20gen 2021
QUANDO I SIGARI SI “BEVEVANO” PENSANDO ALLE SIGARAIE CUBANE
Articolo di: Fabiano Guatteri

Quando i conquistadores giunsero nel Centro America conobbero il tabacco, pianta sconosciuta in Europa, sotto forma di sigaro. E i sigari cominciarono quindi ad arrivare nel vecchio continente con le loro piante. Al contrario delle sigarette che sono confezionate con tabacco tritato, i sigari sono prodotti con foglie di tabacco essiccate, fermentate e arrotolate. Fumare, ossia assumere fumo, era una novità e non trovava un termine per descrivere questo rituale, non esisteva ancora, infatti, il verbo fumare.

 

Quindi osservando che aspirare il sigaro poteva avere analogie con l’atto del bere, si utilizzo questo verbo per descrivere la strana, nuova pratica. Strana e sconosciuta al punto che un servitore di Sir Walter Raleigh, navigatore e poeta inglese, versò una brocca d’acqua in testa al padrone mentre fumava, ritenendo che stesse bruciando internamente.

 

Però era un bere, come dire, asciutto e pertanto il verbo attribuito non era calzante. Solo successivamente a “bere” si sostituì “fumare”.

 

Il sigaro trovò subito i estimatori in Europa anche per l’appeal mondano, per l’allusione erotica di questo rotolo di foglie che veniva preparato dalle sigaraie di Cuba o di Siviglia arrotolandolo sulla parte interna delle cosce nude.
Una volta acceso, piaceva per la gestualità, per le boccate da meditazione: il fumo si trattiene in bocca quanto basta per coglierle ne il sapore, prima di espirarlo. E poi piacevano spirali azzurrine che si disperdono nell’aria catturando lo sguardo.

 

Le foglie del sigaro
Il sigaro può raggiungere prezzi elevati perché richiede l’impego di foglie diverse con stagionature differenti oltre alla lavorazione a mano.
Le foglie esterne, quelle che lo avvolgono, formano la capa e devono essere perfette, senza pronunciate venature. Sono lasciate stagionare per 1- 2 anni ma non devono indurirsi roppo perché il sigaro deve mantenere una certa elasticità. Vi sono poi le foglie della sottocapa che sono essere aromatiche, e aiutano la combustione. Si arriva quindi al cuore del sigaro ossia la tripa.
Questa è composta da tre diverse foglie ossia la varietà ligero, dall’aroma forte, ricca di oli essenziali per l’esposizione solare cui è sottoposta. Oli che favoriscono la combustione e formano la parte centrale del sigaro.
Vi sono quindi le foglie seco che garantiscono una combustione lenta, e le volado dal sapore dolce.

 

La valutazione del sigaro
 Valutato il colore della capa che va dal nocciola chiaro al marrone intenso quasi bruciato, si tasta il sigaro per constatarne la compattezza e capire se è stato arrotolato correttamente.

 

Dopo averne tagliato la parte terminale, ossia la testa, il meno possibile, si effettuano alcuni tiri “a crudo” vale a dire prima di accenderlo per coglierne i sentori di miele, di muschio, di nocciola e altri ancora. Una volta acceso il sapore si intensifica.

 

Dividiamo idealmente il sigaro in tre parti: la prima, è quella leggera e prepara alle parti successive; la seconda rappresenta il meglio delle caratteristiche aromatiche del sigaro, mentre la terza esprime la potenza.

 

 

Per ora ci fermiamo qui. In un prossimo articolo approfondiremo l’analisi gustativa del sigaro parleremo degli abbinamenti con le bevande.

1

Photo Credits

Photo 1 : Sandrine_B da Pixabay
Articoli Simili
I più letti del mese
STARS COOKING 2017: EVENTO NELL’EVENTO A “CUCINARE
Stars Cooking 2017: evento nell’evento a “Cucinare – Per piacere, per mestiere”  Quest’anno alla fiera di Pordenone (11-14 febbraio) Fabrizio Nonis si “sdoppia” in due arene, con un parterre di chef superstar Dopo le u... Leggi di più
IL NUOVO MILLESIMATO GRAND CRU CHARDONNAY 2008 NICOLAS FEUILLATTE
Nicolas Feuillatte, il terzo Champagne più bevuto al mondo presenta la nuova annata 2008 per il Grand Cru Chardonnay, considerata una grande annata per lo Champagne. Il 2008 è stato contrastante sul piano climatico, a un... Leggi di più
MARE CULTURALE URBANO: IL ROMANZO DI MARIA LOMBARDI; MAMME DEL MONDO
L’8 marzo di mare culturale urbano: il romanzo di Maria Lombardi e la cucina delle mamme del mondo   Mercoledì 8 marzo mare ​culturale urbano in via G. Gabetti 15 ospita per la Festa della donna due appuntamenti ​in cu... Leggi di più
GIUDIZIO UNIVERSALE | UNO SPETTACOLO IMMERSIVO UNICO AL MONDO
All’Auditorium Conciliazione di Roma, ha debuttato lo scorso 15 marzo 2018 il nuovissimo e avvincente Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Stistine Chapel, lo spettacolo prodotto da Artainment W... Leggi di più
LE BICICLETTE PRIMO ART BAR | IL VIDEO KOOL & THE GANG - CELEBRATION
Lanciate da Ugo Fava, Le Biciclette Art Bar & Bistrot, che il prossimo 6 giugno 2018 compiono 20 anni, conservano la stessa irrefrenabile voglia di divertimento di quando hanno inaugurato, nel 1998. Diventate punto di ri... Leggi di più
A MORIMONDO PER LA BEFANA IL FARMERS MARKET DELLA CERTOSA DI PAVIA
Il MEC ossia Mercatino Enogastronomico della Certosa è di nuovo on the road: per la Befana destinazione Morimondo con tutto il meglio della produzione agricola delle colline stese tra le province di Pavia, Milano e Aless... Leggi di più
TENUTA LA CÀ, VINI CHE RACCONTANO IL TERRITORIO DA CUI NASCONO | VINI IDENTITARI
I fratelli Giambenini, Pietro e Aldo, sono due giovani imprenditori impegnati nella conduzione della Tenuta La Cà a Colmasino di Bardolino nel Veronese. Non è che facciano questo lavoro da sempre: vengono da esperienze d... Leggi di più
CONTAMINAZIONI/2: PITTURA E PASTRY-ART IN NOME DELLA DONNA
Da alcuni anni il mondo del food e quello delle produzioni vinicole vengono sempre più spesso abbinati e messi in connessione con altre forme di produzione, comunicazione e arte, perché si è capito che anche produrre un ... Leggi di più
VIDEOINTERVISTA A GINEVRA ESPOSITI, ENOLOGA DI ROCCAPESTA
Videontervista a Ginevra Espositi, Enologa dell’Azienda Agricola Roccapesta  Fra il cielo ed il mare, in una terra spazzata dal vento e scaldata dal sole è dove Alberto Tanzini ha scelto di dare vita al suo sogno.... Leggi di più
NUOVA ILLUMINAZIONE DEL DUOMO | LA MADONNINA IN UNA NUOVA LUCE
Nuova illuminazione degli esterni e delle vetrate del Duomo.   Il Comune informa:  Un nuovo traguardo sul cammino della Veneranda Fabbrica, nel solco di un impegno preso con tutti i milanesi, fedeli e visitatori proven... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.