19ott 2020
CON IL PANETTONE DI FILIPPI PER L’AUTUNNO DI NEFF
Articolo di: Anna Buffa

Negli spazi di Neff a Milano per scoprire le novità della Pasticceria Filippi per il Natale 2020

 

Sembrava tutto magicamente concertato: il primo freddo su Milano, un pomeriggio di piacevoli incontri in uno spazio magico come quello di Neff e il panettone di Filippi, dolce anteprima del Natale che iniziamo a scorgere all’orizzonte.

 

Parlando della Pasticceria Filippi, parliamo di un’azienda familiare attiva dal 1972, che ha iniziato a produrre artigianalmente dolci per la colazione e che ha fatto dell’utilizzo esclusivo del lievito madre il suo stendardo. Ancora oggi, marchio distintivo dell’intera produzione.
Ma non è solo la presenza del lievito madre a fare della Pasticceria Filippi una pasticceria dell’eccellenza. Tutti gli ingredienti utilizzati sono frutto di un’accurata selezione e la loro scelta si rispecchia nel risultato finale dei prodotti.

 

Tanto per cominciare, non viene utilizzato lo zucchero invertito bensì il miele dei colli Euganei le cui api sono trattate con metodi biologici e nel rispetto della natura. Le uova provengono da allevamenti a terra e all’aperto, in un ambiente cruelty-free. Il latte, poi, viene dalla latteria del paese che raccoglie il latte degli allevatori delle montagne limitrofe, mentre il burro proviene dal Nord Europa, tra i migliori paesi al mondo nella centrifugazione di questo prodotto.

 

Gli ingredienti utilizzati poi per arricchire il panettone sono delle vere specialità: scrorzone di limoni di Sicilia e di arance Washington della Calabria; albicocche piemontesi -le tonde di Saluzzo- e pesche e amarene d’Istria, tutte trattate senza solfiti né conservanti, mentre la candidatura avviene a cielo aperto, senza pressioni meccaniche.

 

Inoltre, non viene utilizzato alcun aroma artificiale ma solo polvere della bacca di vaniglia del Madagascar. E così come la spezia più pregiata viene dall’Africa, altresì il cacao viene dalla Costa d’Avorio e fa parte di un progetto equosolidale.

 

La famiglia Filippi è molto attenta a che tutti i fornitori dei loro prodotti rispettino degli standard a cui loro stessi sono molto legati. L’azienda, infatti, è una B Corp, ovvero un nuovo tipo di azienda che rispetta i più alti standard di scopo, responsabilità e trasparenza.

 

L’energia verde applicata alla produzione (illuminzione a LED, utilizzo di impianti ad alta classe energetica e sistemi di risparmio dell’acqua) e l’attenzione e la cura verso i propri dipendenti attraverso una serie di ammortamenti sociali, fanno della pasticceria Filippi un’azienda d’avanguardia.

 

L’ambiente, infine, non è ultimo nella scala delle attenzioni e infatti perfino il nastro è fatto secondo il principio dell’accuratezza che regola le scelte della famiglia Filippi: si tratta, infatti, di un filato rigenerato, ricavato dalle bottiglie di latte dell’Alta Italia.

Nel corso dell’evento presso lo spazio Neff di Milano abbiamo ho modo di gustare il panettone Filippi Super Avorié Classico a chiusura di un ricco buffet che si è aperto tra gnocco fritto, formaggi e salumi, e che è proseguito con un risotto allo zafferano e ragù d’anatra (foto 5) che ha perfettamente risposto al mood della giornata autunnale.

 

La morbidezza del panettone e il suo profumo inebriante di vaniglia e burro o forse di burro e vaniglia, non so più quale dei due predominasse sull’altro, hanno concluso la magica presentazione dell’azienda Filippi, il cui vero indicatore di performance, ci rivela Lorenzo (foto 6), proprietario e pasticciere nonostante la sua laurea in economia, è la felicità dei dipendenti.

 

 

In fondo penso che i lavori belli sono più di quelli che immaginassi!

1

2

3

4

5

6

Articoli Simili
I più letti del mese
PASQUA E PASQUETTA 2018: LE PROPOSTE DELLA RISTORAZIONE IN ITALIA
Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi, così recita il famoso detto, ma quali sono le proposte della ristorazione per ingolosire i clienti durante le festività in arrivo? Se lo è chiesto TheFork, sito e app per Android ... Leggi di più
AL MUDEC JEAN-MICHEL BASQUIAT, L’ARTISTA AMERICANO SCOMPARSO A 27 ANNI
In mostra al Mudec  (Museo delle Culture dal 28 ottobre al 26 febbraio quasi cento opere di Jean-Michel Basquiat che ne descrivono la breve ma intensa carriera. Le opere del writer e pittore statunitense, scomparso il 1... Leggi di più
RUMBLE: IL GRANDE SPIRITO DEL ROCK
La grande storia del rock e delle sue radici nativo americane è protagonista al cinema con le I Wonder Stories. Presenta il film in sala Andrea Morandi. In anteprima a Sala Biografilm  in versione originale sottotitolata... Leggi di più
THE FOODIES BROS. E SIMONE RUGIATI: L’ARTE CULINARIA ITALIANA
THE FOODIES BROS. e Simone Rugiati reinterpretano la tradizionale arte culinaria italiana.   Dall’amore per il cibo e le buone tradizioni nasce un marchio che è garanzia di qualità, frutto dell’incontro tra gli esperti... Leggi di più
METTI UNA CENA CON ANGELA VELENOSI SORSEGGIANDO IL SUO “VERSO SERA”
E, improvvisamente, una donna bella, brillante, dinamica, di successo, blocca il racconto della sua impetuosa cavalcata nel mondo del vino perché il ricordo di un messaggio del padre nella segreteria telefonica gli togli... Leggi di più
AL TEATRO7 CON PASSIONE CUCINA 2 SERATE DEDICATE ALLA SEMPLICITÀ
Teatro7: Passione Cucina due serate dedicate alla semplicità della cucina regionale.   La cucina semplice è quella più immediata, sincera, e proprio per la sua semplicità, non ammette errori, correzioni con salse copre... Leggi di più
I DOLCI NATALIZI 2015: MARCELLO MARTINANGELI PROPONE I TRONCHETTI

Per il Natale 2015, Marcello Martinangeli delle Dolci Tradizioni propone 3 versioni di tronchetti, o "buche" in francese, dolci tipicamente natalizi: Marrons glacé Base di frolla, mousse ai marroni, cuore di mousse al... Leggi di più
REALTÀ IMPRENDITORIALI DI SUCCESSO: MONDODELVINO SPA A PRIOCCA (CN)
L’azienda è una delle più certificate in Italia, probabilmente la prima per attestati nel settore vinicolo, che non si ottengono per caso, ma sono il frutto di un percorso fortemente voluto e perseguito con impegno... Leggi di più
LA MOUSSE DI KNAM AL TRIS DAY | UNA STORIA TRENTENNALE
Chissà se in quel lontano 1987 il giovane Ernst Knam mentre realizzava la sua prima mousse ai tre cioccolati al Terrace del Dorchester di Londra intuì che sarebbe divenuta il suo dolce simbolo. Era diversa da quella che ... Leggi di più
LE NOVITA’ DEL NATALE 2019: LA PRALINA AL PANETTONE DI DAVIDE COMASCHI
La nuova pralina in edizione limitata di Davide Comaschi, il panettone racchiuso in uno scrigno di cioccolato è la novità del Natale 2019 che si aggiunge alle altre 10 praline della Galaxy Collection (foto 1).   Si chi... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.