28apr 2019
L’ESPRIT DI CHARDONNAY DEL FRANCIACORTA SATÈN 2014 DI MOSNEL
Articolo di: CityLightsNews

L’annata 2014 si può definire capricciosa, definita da una primavera calda e da un’estate più fresca della media. Il vigneto, pertanto ha dapprima visto una rigogliosa fioritura e successivamente un rallentamento della maturazione delle uve, così che, al momento della raccolta, si è effettuata una severa selezione dei grappoli. La vendemmia di Mosnel, rigorosamente a mano e con passaggi scalari così da cogliere di volta in volta solo le uve chardonnay che avevano raggiunto il giusto stadio di maturazione, si è svolta tra il 18 agosto e l’8 settembre. Alla raccolta è succeduta la pressatura dolce dei grappoli e il mosto ottenuto è stato decantato a temperatura controllata per lo sviluppo dei profumi più delicati prima della fermentazione, avvenuta in parte in vasche d’acciaio, in parte in barrique (40%). Giulio Barzanò ha poi assemblato i vini base per formare la cuvée definitiva che – in sole 29.000 esemplari - ha affinato sui propri lieviti per 36 mesi, nelle seicentesche cantine della famiglia Barzanò, sino a raggiungere l’equilibrio di tutte le componenti. 

 

Nasce così il Satèn millesimato di Mosnel 2014 che bene esprime le specificità dell’annata declinandone l’armonia e la freschezza intessendole alla finezza di perlage e cremosità tipiche dei Satèn franciacortini, esprimendo verticalità e trama elegante. 

 

Per scelta di Lucia e Giulio Barzanò prodotto in versione millesimata sin dalla prima annata nel 1996, il Satèn di Mosnel è composto da uve chardonnay in purezza, vitigno tra i più rappresentativi dell’azienda, che ad oggi copre il 70% della superficie vitata della tenuta.

Satèn 2014 di Mosnel piace per le sfumature perlescente e luminosa dei migliori Chardonnay .

 

L’azienda. Mosnel conta su un unico corpo di vigneti di 41 ettari che abbraccia l’azienda, caso molto raro in Franciacorta. Un giardino di filari a conduzione biologica dove sfilano chardonnay, pinot bianco e pinot nero. Ogni vitigno ha trovato la sua giusta collocazione in base alle singole caratteristiche pedoclimatiche delle varie parcelle ed i tempi di vendemmia sono calibrati sui 15 appezzamenti individuati all’interno dell’area vitata. Nella gamma sans année dell’azienda ci sono il Franciacorta Brut, il Pas Dosé e il Rosé e il Brut Nature. Tra i millesimati, oltre al Satèn, anche il Parosé (premiato nel 2014 come migliore Pas Dosé del mondo alla Champagne & Sparkling Wine World Championships), l’Extra Brut EBB, dedicato a Emanuela Barzanò Barboglio e, solo nelle annate migliori e dopo quasi 10 anni di affinamento sui lieviti, il Riserva.

1

2

Articoli Simili
I più letti del mese
LE BACCHE FREDDE DEL SUD
Il Sud Italia non è solo terra di sole e mare, di tuffi infiniti tra vento caldo e brezza marina, nel profondo si nascondono zone impavide, di difficile conduzione, dove la coltura diventa imprevedibile perché bersagliat... Leggi di più
CARPACCIO DI CALAMARO
Tagliolini con gamberi e carciofi alle due cotture
UN 2016 RICCO DI PREMI PER LA CANTINA CONTE COLLALTO
Dal Concours de Bruxelles al Merano Wine Festival fino alla lusinghiera valutazione del prestigioso Wine Spectator, un bilancio più che positivo per il marchio di Susegana che diventa ancora più internazionale.   Un 20... Leggi di più
WORLD’S BEST GELATO FLAVOR IL MIGLIOR GUSTO DI GELATO AL MONDO
Il miglior gusto di gelato al mondo: in anteprima assoluta, ecco i 36 gusti di gelato che si contenderanno il titolo a Rimini, nel gran finale del Gelato World Tour (8-10 settembre) Arrivano da 4 continenti e 19 nazioni... Leggi di più
INTRAPPOLA.TO | IL GIOCO DI FUGA TUTTO ITALIANO… E NON SOLO!
Intrappola.to è stata la prima Escape Room a sbarcare in Italia, nel 2015. La prima stanza ha aperto a Torino nel maggio 2015 e in pochi mesi il gioco, subito virale sui social e amatissimo dai Millenials, ha saputo tras... Leggi di più
GUIDA VINIPLUS 2019 | QUAL È LO STATO DI SALUTE DELL'ENOLOGIA LOMBARDA?
Viniplus, la Guida delle produzioni vinicole di qualità lombarde pubblicata all’Associazione Italiana Sommelier della Lombardia, è giunta alla XIII edizione. La Guida documenta, anno dopo anno, l’evoluzione d... Leggi di più
APPUNTI DI VIAGGIO: OSTRICHE INDIMENTICABILI
Nonostante fosse marzo il vento era molto freddo e il mare, grigio, diventava in alcuni momenti particolarmente minaccioso. Quel giorno, mi dissero, nessuna barca era uscita dal porticciolo di Saint-Malo. Eppure c’... Leggi di più
IL DONNA MARTA 2012 PREMIATO DA VINIPLUS 2018
Un altro importante riconoscimento per la Tenuta Le Mojole  arriva dopo Berlino, Bruxelles e Londra: la guida Viniplus 2018 della Associazione Italiana Sommelier assegna infatti 4 Rose Camune al Donna Marta Rosso 2012. U... Leggi di più
BAROLOBRUNELLO: 18 E 19 NOVEMBRE A MILANO
Girotondo divino a barolobrunello 18 e 19 novembre, Officine del volo. Si avvicina sempre di più l’appuntamento con barolobrunello, il girotondo del vino ideato dalla pazza squadra di WineZone. Sabato 18 dalle ore ... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.