26mag 2019
L’WORLD PASTRY STAR 2019 PREMIA LE ECCELLENZE DELLA PASTICCERIA ITALIANA ( 2/2 )
Articolo di: Laura Biffi

Il World Pastry Star 2019 ha visto oltre agli interventi e alle lectio magistralis di alcuni tra i migliori pasticceri italiani e stranieri una serie di concorsi:

 

Miglior Pasticcere under 35: la vetrina dei pasticceri che verranno, in giuria Debora Massari, Gino Fabbri, Giancarlo Cortinovis e Giovanni Cavalieri (foto 2) a giudicare i dessert dei 5 finalisti: Andrea Buosi, Valentia De Luca, Lorenzo Lerda, Pierluigi Sapiente e Fabio Spanò. Il tema dell’award consisteva nel creare un cake innovativo, attuale e contemporaneo caratterizzato da un elemento innovativo, avere una confezione per l’asporto, una shelf life di 7 almeno giorni e quindi poter essere conservato fuori dal frigorifero. Si è aggiudicato il titolo di miglior pasticcere under 35 Pierluigi Sapiente ( Flow Bologna ), giovane pasticcere bolognese che si è imposto sugli altri concorrenti con un dolce tutto dedicato alla città di Parma, dalla forma che riprende lo scudo ( parmula ) da cui deriva il nome della città, agli ingredienti: la violetta di Parma, la mela zucchetta fino alla varietà autoctona di un grano antico scelto per l’impasto (foto 3). Hanno seguito sul podio Andrea Buosi e Fabio Spanò rispettivamente al secondo e terzo posto. ( Foto 4)


Miglior Pasticcere Donna: le cinque finaliste sono giovani pasticcere che dirigono pasticcerie proprie: Sara Bruno, Silvia Federica Boldretti, Caterina Falomo, Giulia Giocondi ed Elena Serra chiamate a preparare una selezione di pasticceria da tè completa, variegata ed innovativa con specifiche caratteristiche tecniche: cinque tipi di pasticcini diversi per gusto, forma e ricetta, con almeno un elemento innovativo e confezionati per l’asporto. La giuria composta da Fabrizio Galla, Alessandro Servida, Domenico di Clemente e Maurizio Colenghi ha decretato vincitrice Sara Bruno ( Pappa Reale, Bologna ) seguita da Silvia Federica Boldretti e Caterina Falomo ( Le Dame Golose, Venezia ).

 

Infine il premio per il Miglior Comunicatore Digitale, con la partnership di Mimesi è stato assegnato allo Chef Patissier Pierre Hermé, per aver fatto conoscere attraverso un’ottima comunicazione ed un successo mondiale il macaron . Al secondo posto i Fratelli Pansa della Pasticceria Pansa di Amalfi che hanno saputo costruire una strategia di comunicazione attenta e proficua abbinandola efficacemente all’e-shop.

 

Novità assoluta del WPS 2019: il “Grand Prix World Pastry Stars”, che ha designato Iginio Massari Miglior Pasticcere del Mondo 2019. Premiato da Molino Dallagiovanna, il Maestro Iginio Massari, fondatore e presidente onorario di Accademia Maestri Pasticceri Italiani ha ricevuto il premio assegnato da una giuria di giornalisti: Eleonora Cozzella Food Journalist Gruppo Editoriale L’Espresso Repubblica, Laura Mantovano Direttore editoriale Gambero Rosso, Alberto Schieppati Direttore Editoriale Artù, Enzo Vizzari Direttore Guide Espresso ( Foto ). “Per aver tenacemente perseguito negli anni la strada della qualità assoluta, del prodotto così come del lavoro in laboratorio. Per aver saputo valorizzare e comunicare la figura dell’artigiano pasticcere, nel proprio paese e nel resto del mondo, affermando la ricchezza di un mestiere faticoso e gratificante, un professionista che è diventato nel tempo il faro di migliaia di giovani”. ( Foto 5 )

1

2

3

4

5

Articoli Simili
I più letti del mese
GOLF E BIOLOGICO: AL VIA l’XI EDIZIONE DEL TORNEO RIGONI DI ASIAGO
Il 2 aprile è partita l’undicesima edizione del Torneo Golf Rigoni di Asiago,  dal Molinetto Country Club di Cernusco sul Naviglio (MI) la manifestazione a scopo benefico, che combina sapientemente i valori dello s... Leggi di più
Il museo diffuso a Milano- Il VUMM
All' Università degli Studi di Milano  ma da oggi in molti luoghi della città e del mondo, il turista, lo studioso, il ricercatore potranno beneficiare del valore della raccolta e della virtualizzazione dei beni e delle ... Leggi di più
VERTICALE DI AGAPANTO BOLGHERI ROSSO PODERE CONCA DI SILVIA CIRRI
Abbiamo incontrato Silvia Cirri, patronne dell’Azienda Podere Conca di Bolgheri  nella sua casa milanese per un press lunch preceduto da una verticale di cinque annate di Agapanto Bolgheri rosso e da un’annat... Leggi di più
GRUSS CRÉMANT D’ALSACE | FRESCO, AGILE, DI GRANDE PIACEVOLEZZA
I vini alsazini sono garbati e piacevolmente profumati e, eccezion fatta per il pinot nero, sono tutti bianchi. Rappresentano il 20 % della produzione frncese. I più noti sono Gewurztraminer, Riesling, Sylvaner, Pinot gr... Leggi di più
L’ERBAMAT, UVA DI FRANCIACORTA | CUVÉE 1564, CASTELLO BONOMI
Si è tenuta presso il ristorante Ceresio7 di Milano una verticale di Cuvée 1564, Progetto Erbamat Castello Bonomi. Presenti Carlo Paladin, responsabile tecnico, Roberto Paladin, responsabile commerciale, Luigi Bersini, c... Leggi di più
GAMBERO ROSSO: PANE E PANETTIERI D’ITALIA
Gli esperti di Gambero Rosso hanno individuato 370 indirizzi dove il pane è ottimo e, quindi, si può andare a colpo sicuro per portare in tavola qualcosa di veramente esclusivo. Poi, da questi 370 grandi panettieri descr... Leggi di più
Il progetto BioQitchen “Fair Food Innovation Lab”
Mauro Benincasa (a destra nella foto 1), Ceo del Gruppo HQ Food & Beverage, ha presentato alla stampa BioQitchen “Fair Food Innovation Lab” brand che affianca le altre tre anime del gruppo operative in divers... Leggi di più
BOLLICINE DAL MONDO, L’APP ON-LINE
Sul palco del Teatro Manzoni di Milano ha debuttato la prima edizione della guida BOLLICINE DEL MONDO innovativo progetto editoriale, in formato esclusivamente digitale, dedicato al meglio della produzione dei vini spuma... Leggi di più
LA MISCELA PERFETTA PER IL TIRAMISÙ ? È DOLCE DI GOPPION CAFFÈ
Si chiama Dolce ed è la storica miscela di Goppion Caffé  per fare un tiramisù perfetto. Chi lo dice? L’ Accademia del Tiramisù,  durante la serata dedicata alla scoperta della torrefazione. L’annuncio è stat... Leggi di più
LOCANDA RADICI: SOSTENIBILITÀ, CONTEMPORANEITÀ E SAPORI DELLA MEMORIA
La Locanda Radici si trova a Melizzano, nel Sannio Beneventano, alla confluenza dei fiumi Calore e Volturno, sulle prime pendici occidentali del Taburno.   È luogo non solo di bellezze paesaggistiche, ma anche di giaci... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.