27ago 2018
DI GAVI IN GAVI 2018: FESTA FRA LE CORTI / IN COMPAGNIA DI CANNAVACCIUOLO
Articolo di: Clara Mennella

E’ appena terminato il weekend più atteso dell’anno per la cittadina di Gavi in provincia di Alessandria che condivide il nome con il vino bianco DOCG più rappresentativo del Piemonte, il Gavi appunto, che per il sesto anno consecutivo è stato celebrato con la manifestazione Di Gavi in Gavi, una festa coinvolgente che si snoda fra le vie del paese e fra le sue antiche corti, il palcoscenico migliore per mettere in connessione il vino e le persone.

 

Innanzitutto bisogna dire che Gavi è stata scelta come location ideale ma il Gavi, da disciplinare, viene prodotto in 11 paesi del territorio che sono Gavi, Bosio, Pasturana, Serravalle Scrivia, Tassarolo, Francavilla Bisio, San Cristoforo, Novi Ligure, Capriata d’Orba, Parodi Ligure, Carrosio e che il 2018 ha segnato un anniversario importante; i 20 anni della DOCG che hanno reso la festa ancora più “sentita” e partecipata dalle autorità, dai cittadini, dai visitatori italiani e stranieri e dagli ospiti.

 

Capofila lo Chef pluristellato e personaggio mediatico Antonino Cannavacciuolo (nella foto a  destra, al centro il Sindaco di Gavi Rita Semino, a sinistra  il Presidente del Consorio del Gavi Robeto Ghio), ospite d’onore di questa edizione che, con la sua presenza è diventata l’edizione più social di sempre, dalle nonne, alle mamme ai nipoti, Cannavacciuolo ha catalizzato l’attenzione di tutti, offrendosi con simpatia e generosità alle strette di mano e ai selfie poi, in conferenza stampa, ha conquistato i giornalisti e gli addetti ai lavori dimostrando grande competenza e umiltà: “Parlare di cibo mi rende felice, il cibo è legato ad ogni azione e ad ogni ricordo dell’uomo” ha dichiarato lo Chef stellato, che si è anche complimentato per il lavoro svolto in questi anni dal Consorzio del Gavi DOCG.

 

Poi in merito al tema di questa edizione e cioè la Sostenibilità e la Cucina Zero Sprechi ha raccontato: “Nel 1999 sono andato a Villa Crespi con mia moglie per sfida ma non avevamo una lira e quando acquistavo qualsiasi cosa, pensavo prima allo scarto che alla materia prima. Mi ingegnavo per pensare come utilizzare al meglio quello che sulla carta sembrava scarto, invece si possono fare tantissime cose con i rifili delle carni, con le interiora, con le bucce di frutta e verdura. Così ho imparato che questo è il successo di qualsiasi cucina, lo scarto è quella parte che ti dà la creatività, cercare come renderlo degno del tuo ristorante ti fa concentrare ed è quello che ti stimola a creare nuovi piatti e nuovi abbinamenti”.

 

Compito di Cannavacciuolo è stato poi quello di decretare il migliore abbinamenti di un piatto con il Gavi e la sfida come sempre si è snodata fra le corti dove sono stati allestiti gli stand che distribuivano 11 piatti tipici preparati dai comuni della denominazione. Fra tutti la ricetta che ha meglio convinto lo Chef sono stati i “Corzetti di Pasturana al Pesto” vincitori per il 2018 fra coriandoli, ovazioni, applausi e musiche bandistiche.

 

Per quanto riguarda il Consorzio, in occasione del ventesimo anniversario è stata varata un’etichetta celebrativa, posta su una bottiglia di un produttore che rimarrà anonimo ma che è stato scelto con attenzione, professionalità e cura perché deve rappresentare il nobile bianco al meglio. Sul valore del territorio e sull’importanza del “fare squadra” queste le parole di Roberto Ghio, neopresidente del Consorzio eletto da pochi mesi: “Il nostro territorio per tutelarsi al meglio ha stilato, lo scorso maggio, una carta per la sostenibilità. Io penso che fare squadra è fondamentale e deve essere trasversale ai vari ambiti; dall’amministrazione locale, al Consorzio, ai ristoratori, ai produttori, alle intenze artistiche e ambientali. Tutti devono essere ambasciatori della zona, perché quello che hanno in comune è il territorio”.

 

Verso sera la festa ha lasciato il centro storico per continuare nelle 9 cantine che si sono aperte per l’occasione, ospitando cene, degustazioni e musica fino a tarda notte. 

 

1

2

3

Photo Credits

Photo 1 : Clara Mennella
Articoli Simili
I più letti del mese
WHISKY TORBATI | TORNA A ROMA  A TUTTA TORBA!
Torna a Roma “A Tutta Torba!”, giornata dedicata interamente ai whisky torbati con centinaia di etichette, bottiglie rare, l'area food con Trapizzino, i viaggi nelle distillerie scozzesi, un collector's corne... Leggi di più
FESTA DEL TORRONE DI CREMONA 2017, LA FESTA PIU’ GOLOSA D’ITALIA
Imperdibile: per 9 giorni, dal 18 al 26 novembre, Cremona si trasformerà nella città più dolce d’Italia con la Festa del Torrone, interamente dedicata alla Gola che è il fil rouge di questa edizione. Come ogni anno... Leggi di più
ESTATE DI NATURA E CULTURA ALLE ISOLE FAROE
Dal seafood festival alla notte della cultura, passando per i numerosi eventi musicali, tutto questo nel paesaggio mozzafiato delle Isole Faroe. Un arcipelago di 18 isole nell’oceano Atlantico settentrionale, incontamin... Leggi di più
RED DELICIOUS VAL VENOSTA, E FU SUBITO AMORE FRA NATURALITÀ E BONTÀ
In Alto Adige, tra i 500 e i 1.000 metri di altitudine, nasce Red Delicious Val Venosta, la mela frutto del perfetto equilibrio tra Naturalità e Bontà. Dalle qualità straordinarie, Red Delicious si distingue per il suo c... Leggi di più
PISCO IS PERÙ
Inka Pisco (bicchiere nero), Chiccha Sour (mug), e Pisco Pop (coppa rotanda) sono i cocktail creati dal Bulk e che reinterpretano il liquore tipico del paese sudamericano. Il più evocativo di quel paese e piacevole per l... Leggi di più
IL NUOVO METODO CLASSICO, MILLESIMATO 2014 FORTULLA
Il nuovo Metodo Classico, Millesimato 2014, è nato per celebrare i 20 anni della cantina di Castiglioncello Fortulla '94, spumeggiante emblema di un sogno diventato realtà Quale miglior modo per brindare al sogno di u... Leggi di più
OSTERIA DELLA BULLONA: CUCINA MILANESE RIVISITATA
A marzo 2017 ha inaugurato in Via Piero della Francesca a Milano, a due passi da Corso Sempione, l’Osteria della Bullona, ristorante di cucina milanese rivisitata del duo Daniele Carettoni e Daniele Ferrari. L&rsqu... Leggi di più
Riso Carnaroli Riserva San Massimo
Il Carnaroli è un riso superfino, ossia dotato di chicco grosso, vitreo, resistente alla cottura, ricco di amido. Sono queste le caratteristiche che ne fanno un riso da risotto in quanto non si sfalda e l’amido lega la p... Leggi di più
AL PIER 52 PER SAN SILVESTRO A CIASCUNO IL SUO MENÙ! 
Al molo gourmand di via Piero della Francesca 52 ‎ampia scelta a la carte per il tradizionale cenone di fine anno   Se "per ogni fine c'è un nuovo inizio", al Pier 52, approdo gourmand all'ombra dell'Arco della Pace, l... Leggi di più
BORDEAUX "À BORD DE L'EAU" | TERRA DI CASTELLI, DI VIGNETI, DI FIUMI
Se arrivaste vergini nel Bordolese, ovvero senza suggestioni  fotografiche, letterarie o altre, come esploratori trovereste  cartelli pubblicitari di uguali dimensioni, nebbia raccolta in banchi lungo i generosi fiumi e ... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.