03dic 2018
L’UNIONE RISTORANTI DEL BUON RICORDO FESTEGGIA IL LIV COMPLEANNO
Articolo di: Michele Pizzillo

Saranno festeggiati i 54 anni di storia ma, anche le nuove 14 specialità e le nove new entry, all’appuntamento del 4 dicembre a Milano (Officine del Volo, via Mecenate 76/5) dell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo. E, così, dopo le grandi cene di presentazione al Circolo della Stampa che hanno fatto la storia della ristorazione italiana, “quest’anno abbiamo pensato di tornare a dare vita ad un evento annuale che vuole essere una grande Feste del Buon Ricordo”, dicono i dirigenti del sodalizio. Intanto per presentare i nuovi ristoranti che entreranno a far parte della squadra dall’anno prossimo e già inseriti nella Guida 2019 che sarà distribuita durante la serata di gala milanese dopo aver illustrato il nuovo corso dell’associazione.

 

All’evento di Milano, parteciperanno anche i nuovi partner del sodalizio, importanti realtà nazionali del settore, che si affiancheranno ai ristoratori per promuove il meglio dell’enogastronomia italiana.

 

Insomma, quella programmata per il 4 dicembre si preannuncia come una serata speciale, che segue solo di qualche giorno la partecipazione, il 19 novembre scorso, all’Ambasciata d’Italia di Parigi, all’apertura della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo che sino al 25 novembre ha proposto, a livello internazionale, sapori, valori e cultura dell’enogastronomia della penisola, valorizzandone agroalimentare e cucina di qualità.

 

Alla serata di gala parigina, hanno partecipato gli chef di otto ristoranti aderenti all’Unione Ristoranti del Buon Ricordo (La Manuelina di Recco, Al Cavallino Bianco di Polesine Parmense, I 5 Campanili di Busto Arsizio, Mori Venice Bar di Parigi, La Fefa di Finale Emilia, Masuelli di Milano, Ristorante Jim di Grosio, Lo Stuzzichino di Massa Lubrense), coordinati da Massimo e Celine Mori del “Mori Venice Bar” di Parigi, conosciutissimo ristorante italiano nel cuore della capitale francese. Con i Mori c’erano il presidente dell’Unione, Cesare Carbone del ristorante Manuelina, la vice presidente Giovanna Guidetti del ristorante La Fefa e il segretario generale organizzativo Luciano Spigaroli del ristorante Al Cavallino Bianco, Antonio Pagani referente Europa Buon Ricordo e chef patron de “I 5 Campanili”, Massimiliano Masuelli chef patron del Masuelli, Giuseppe Caspani del Jim, Mimmo De Gregorio chef patron de Lo Stuzzichino. Tutto con la supervisione operativa dello staff del Mori Venice, con lo chef Silvano Sollai e il direttore di sala Alessio Pedrotti e le loro brigate. E’ stato così proposto un goloso e raffinato viaggio gastronomico fra le prelibatezze italiane.


Ma, anche, fra le specialità che caratterizzano i piatti del Buon Ricordo, dipinti a mano, ad uno ad uno, dagli artigiani della Ceramiche Artistiche Solimene di Vietri sul Mare, famiglia di ceramisti della Costiera Amalfitana la cui origine si perde nella notte dei tempi. Con lo stile naif e coloratissimo che li contraddistingue, colgono in sintesi la pietanza – simbolo di ciascun locale (che, a discrezione del locale, può essere variata ogni 5 anni), arricchendo la decorazione con riferimenti al ristorante, al territorio, ai prodotti della zona. Sul bordo riportano il nome del locale e la località in cui si trova.

 

Oggi, come nel 1964, sono prodotti utilizzando l’argilla grezza delle cave di Ogliara, a pochi chilometri da Vietri. Lavorata e manipolata con acqua, setacciata e filtrata per ottenere un impasto molto morbido, asciutto e privo di bolle. Con esso si costruiscono i piatti, che subiscono un processo di essiccamento e una prima cottura (a 100 gradi). Dopo di che, il “cotto” viene smaltato e passa alla decorazione, che avviene attraverso lo “spolvero” (come negli antichi affreschi) che permette di trasferire sul piatto una leggera traccia in polvere di carbone, sulla quale lavorano (a mano) i decoratori. A piatto ultimato, la seconda cottura fissa definitivamente i colori. I prodotti usati garantiscono la sicurezza alimentare e quindi i piatti possono essere tranquillamente usati per mangiare. Attorno a questi piatti si è sviluppato un vivace collezionismo, tant’è che nel 1977 è nata l’Associazione dei Collezionisti dei Piatti del Buon Ricordo: un’iniziativa assolutamente autonoma rispetto all’Unione.

 

1

Articoli Simili
I più letti del mese
FESTA DEL TORRONE DI CREMONA 2017, LA FESTA PIU’ GOLOSA D’ITALIA
Imperdibile: per 9 giorni, dal 18 al 26 novembre, Cremona si trasformerà nella città più dolce d’Italia con la Festa del Torrone, interamente dedicata alla Gola che è il fil rouge di questa edizione. Come ogni anno... Leggi di più
ESTATE DI NATURA E CULTURA ALLE ISOLE FAROE
Dal seafood festival alla notte della cultura, passando per i numerosi eventi musicali, tutto questo nel paesaggio mozzafiato delle Isole Faroe. Un arcipelago di 18 isole nell’oceano Atlantico settentrionale, incontamin... Leggi di più
PISCO IS PERÙ
Inka Pisco (bicchiere nero), Chiccha Sour (mug), e Pisco Pop (coppa rotanda) sono i cocktail creati dal Bulk e che reinterpretano il liquore tipico del paese sudamericano. Il più evocativo di quel paese e piacevole per l... Leggi di più
Riso Carnaroli Riserva San Massimo
Il Carnaroli è un riso superfino, ossia dotato di chicco grosso, vitreo, resistente alla cottura, ricco di amido. Sono queste le caratteristiche che ne fanno un riso da risotto in quanto non si sfalda e l’amido lega la p... Leggi di più
RED DELICIOUS VAL VENOSTA, E FU SUBITO AMORE FRA NATURALITÀ E BONTÀ
In Alto Adige, tra i 500 e i 1.000 metri di altitudine, nasce Red Delicious Val Venosta, la mela frutto del perfetto equilibrio tra Naturalità e Bontà. Dalle qualità straordinarie, Red Delicious si distingue per il suo c... Leggi di più
IL NUOVO METODO CLASSICO, MILLESIMATO 2014 FORTULLA
Il nuovo Metodo Classico, Millesimato 2014, è nato per celebrare i 20 anni della cantina di Castiglioncello Fortulla '94, spumeggiante emblema di un sogno diventato realtà Quale miglior modo per brindare al sogno di u... Leggi di più
OSTERIA DELLA BULLONA: CUCINA MILANESE RIVISITATA
A marzo 2017 ha inaugurato in Via Piero della Francesca a Milano, a due passi da Corso Sempione, l’Osteria della Bullona, ristorante di cucina milanese rivisitata del duo Daniele Carettoni e Daniele Ferrari. L&rsqu... Leggi di più
BARONE PIZZINI: IMPORTANTE REALTÀ FRANCIACORTINA A BASSO IMPATTO AMBIENTALE
Fondata nel 1870 dai Baroni Pizzini, sin dagli esordi l’azienda ebbe una guida illuminata. Nel 1993 furono coinvolti nella proprietà alcuni imprenditori e dal 1998 venne avviata la sperimentazione biologica cui fece segu... Leggi di più
AL PIER 52 PER SAN SILVESTRO A CIASCUNO IL SUO MENÙ! 
Al molo gourmand di via Piero della Francesca 52 ‎ampia scelta a la carte per il tradizionale cenone di fine anno   Se "per ogni fine c'è un nuovo inizio", al Pier 52, approdo gourmand all'ombra dell'Arco della Pace, l... Leggi di più
LADY BE: I VOLTI CHE HANNO CAMBIATO LA STORIA | CASTELLO VISCONTEO DI PAVIA
Inagura domani, sabato 10 Marzo alle ore 17,00 la mostra “I volti che hanno cambiato la storia”, presso i Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia. L’evento, patrocinato dalla Regione Lombardia, dai... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.