09apr 2019
LA XIII EDIZIONE SAN PELLEGRINO SAPORI TICINO
Articolo di: Michele Pizzillo

Ha girato il mondo, scegliendo le eccellenze delle cucine più famose ma, anche, facendo scoprire chef molto bravi ma poco conosciuti. Alla XIII edizione, Dany Stauffacher (foto 2 a sinistra), ideatore e animatore della San Pellegrino Sapori Ticino , ha deciso di tornare un po’ a casa, per andare alla scoperta della Svizzera che quest’anno brilla più che mai con un numero record di punti Gault&Millau e di stelle Michelin a dimostrazione della sua grande personalità culinaria.

 

E, così, dopo aver portato il mondo in Svizzera, San Pellegrino Sapori Ticino, dopo il  gala dinner di Ginevra presso il Four Seasons Hotel des Bergues, martedì è a Zurigo, prima di proseguire per Ascona, Locarno e Lugano dove, il 16 giugno, si concluderà la kermesse presso lo Splendide Royal Hotel con il final party e l’arrivederci al 2020.

 

E, così, uno dei più rinomati e longevi festival enogastronomici d’Europa, per seguire il filo rosso dell’eccellenza nazionale, ha scelto di collaborare con Les Grandes Tables de Suisse, la più prestigiosa associazione gastronomica svizzera che raggruppa quasi tutte le migliori tavole del Paese.

 

Una scelta che alla presentazione milanese del Festival patron Stauffacher, affiancato dal bistellato chef italiano Marco Sacco, ha sintetizzato con questa affermazione: “spesso si sente dire che la Svizzera, un Paese con quattro diverse lingue e contaminata da tante culture differenti non abbia una propria identità culinaria. Dopo aver girato in lungo e in largo la Svizzera e i suoi ristoranti, vi assicuro che la nostra nazione è davvero unica nel suo genere, a partire dalla sua cucina. Eclettica, sperimentale ma con solide basi, ricca di talenti e passione: la cucina svizzera meritava un palcoscenico d’eccellenza per raccontarsi al pubblico in tutta la sua meraviglia e noi siamo orgogliosi di offrirglielo”.

 

Quindi, edizione 2019, nell’omaggio alla Svizzera culinaria, non poteva mancare però una serata dedicata allo chef che la guida Gault&Millau Switzerland del 2019 ha incoronato come “Cuoco dell’anno”: Heiko Nieder, (19 punti Gault&Millau e 2 stelle Michelin), talentuoso chef del The Restaurant all’interno di The Dolder Grand di Zurigo porterà nella cucina di Domenico Ruberto all’Splendide Royal Hotel  di Lugano la sua cucina emozionale. Questa serata consacra una grande novità per San Pellegrino Sapori Ticino, che inizia quest’anno una importante collaborazione con Gault&Millau Switzerland, condividendo con la guida la stessa grande passione per il cibo e il servizio di qualità.

 

La partenza, come abbiamo detto, è stata Ginevra, con il secondo appuntamento, il 9 aprile, al Widder Hotel di Zurigo, splendida location del gruppo Swiss Deluxe Hotels, maestri del servizio d’eccellenza, dove cucineranno alcuni tra i migliori chef ticinesi, portando oltre il Gottardo la cucina più solare e mediterranea dell’intera nazione: Lorenzo Albrici (Locanda Orico di Bellinzona, 16G&M - 1*M), Luca Bellanca (Metamorphosis di Lugano), Dario Ranza e Cristian Moreschi (Villa Principe Leopoldo di Lugano, 17G&M) e Domenico Ruberto (I due Sud dell’Hotel Splendide Royal di Lugano) che saranno i protagonisti nella serata inaugurale di Ginevra, coadiuvati dallo chef locale Massimiliano Sena (15G&M – 1*M). 

 

L’esordio in Ticino è previsto il 28 aprile, con lo chef Didier de Courten (Le Terminus di Sierre – 19G&M – 2**M) che sarà ospite di Frank Oerthle nel Ristorante Galleria Arté al Lago del Grand Hotel Villa Castagnola di Lugano, dove porterà i suoi piatti a metà strada tra innovazione e tradizione. Sarà poi la volta dell’appuntamento all’ Hotel Splendide Royal di Lugano per il gala iniziale dedicato alla cucina degli Swiss Deluxe Hotels dove cucineranno Salvatore Frequente (La Brezza dell’Hotel Eden Roc di Ascona – 16G&M - 1*M), Marcus G. Lindner (Le Grand Bellevue di Gstaad – 18G&M) e Domenico Ruberto come padrone di casa. Ci sono, poi, altri due chef tristellati Michelin svizzeri che parteciperanno alla manifestazione: Franck Giovannini (foto 3) (Hôtel de Ville di Crissier – 19 G&M – 3***M), ospite del Ristorante Ciani di Lugano per regalare ai commensali il suo estro culinario con solide basi nella grande cucina francese, e Peter Knogl (Cheval Blanc by Peter Knogl di Basilea – 19G&M – 3***M) che sarà il protagonista della cena al Castello del Sole di Ascona, dove si scopriranno le influenze tedesche nella cucina d’autore svizzera con l’aiuto del resident chef Mattias Roock (18G&M - 1*M). A rappresentare il terzo gioiello della cucina nazionale, Andreas Caminada, ci sarà il suo delfino Silvio Germann (IGNIV by Andreas Caminada di Bad Ragaz – 17G&M – 1*M) che offrirà agli ospiti del Seven Lugano The Restaurant l’emozione del “food sharing experience”, ospitato da Claudio Bollini.

 

Il festival, come è di consueto da 13 anni, accompagnerà i piatti degli chef con grandi vini del Ticino e non solo, a dimostrazione, se ancora ce ne fosse bisogno, che i vini locali sono perfetti in abbinamento all’alta gastronomia.

 

Al Fiore di pietra, nella cucina di Luca Bassan, nella splendida location in cima al Monte Generoso, cucinerà invece Stéphane Décotterd (Le Pont de Brent di Brent – 18G&M – 2**M), capace di raccontare i suoi luoghi attraverso i sapori. Bernard e Guy Ravet (L’Ermitage des Ravet di Vufflens-le-Château – 19G&M – 1*M) porteranno al The View di Lugano, tra i fornelli di Mauro Grandi, la loro personale idea di “cucina di squadra”, dove il team è composto proprio da padre e figlio.

 

Torna in Ticino, ospite dello Swiss Diamond Hotel di Vico Morcote e dello chef Egidio Iadonisi, Martin Dalsass (Talvo by Dalsass di Champfèr – 18G&M - 1*M) insieme al suo tocco gastronomico nel rispetto della natura e delle sue stagioni. Bernadette Lisibach (Neue Blumenau di Lömmenschwil – 16G&M - 1*M), segnalata come “Female Chef of the Year 2015” by Gault&Millau e neostellata, insieme a Lorenzo Albrici (Locanda Orico – 16G&M – 1*M) saranno i protagonisti di una cena a quattro mani dagli esiti sicuramente sorprendenti, nel panoramico ristorante di Villa Orselina a Locarno-Orselina, ospiti di Riccardo Scamarcio (13G&M). Ciliegina sulla torta di questo programma “made in Suisse”, André Jaeger, presidente per oltre 20 anni de Les Grandes Tables de Suisse fino a pochi anni fa e, per decenni, grande interprete della cucina gastronomica svizzera. La sua serata si terrà a Villa Principe Leopoldo di Lugano dove sarà ospite dello chef Cristian Moreschi con Dario Ranza.

 

Dall’Italia arriveranno Enrico Bartolini, del Mudec di Milano oltre chef tricolore più stellato, che sarà al BLU Restaurant & Lounge di Locarno, ospite di Davide Asietti. Ma, anche, per gli eventi speciali che vedranno protagonisti grandi chef per serate a tema, come quella dedicata al pesce d’acqua dolce interpretata dallo chef bistellato italiano Marco Sacco (foto 2 a destra) (Ristorante Piccolo Lago di  Verbania), ospite di Luca Bellanca al Metamorphosis Lugano. 

 

Novità assoluta per il 2019 sarà la serata Salute con Sapore, in collaborazione con EOC, l’Ente Ospedaliero Cantonale: nella sede dell’Ospedale italiano di Lugano 5 chef delle strutture ospedaliere del Ticino cucineranno per il pubblico del festival, portando in tavola la propria versione di piatti salutari e gourmet. Il progetto Salute con Sapore proseguirà anche a kermesse ultimata, per portare il concetto di cibo sano tra le case dei ticinesi.

San Pellegrino Sapori Ticino si concluderà con il gala finale allo Splendide Royal Hotel di Lugano, dove un team di grandi chef ticinesi metterà il sigillo alla tredicesima edizione di San Pellegrino Sapori Ticino.

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
ROMA FILM FESTIVAL: JEROBOAM BOTTEGA GOLD IN OMAGGIO A FRANCO NERO
Il 12 dicembre il XXI Roma Film Festival dedicherà un omaggio speciale a Franco Nero. L’evento si terrà a Roma, presso il Teatro Blasetti del Centro Sperimentale di Cinematografia, alla presenza dei massimi rappresentant... Leggi di più
CINQUE RUM CHE VALE LA PENA CONOSCERE | MILANO RUM FESTIVAL
Abbiamo scritto del Milano Rum Festival qui. Siamo stati per voi a degustare alcune referenze e di quelle provate cinque riteniamo che siano vivamente consigliabili. Severin  dalla Guadalupa, tra i rum della casa abbiamo... Leggi di più
AGOSTO AI GIARDINI PAPRIKA E CANNELLA: DELIZIE MEDITERRANEE CON UN TOCCO DI SARDEGNA
Per la prima volta il celebre ristorante di zona porta Venezia, ritrovo modaiolo e della” Milano bene”, rimane aperto tutto agosto per soddisfare i palati più esigenti che rimangono in città.  Una gradita sorpresa per l... Leggi di più
ARTBOX, IL NUOVO MAGAZINE DEDICATO A MOSTRE ITALIANE E INTERNAZIONALI
È Parigi il filo conduttore della prima puntata di Artbox, il nuovo magazine dedicato a mostre italiane e internazionali, in onda mercoledì 11 gennaio su Sky Arte HD alle 20.45. Punto di partenza, l'avveniristica Fondat... Leggi di più
ALLA STATALE DI MILANO ESPOSTA UN’IMPONENTE OPERA DI JANNIS KOUNELLIS
E’ stata recentemente inaugurata all’Università degli Studi di Milano in Via Festa del Perdono 3 dal Rettore Prof. Gianluca Vago e dall’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, Senza titolo 2005, l&rsq... Leggi di più
MANI IN PASTA APRE IN VIALE MONZA
Di Mani in Pasta abbiamo scritto qui. Ora influencer e pubblico a partire dalle ore 20 affolleranno l’evento del 29 Maggio dalle ore 20,00 da Mani in Pasta nella nuova sede in viale Monza 258 a Milano, dove, tra ar... Leggi di più
LA DOC MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COMPIE 50 ANNI
Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo è molto attivo nel promuovere vini che, come il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo che, per quanto noti, non hanno ancora un riconoscimento ampio quanto ... Leggi di più
Alto Adige Pinot Nero Riserva Mazon Hofstatter
Ci sono vini che non passano inosservati, in quanto non sono solo eccellenti, ma hanno un proprio fascino, una spiccata personalità. Analogamente alla bellezza umana chese non è supportata da personalità è vuota, così co... Leggi di più
Hennessy 250 Collector Blend, un Cognac di 250 anni
La Maison Hennessy compie quest’anno  250 anni, un quarto di millennio percorso grazie alla capacità imprenditoriale delle generazioni che si sono succedute. Le due famigli legate al brand, Hennessy e Fillioux, hanno sap... Leggi di più
ETNA, LA VITA DI UN GRANDE VULCANO | WINE TASTING
Voglia d'Estate, di brezza marina, di vento tra i capelli? Ti aspettiamo venerdì 19 gennaio a Treviso, giusto per te un wine tasting sui vini dell'Etna, sapidità come salsedine sulla pelle, freschezza e massima eleganza ... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.