, il famoso Five Roses – già romantico per il nome con c... Leggi di più
IL NUOVO APPUNTAMENTO ALLA FIERA DI BOLZANO CON LAGREIN EXPERIENCE
Alla Fiera di Bolzano  gli appuntamenti enologici si infittiscono. Dopo Autocthona, 14-16 ottobre (foto 1)  e Vinea Tirolensis, 17 ottobre,  il 18 ottobre esordirà Lagrein Experience. Si tratta di una rassegna dedicata a... Leggi di più
PAROSÉ 2012 LE BOLLICINE CHE FANNO PENDANT CON I COLORI DELL'AUTUNNO
Mosnel Parosé 2012 Ecco le bollicine che fanno pendant con i colori dell'autunno. Note purissime di ribes e fiori di montagna, accese dalla freschezza del mandarino e della melagrana, con una vena speziata a far da sfond... Leggi di più
GOUMARTE2018 IL TRITTICO DA NON PERDERE; GLI APPUNTAMENTI CON GLI CHEF
A GourmArte2018, il trittico da non perdere.   Maestro del Gusto - Barone Pizzini Ha visto lontano  Barone Pizzini, cantina in Franciacorta. Il merito di avere creduto nella produzione bio (20 anni quest’anno) è ... Leggi di più
SODA, CARNOSA, CROCCANTE: LUCREZIA LA NUOVA OSTRICA ITALIANA
È nata “Lucrezia” un’ostrica tutta italiana, più precisamente emiliano-romagnola. L’esordio milanese ha avuto luogo presso il ristorante A’Riccione Terrazza 12 dove la nuova ostrica è stata ... Leggi di più
IL PALIO DELL’AGNOLOTTO: QUAL È L’AGNOLOTTO PIÙ BUONO DELL’OLTREPÒ?
Torna Il Palio dell’Agnolotto  la sfida benefica per incoronare il migliore agnolotto dell’Oltrepò Pavese: il 28 aprile alla Tenuta Calcababbio (località Calcababbio, Pietra Dé Giorgi, Pavia) 13 Ristoranti pa... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.