10lug 2019
LE ECCELLENZE DELLA GASTRONOMIA LONGINO | NEW ENTRY FRANCESI
I nuovi prodotti del repertorio della gastronomia Longino per la colazione comprendono confetture, succhi, formaggi
Articolo di: Fabiano Guatteri

Longino è nota per le eccellenze della gastronomia che definiscono il brand ed è punto di riferimento della ristorazione di qualità. E’ costantemente alla ricerca in tutto il mondo di nuove eccellenze da includere nella propria gamma. Longino ha recentemente presentato tre new entry tutte francesi con prodotti adatti alla prima colazione, ma non solo.

 

Maison Francis Miot 

Francis Miot sin da giovanissimo coltivava la passione che lo ha portato a produrre un’esclusiva collezione di confetture e varietà di cioccolati. Basterà dire che l’azienda è stata riconosciuta tre volte Campione del Mondo di Confettura e Miglior produttore di Confettura di Francia.
La produzione di Miot inizialmente trovava sbocco soprattutto nel mercato locale. Fu l’incontro con Jean e Jean-Bernard Othax che portò l’azienda in un’ottica commerciale più ampia coprendo l’intero mercato francese ed esportando all’estero  eccellenze  francesi senza mai rinunciare all’approccio artigianale della produzione.
Le confetture Miot ( foto 2, video 3) nascono da una accurata selezione di frutta proveniente soprattutto da Francia (fichi, pesche, albicocche, kiwi, mele), Spagna (agrumi), Grecia (ciliegie), Serbia (frutti rossi) e Italia (nocciole).
La frutta è cotta in calderoni della capacità massima di 100 kg. La cottura è breve in modo da conservare il sapore originario della frutta. Il controllo visivo costante permette di capire quando concludere la cottura; viene quindi aggiunta pectina estratta da mele e limoni per dare al prodotto la giusta consistenza.

Le confetture tradizionali della Maison contengono il 65 per cento di frutta. E’ inoltre prodotta una collezione di confetture con il 70-75 per cento di frutta senza aggiunta di saccarosio, utilizzando in sua vece fruttosio che è uno zucchero naturale. Cottura breve e poco zucchero costituiscono la ricetta per ottenere confetture con più gusto. Ovviamente non si tratta solo di assemblare questi ingredienti, in quanto è l’intervento umano, il savoir-faire, proprio della produzione artigianale al 100%, a fare la differenza così da ottenere eccellenze della gastronolim.

 

Atelier Patrick Font
Il brand Patrick Font nasce nel 2009 con la ristrutturazione totale dell’azienda agricola di famiglia dove Patrick lavora dal 1986. L’Azienda si trova a 50 minuti da Lione in una zona collinare ideale per la coltivazione di frutta che lavora insieme ad altra di importazione. Si dedica alla produzione di succhi e nettari ( nella foto 1 e nel video 4 in moxology). Sono privilegiate le lavorazioni di mela, pera, pomodoro, cui si uniscono altri frutti anche esotici. Le lavorazioni sono sostanzialmente due. Dalla frutta polposa viene ricavato il nettare utilizzando apposite centrifughe, mentre per il pomodoro, la mela l’arancia viene estratto a freddo il succo utilizzando una pressa a nastro. Entrambi i prodotti riproducono fedelmente le caratteristiche olfattive e gustative dei frutti da cui nascono.

 

Beillevaire
L’Azienda fu fondata nel 1980 da Pascal e Cludine Beillevaire. Possedevano 50 capi bovini per la produzione di latte, panna non pastorizzata e burro non pastorizzato. La gamma dei prodotti negli immediati anni successivi si ampliò comprendendo formaggi, ottenuti in modo artigianale. Nel 1987 venne aperto il primo negozio e nel 1989 il secondo. Attualmente Beillevaire possiede 20 negozi di formaggi e 10 food hall. La produzione casearia conta 30 diversi formaggi (foto 5 video 6) vere chicche della gastronomia utilizzando 50 milioni di litri di latte all’anno e comprende nell’assortimento anche caci di capra. Il latte viene raccolto in allevamenti di piccole dimensioni il più vicino possibile all’ora della mungitura e trasformato non lontano da questi. Beillevaire garantisce agli allevatori un prezzo minimo concordato e gli animali devono circolare all’aria aperta il più possibile per tutto l’anno e nutriti per il 90 per cento con cibo proveniente dalla propria azienda agricola. Beillevarie è attenta alla creazione di sempre nuovi prodotti compresi quelli biologici.


Alla presentazione dei tre nuovi produttori è seguita una degustazione dei loro prodotti integrati con altre preparazioni (foto 7, video 8, foto 9 e 10, video 11)

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

Articoli Simili
I più letti del mese
L’ORIGINALE DOBBIACO DI LATTERIA TRE CIME
L’Originale Dobbiaco di Latteria Tre Cime: il formaggio che racchiude il sapore unico dell’Alto Adige!  Dici Originale Dobbiaco, dici Latteria Tre Cime!  Questo formaggio è il prodotto più noto di Latteria Tr... Leggi di più
PROVATI PER VOI: GOOD BLUE; FAST-FOOD DI PESCE HEALTY E SOSTENIBILE
La bella notizia è che Fast-food non fa più necessariamente rima con junk-food, ma questo per fortuna avviene già da tempo e fa veramente piacere sapere che quasi sempre i progetti e le start-up che alzano il livello del... Leggi di più
MOVIMENTO TURISMO DEL VINO LOMBARDO: #iorestoacasa MA NON RINUNCIO AL VINO
Se è problematico andare per negozi ad acquistare bottiglie e magnum, con #viniinmovimento il Movimento Turismo del Vino Lombardo porta il vino a casa.   Alcune cantine che aderiscono al Movimento, infatti, elencate qu... Leggi di più
LA CUCINA DEI FRIGORIFERI MILANESI
Le vetrate dei Frigoriferi Milanesi,  così come quella del loro ristorante La Cucina dei Frigoriferi Milanesi,  riflettono l’immagine dell’edificio di fronte sull’altro lato della strada (foto 1). Si co... Leggi di più
BADIA DI MORRONA, I SODI DEL PARETAIO 2017
La famiglia Alberti produce vini Chianti dal 1939 e dispone di circa 110 ettari dei quali la metà sono coltivati a sangiovese. Tra i Chianti prodotti uno giovane, che si avvicina di più al vino quotidiano beverino e fres... Leggi di più
ESTATE IN ALTO ADIGE: IL PICCOLO PARADISO DEL MASO PFLEGERHOF (1/4)
In Alto Adige il Maso Pflegerhof è un’oasi verde che coltiva 500 varietà di piante, erbe officinali ed aromatiche tutte da scoprire. ( Foto 2 )   Arroccato sui pendii intorno a Sant’ Osvaldo di Castelrotto ... Leggi di più
AL MERCATINO "IL BUONO IN TAVOLA" PER SCOPRIRE I PRODUTTORI (1/2)
Aggiornamento 1 aprile 2019 Questo mese Il Buono in Tavola sarà presente per 5 martedì: il 2, il 9, il 16, il 23 e il 30 Aprile dalle 8:30 alle 14:30. Tra i jolly che caratterizzano l’edizione 2019, martedì fa il ... Leggi di più
SETTEMBRE GASTRONOMICO DI PARMA 2021
Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, la filiera del latte e quella del pomodoro possiamo dire che sono dominanti e non può essere diversamente, siamo a Parma, anzi nella Città Creativa della Gastronomia Unesco. Ma q... Leggi di più
SPAGHETTI AL LARDO CON CALAMARI, POLPO E COLATURA DI ALICI
ASPARAGI ALLE UOVA IN CEREGHIN E FORMAGGIO GRANA
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.