23gen 2017
THE DEVIL IN THE KITCHEN: LA VITA DANNATA DI UNO CHEF STELLATO
Articolo di: Lapo Ranieri

Marco Pierre White The devil in the kitchen La vita dannata di uno chef stellato.

 

 

“Potremmo scomodare Marshall McLuhan, la mediologia e pure inventare i gender studies culinari, ma trenta anni prima degli imberbi e dei barbuti hipsterizzati, dei tatuati e delle blogger siliconate sui televisivi fornelli, lo status di chef star lo inventò suo malgrado proprio lui, MPW.” Andrea Petrini

 

Giunti Editore porta in Italia, con una preziosa introduzione scritta appositamente da Andrea Petrini,l’autobiografia dell’enfant terrible che ha creato lo chef contemporaneo.

Marco Pierre White è stato definito in mille modi: Pinturicchio della cucina, colui che ha trasformato la cucina nel nuovo rock del 2000, profeta del gastro-punk, anarchico pazzoide, leggenda vivente. 

Della sua cucina il New Yorker ha scritto che è un insieme di “creazioni sgargianti, con soprannaturale equilibrio” e il Times che è “appassionata come una lettera d’amore”. Prima di lui, l’alta cucina contemporanea come la conosciamo oggi – un’esperienza dei sensi e dello spirito, una forma di arte e un remuneratissimo business – non esisteva. E prima di lui non esistevano gli chef geniali, iracondi e venerati come rockstar. White – maestro dei più noti cuochi del mondo fra cui Gordon Ramsay, Heston Blumenthal, Mario Batali – è stato una figura unica: punto di rottura, rivoluzione, genialità.

Marco Pierre White is the original rock-star chef, the guy all of us wanted to be, dice di lui Anthony Bourdain.

In questa sua autobiografia – grande successo editoriale in Inghilterra, tradotto in tutti i Paesi di lingua anglosassone –White racconta la sua vita con tutte le ombre e con tutte le luci: dall’infanzia difficile all’adolescenza passata a Londra, dove si trasferì da solo seguendo il sogno di diventare chef, dagli anni del successo planetario al ritiro dalle cucine avvenuto al culmine della carriera per arrivare, in un capitolo scritto appositamente per l’edizione italiana, fino a oggi. Con lo stile che gli è proprio – elegante, appassionato, senza mediazioni –White catapulta il lettore in un turbine di episodi, emozioni, pensieri, sensazioni, raccontando la sua vita di uomo e di cuoco e descrivendo dettagliatamente la sua filosofia della cucina, il suo metodo creativo, l’organizzazione rigorosissima della sua brigata, la sua visione del cibo, della ristorazione, dei clienti, degli chef.,.

 

Gli autori

Nato a Leeds nel 1961, Marco Pierre White è stato il primo chef inglese (e il più giovane del mondo) ad aggiudicarsi tre stelle Michelin. Si è ritirato dalle cucine nel 1999 ma il suo impero gastronomico è in rapida espansione in tutto il mondo e non disdegna la Tv (Hell’s Kitchen, Masterchef Australia…). Vive nel West London con la moglie Mati e i loro tre figli. Ha un’altra figlia avuta dalla prima moglie.

A fine anni Ottanta James Steen lavorava come giornalista di cronaca scandalistica quando telefonò all’Harveys per parlare con White. Rispose un maître d’hôtel che, con marcato accento francese, cominciò a lamentarsi di quanto White fosse «un mostro, un pazzo, un incubo di datore di lavoro». Il maître d’hôtel, venne fuori più tardi, altri non era che lo stesso White. Il loro rapporto ebbe inizio quel giorno. Steen, giornalista freelance, vive a due passi da quello che allora era l’Harveys con la moglie Louise e tre figli.

 

Il libro si apre con l’introduzione di un giornalista che lo conosce MPW molto bene, Andrea Petrini (italiano osannato all’estero - Time lo definisce “divinità del cibo” - ideatore e animatore di www.gelinaz.com) e si chiude con 9 ricette originali di Marco Pierre White.

 

Con la collaborazione di James Steen

Prefazione di Andrea Petrini | Traduzione di Sara Reggiani

Giunti Editore | 412 pagine | 24 euro

in libreria dal 18 gennaio 2017

 

 

1

Articoli Simili
I più letti del mese
LE BACCHE FREDDE DEL SUD
Il Sud Italia non è solo terra di sole e mare, di tuffi infiniti tra vento caldo e brezza marina, nel profondo si nascondono zone impavide, di difficile conduzione, dove la coltura diventa imprevedibile perché bersagliat... Leggi di più
CARPACCIO DI CALAMARO
Tagliolini con gamberi e carciofi alle due cotture
UN 2016 RICCO DI PREMI PER LA CANTINA CONTE COLLALTO
Dal Concours de Bruxelles al Merano Wine Festival fino alla lusinghiera valutazione del prestigioso Wine Spectator, un bilancio più che positivo per il marchio di Susegana che diventa ancora più internazionale.   Un 20... Leggi di più
WORLD’S BEST GELATO FLAVOR IL MIGLIOR GUSTO DI GELATO AL MONDO
Il miglior gusto di gelato al mondo: in anteprima assoluta, ecco i 36 gusti di gelato che si contenderanno il titolo a Rimini, nel gran finale del Gelato World Tour (8-10 settembre) Arrivano da 4 continenti e 19 nazioni... Leggi di più
INTRAPPOLA.TO | IL GIOCO DI FUGA TUTTO ITALIANO… E NON SOLO!
Intrappola.to è stata la prima Escape Room a sbarcare in Italia, nel 2015. La prima stanza ha aperto a Torino nel maggio 2015 e in pochi mesi il gioco, subito virale sui social e amatissimo dai Millenials, ha saputo tras... Leggi di più
GUIDA VINIPLUS 2019 | QUAL È LO STATO DI SALUTE DELL'ENOLOGIA LOMBARDA?
Viniplus, la Guida delle produzioni vinicole di qualità lombarde pubblicata all’Associazione Italiana Sommelier della Lombardia, è giunta alla XIII edizione. La Guida documenta, anno dopo anno, l’evoluzione d... Leggi di più
APPUNTI DI VIAGGIO: OSTRICHE INDIMENTICABILI
Nonostante fosse marzo il vento era molto freddo e il mare, grigio, diventava in alcuni momenti particolarmente minaccioso. Quel giorno, mi dissero, nessuna barca era uscita dal porticciolo di Saint-Malo. Eppure c’... Leggi di più
IL DONNA MARTA 2012 PREMIATO DA VINIPLUS 2018
Un altro importante riconoscimento per la Tenuta Le Mojole  arriva dopo Berlino, Bruxelles e Londra: la guida Viniplus 2018 della Associazione Italiana Sommelier assegna infatti 4 Rose Camune al Donna Marta Rosso 2012. U... Leggi di più
BAROLOBRUNELLO: 18 E 19 NOVEMBRE A MILANO
Girotondo divino a barolobrunello 18 e 19 novembre, Officine del volo. Si avvicina sempre di più l’appuntamento con barolobrunello, il girotondo del vino ideato dalla pazza squadra di WineZone. Sabato 18 dalle ore ... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.