07feb 2020
SCIARE GOURMAND IN ALTA BADIA 1: I 9 RIFUGI IMPERDIBILI DI “SCIARE CON GUSTO”
Articolo di: Laura Biffi

Anche quest’anno l’Alta Badia in Alto Adige è meta d’eccellenza per i buongustai amanti dello sci, piste perfettamente innevate e battute, panorami mozzafiato e rifugi accoglienti dove l’arte della cucina, l’offerta enogastronomica e l’ospitalità sono ai massimi livelli.

 

L’evento che ha aperto ufficialmente la stagione invernale è il Gourmet Ski Safari: un goloso ski tour, durante il quale alcuni degli chef stellati che aderiscono al progetto “Sciare con gusto” hanno presentato in anteprima i piatti che faranno da filo conduttore durante l’intera stagione sciistica. ( Foto 2 ).
Ideato da Norbert Niederkofler, chef tristellato altoatesino ( Ristorante St. Hubertus San Cassiano ), Sciare con gusto è un appuntamento che da più di dieci anni sposa il binomio divertimento su piste perfettamente preparate e soste ristoratrici di qualità, dove cibo e vino la fanno da protagonisti. Il format dell’iniziativa prevede che alcuni chef stellati locali e internazionali vengano assegnati ai rifugi sulle piste in Alta Badia, per i quali creano un piatto gourmet che viene offerto agli sciatori durante tutta la stagione invernale. I piatti raccontano una storia legata alle eccellenze dei prodotti italiani e ad ogni pietanza é abbinato un vino altoatesino scelto da un esperto sommelier dell’Alto Adige. Il filo conduttore di quest’anno sarà la solidarietà, per cui ogni piatto dovrà contenere fra gli ingredienti principali almeno un prodotto proveniente dalle zone terremotate del centro Italia.

 

Nove sono i rifugi aderenti a Sciare con gusto con nove superchef

 

Ütia Jimmi: baita rinomata per le grappe fatte in casa è situata al Passo Gardena, dalla sua terrazza è possibile godere di una meravigliosa vista sul Gruppo del Sella, ospita lo chef Giancarlo Morelli ( Ristorante Pomiroeu ) con il suo piatto: Orzotto mantecato al Graukäse, lenticchie di Castelluccio e ricotta Marzotica abbinato al Sylvaner Alto Adige Valle Isarco.

 

Piz Arlara: rifugio da poco rimodernato dall’atmosfera intima e familiare, propone cucina tipica altoatesina nel bistrot L’Pom, ospita lo chef campano Nino di Costanzo ( Ristorante Danì Maison, 2 stelle Michelin ) con il suo risotto bianco con bruschetta e alici abbinato all’ Alto Adige Pinot Grigio.

 

Ütia Pralongià: situata a 2,157 m. sopra Corvara ospita lo chef Tomaž Kavčič ( Ristorante Pri Lojzetu ), il suo piatto: gnocchi di patate ripieni di formaggio fresco di montagna serviti su crema di zucca, speck e fiori essiccati abbinato con Alto Adige Sankt Magdalener.

 

Ütia de Bioch: baita con una vista panoramica mozzafiato sulla Marmolada dotata di una nuova cantina con un’ampia scelta di vini, lo chef Nicola Laera ( Ristorante La Stüa da Michil, 1 stella Michelin ) propone un gustoso piatto tipico di montagna: stinco di capriolo brasato al mirtillo rosso, rösti di patate e zucca mantovana, guanciale croccante e puccia al ginepro abbinato ad Alto Adige Lagrein Riserva. ( Foto 3,4,5,6 )

 

Ütia Itablà: il rifugio ospita lo chef Alberto Faccani ( Ristorante Magnolia, 2 stelle Michelin ) che propone gnocchi di patate, tartufo nero di Norcia e carbonara abbinato ad Alto Adige Müller Thurgau. ( Foto 7 )

 

Ütia Las Vegas: a 2.050 m di altitudine, offre possibilità di pernottamento con camere eleganti e raffinate. La cucina è ispirata alla tradizione locale, per la rassegna Sciare con Gusto ci sarà lo chef Claudio Melis ( Ristorante In Viaggio, 1 stella Michelin ) che per l’occasione ha creato un piatto a base di orzo, crescioni e lingua salmistrata abbinato al Pinot Nero altoatesino. (Foto 8)

 

Club Moritzino: conosciuto dai più come luogo modano ed elegante, per la sua cucina e per le feste con dj set, ospita lo chef Norbert Niederkofler ( Ristorante St.Hubertus c/o Hotel Rosa Alpina, 3 stelle Michelin ) che incanterà i palati con il suo maialino dei masi, lenticchie di Castelluccio e schiuma di crauti abbinato ad un Merlot dell’Alto Adige.

 

Ütia Lee: il rifugio è famoso per la bellissima terrazza riparata dal vento e per la griglia di grandi dimensioni al suo interno. Qui, lo chef Matteo Metullio, lo stellato più giovane d’Italia ( Ristorante Harry’s Piccolo, 1 stella Michelin ), propone pasta e fagioli, astice accompagnati dal Lagrein Rosé.

 

Ütia L’Tamà : una baita in legno rustico con una caratteristica stube che vanta una buona cucina ladina, ospite lo chef Riccardo Camaini ( Ristorante Lido 84 , 1 stella Michelin ) che proporrà una torta fredda di polenta e arancia abbinata ad un Moscato Giallo Altoatesino.

1

2

3

4

5

6

7

8

Articoli Simili
I più letti del mese
GICO E CHIC – CHARMING ITALIAN CHEF: IN THE KITCHEN TOUR
GICO e Chic – Charming Italian Chef:  In The Kitchen Tour porta la grande cucina in giro per l’Italia grazie alle attrezzature GICO GICO – Grandi Impianti Cucine torna al fianco di Chic - Charming Ital... Leggi di più
HENDRICK’S GIN CELEBRA LA GIORNATA NAZIONALE DEL GATTO
Qual è la città preferita dai gatti bianchi? Secondo lo studio di Hendrick’s è Torino ad aggiudicarsi il primato. Quanto alla densità di gatti per popolazione? vince Seborga, piccolo borgo sulle colline, vicino ad ... Leggi di più
ARTISTI-NOI, UN GRUPPO ARTISTICO CON LA VOGLIA DI CREARE E DI COMUNICARE
Dopo aver dato spazio alla Pinacoteca di Brera che con l’attuale direzione dialoga con la città più che in passato, vogliamo ora segnalare una realtà viva e motivata. Artisti-noi è un gruppo artistico che vuole dialogare... Leggi di più
ITTI&CO – PESCHERIA CON CUCINA | LOCALE DI PESCE, COTTO E CRUDO MILAN STYLE
A Milano non c’è il mare, ma non manca il pesce, proposto in infinite sfumature, più che in una città rivierasca. Dal chiosco che elabora anche pesce crudo, al ristorante esclusivo la scelta è ben nutrita e non man... Leggi di più
APERITIVO ITALIANO: ROSATO IL MARINETTO DI SERGIO ARCURI
Sta arrivando il caldo e molti vini si prestano benissimo ad essere stappati, in vacanza, in barca, per un aperitivo all'aperto o come abbinamento easy su piatti leggeri di terra e di mare. E allora quali scegliere? Sen... Leggi di più
RHUM TROIS RIVIÈRES 355 ANNI
Il Rhum Agricolo martinicano Trois Rivières presenta al mercato italiano la sua nuova cuvée celebrativa “355 Anni”. “355 Anni” è un Rhum Agricolo bianco che intende ricordare, appunto, i 355 anni della piantagione marti... Leggi di più
LA MELAGRANA, FRUTTO DAI TANTI IMPIEGHI
l melograno è una pianta originaria della Persia diffusasi poi attraverso la via della seta; arrivò presso i Romani dal nord Africa, e venne chiamata “Punica granatum”. In Italia sono coltivate più varietà di melagrane (... Leggi di più
DIEGO ROSSI INTERPRETA L’WELSH LAMB, L’AGNELLO GALLESE IGP
L’Welsh lamb, l’agnello gallese igp, ha caratteristiche proprie, non assimilabili a quelle degli agnelli allevati in altri paesi europei. Gli allevamenti nel Galles sono estensivi e grass feed, ossia i capi si cibano d... Leggi di più
“SEI MIA” UNA RIFLESSIONE SULLA MASCHILITÀ E LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
Aggiornamento 11 marzo L’idea della  serata del 23 marzo risale a più di un anno fa e proviene da un sussulto di coscienza dopo l’ennesimo, efferato omicidio di una donna.  Desidero dire che vi sono due sent... Leggi di più
SAN MARZANO PORTA A MILANO LA VENDEMMIA 2017
San MarzanoSan Marzano storica cantina pugliese porta a Milano la vendemmia 2017: ottima annata, uve sane e quantità in calo. Si è tenuta presso Ceresio 7 la degustazione delle etichette più rappresentative della cantina... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.