25giu 2021
FIORE, CUCINA IN LIBERTÀ A LECCO
Articolo di: Dirce Bottardi

Se già pensavate che il bello ci salverà, dopo aver letto le prossime righe capirete che anche il buono è fondamentale.

 

Buono in tutti i sensi, perché a Lecco la storia di Fiore, cucina in libertà, rappresenta la bontà se assaggiamo un suo piatto o una sua pizza ma dal 2017 è anche un esempio virtuoso di rinascita che deve molto a La Fabbrica di Olinda, la cooperativa sociale attiva nell'ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini di Milano.
Perché si tratta di un bene confiscato alla criminalità organizzata oggi restituito ai cittadini che è stato rifondato secondo un progetto che aveva tre obiettivi: imprenditoriale, un ristorante cioè attento alla materia prima e alla sua lavorazione; sociale, con attività inclusive e di inserimento professionale, e da ultimo culturale per la promozione di eventi.

 

Situato all’ingresso di Lecco, lontano dal lungolago, il locale era di proprietà del boss della ‘ndrangheta Franco Coco Trovato e si chiamava Wall Street. Confiscato nel 1992 in seguito al suo arresto, nel 2006 l’immobile passa al Comune con l’intento di farne una pizzeria, che nel 2011 – insieme a Libera di Lecco – diventa il progetto di una pizzeria della legalità.

 

Tra il 2014 e il 2015 arriva la Regione Lombardia e vengono completati i primi lavori di ristrutturazione. L'anno successivo un bando ne assegna definitivamente la gestione a La Fabbrica di Olinda di Milano, ad Arci Lecco ed Auser Lecco.
Così quasi 20 anni dopo, uno spazio pressoché nascosto ai margini della città è stato trasformato dagli architetti Claudio Lopasso e Carlo Carbone con l’idea che il locale rinascesse visibilmente senza cancellare alcune tracce del passato difficile: ed è per celebrare questo che i cittadini di Lecco, invitati all'inaugurazione, hanno donato dei libri, simbolo di cultura e condivisione del sapere, come mattoni del nuovo locale, libri che sono stati poi disposti non su scaffali ma sulle pareti e sulle lampade (foto 1).

 

E a proposito di inclusione e di inserimento professionale, uno degli scopi di questo posto, va detto che la squadra di cucina e di sala è composta da 11 persone con provenienze ed esperienze diverse che insieme formano una squadra efficiente.

 

Ma veniamo alla cucina di Fiore che è guidata da Giorgio Antoniella - cuoco umbro formatosi sulla cucina italiana con trascorsi professionali internazionali di alto livello - e privilegia la stagionalità delle materie prime a la filiera controllata e spesso corta o prodotti in sintonia con la filosofia del ristorante, come quelli di Libera Terra.

 

Tutti ingredienti di mare e di terra centrali nella preparazione di pizze e focacce e piatti di cucina contemporanea con qualche concessione alla tecnica di preparazione (vasocottura), all'innovazione nei sapori (liquerizia nel salato) e ai profumi esotici (basilico nero tailandese) ma senza eccessi.

 

Dal menù si scopre che pizze e focacce convivono perfettamente con le altre pietanze e sono ideali per scoprirne i sapori: preparate con farina bio 1, lievito madre e lunga maturazione possono diventare un assaggio sfizioso e perfetto anche per la condivisione.

 

Da provare la focaccia con fiori di zucca ripieni di ricotta e zucchine, mozzarella fior di latte e alici di Sciacca. (foto 2); assaggiate anche quella con scapece di verdure come proposta vegetariana e vegana, preparata con pomodoro bio, zucchine, melanzane e peperoni arrosto alla menta (foto 3); o la focaccia alla tagliata di tonno rosso e sesamo nero, marmellata di cipolle di Tropea e capperi di Pantelleria (foto 4).
Se preferite, invece, partire dagli antipasti una scelta fresca e leggera è la tartare di gambero rosso di Mazara del Vallo al profumo di lime con avocado, mozzarella di bufala e granita di rucola su pan brioche (foto 5); così come è golosa il croccante di melanzane con crema di Parmigiano profumato al basilico nero (foto 6).

 

Gli altri piatti della carta offrono diverse opzioni, come tra i primi, il risotto al gambero di Sicilia con riso Carnaroli Tenuta Santa Margherita, mantecato con bisque di gambero rosso, tartare di gambero rosso, mozzarella di bufala, zucchine e zest di limone della Costiera Amalfitana (foto 7): inaspettamente il piatto meno convincente tra quelli provati forse per la difficoltà di legare insieme la decisa nota iodica della bisque con la mantecatura del risotto.
Merita, invece, una menzione speciale tra i secondi e l'intero menu la costina al nero di carré d'agnello al profumo di liquirizia con salsa di melanzane e pecorino, aglio nero e ventaglio di patate croccante che stupisce per l'azzeccata esplosione di sapori, la bontà della carne pré-salé (allevati nei pascoli normanni bagnati dalle maree che li arricchiscono di sale) con panure nera e croccante (foto 8).
Quattro opzioni di dessert chiudono il menu di Fiore che si completa con una breve carte delle birre artigianali e dei vini e con le etichette di Libera Terra e del territorio, come il San Giobbe Pinot nero, Terre Lariane IGT La Costa 2017 e Brigante, Terre Lariane IGT La Costa 2017.
Fiore - Cucina in Libertà

https://www.facebook.com/FioreCucinainLiberta/
https://www.instagram.com/fiore_cucinainliberta/
Aperto a pranzo e cena tutti i giorni tranne il lunedi'.
Coperti: 120 interni e 40 esterni
Pizze: solo la sera e nel weekend
Carte di credito: tutte tranne American Express e Diners

1

2

3

4

5

6

7

8

Photo Credits

Photo 2 : Brambilla Serrani
Photo 3 : Brambilla Serrani
Photo 4 : Brambilla Serrani
Photo 5 : Brambilla Serrani
Photo 6 : Dirce Bottardi
Photo 7 : Brambilla Serrani
Photo 8 : Dirce Bottardi
Indirizzo : Via Belfiore 1 Lecco
Telefono : 0341.1693609
Articoli Simili
I più letti del mese
FESTIVAL DELLE BIRRETTE #FOLKEDITION: TRE GIORNI DI BALLI E MUSICA
Festival delle Birrette #FolkEdition: una festa lunga tre giorni con balli e musica popolare. A mare culturale urbano, dal 25 al 27 maggio 2018 III edizione del Festival delle birrette  di cui abbiamo detto qui:  tre gi... Leggi di più
LIFE IS A BUBBLE E IL PAS DOSÉ ANGELO LE VIGNE DI ALICE
Le Vigne di Alice, è una giovane azienda a conduzione femminile nata nel 2005 per opera di  Cinzia Canzian, nella zona del Conegliano Valdobbiadene Docg.   La filosofia aziendale è da subito volta alla valorizzazione d... Leggi di più
20 MAGGIO 2020 GIORNATA MONDIALE DELLE API
Albert Einstein disse che “Se un giorno le api dovessero scomparire, all’uomo resterebbero solo quattro anni di vita”. E se il genio avesse ragione? E, comunque, ha fatto bene Rigoni di Asiago, azienda ... Leggi di più
LA GIORNATA FAI D’AUTUNNO | CITYLIFE E LE TRE TORRI MILANESI
Domenica 16 ottobre è il giorno della “Fai Marathon 2016”, la Giornata Fai d’Autunno dedicata alla scoperta dei luoghi più belli d’Italia. Oltre 600 i siti aperti in 150 città lungo tutta la Penisola, grazie a 3.500 giov... Leggi di più
LA PIZZA PROVOCA SETE E GONFIORE? CAMBIA PIZZERIA
Un ristoratore chiese a un cliente che aveva appena cenato nel suo locale, se gli fosse piaciuta la sua cucina, e questi rispose che glielo avrebbe saputo dire il giorno dopo. Ed è una risposta molto saggia perché la bon... Leggi di più
WORLD PASTRY STAR 2019: LA PASTICCERIA DALLA CREATIVITA’ AL SUCCESSO ( 1/2 )
Il World Pastry Stars 2019, ( di cui abbiamo parlato qui ) il Congresso di Pasticceria Internazionale organizzato da Italian Gourmet, patrocinato dall’Accademia Maestri Italiani Pasticceri ( AMPI ) e da Relais Dess... Leggi di più
CON UNDUETRIS PRANZETTO DI CITTERIO LA SCHISCETTA È SANA E GIAPPONESE
Con “Unduetris Pranzetto” di Citterio la “schiscetta” è sana e si ispira al design giapponese Citterio, insieme all’Associazione culturale “Il Furoshiki”, ci spiega l’arte ... Leggi di più
PINOT NERO OLTREPÒ PAVESE, VINO DI TERROIR
In una mattina tardo autunnale nella suggestiva location che ospitava la storica Taverna Moriggi, abbiamo partecipato a un evento dedicato all’Oltrepò Pavese, o meglio, al Pinot Nero dell’Oltrepò. Si è parlat... Leggi di più
I 100 PIATTI DEL PROSECCO DI SANDRO BOTTEGA
L’autore de I 100 Piatti del Prosecco, Sandro Bottega, ha voluto raccontare la gastronomia della terra del Prosecco attraverso la raccolta di cento ricette a partire dagli stuzzichini da servire con l’aperiti... Leggi di più
CARNEVALE AMBROSIANO, I VINI, LE CHIACCHIERE E LA ROSA
C’era una volta il Carnevale Ambrosiano. E sì, bisogna proprio cominciare così a raccontare anche gli eventi in corso, come lo storico Carnevale di Milano che dopo quattro giorni senza baldoria, purtroppo, si concl... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.