12ott 2018
WAGASHI, L’ARTE DELLA PASTICCERIA GIAPPONESE
Articolo di: Fabiano Guatteri

L'wagashi, ossia la pasticceria giapponese, differisce da quella occidentale nella forma e nella sostanza. A spiegarcelo è la chef pasticcera Satomi Fujita, accompagnata dal maestro Yoshikazu Yoshimura in una dimostrazione di arte pasticciera tenutasi a Milano. A presentarla Makoto Tominaga, Console Generale Aggiunto del Giappone e Francesca Prato dell’Ufficio Culturale del Consolato Generale del Giappone (foto 2)

 

L’ wagashi utilizza come base liquida l’acqua mentre quella occidentale impiega latte, panna, purè di frutta...

 

La pasticceria giapponese ci indica la stagionalità attraverso la forma del dolce, mentre quella occidentale utilizza prodotti stagionali.

 

Inoltre l’wagashi, al contrario della pasticceria occidentale, utilizza raramente gli stampi, perché i dolci nascono “liberamente” plasmati dal pasticcere.

 

Possiamo esemplificare quanto detto presentando un dolce (foto 1) a forma di crisantemo, prodotto senza stampi, modellato con l’ausilio di piccole forbici e che rappresenta l’autunno, stagione in cui il crisantemo fiorisce; un dolce autunnale europeo è il Mont Blanc che utilizza le castagne, frutti di stagione.

 

Satomi Fujita si è formata in una scuola di pasticceria in Giappone dove solo il 20 per cento degli allievi si dedicava all’ wagashi mentre gli altri preferivano la pasticceria occidentale. Lei stessa scelse quest’ultima e pertanto si trasferì in in Francia. Intraprese il suo percorso a Parigi dove cominciò a lavorare presso molti ristoranti stellati per poi a fermarsi presso un due stelle dove divenne pasticcera. Durante il soggiorno parigino partecipò casualmente a una lezione di pasticceria giapponese e ne rimase così colpita che decise di tornare in patria.

 

Ma l’inserimento nel mondo lavorativo non fu facile in quanto l’ambiente della pasticceria giapponese è molto maschilista e per una donna l’approccio è in salita. Quando si rivolse al maestro Yoshikazu Yoshimura che rappresenta l’ottava generazione di un’antica pasticceria a Kyoto, la Kameya Yoshinaga.
trovò un uomo comprensivo. E’ il maestro a spiegare che fu colpito favorevolmente dalla sua forte determinazione. Fu impressionato anche dalle sue mani sciupate, quasi ferite tipiche di chi lavora con passione.

 

Satomi Fujita non lo deluse, anche se il maestro scoprì successivamente che era una campionessa di karatè, e ciò spiegava lo stato delle sue mani. Satomi Fujita ora ha una propria pasticceria a Kyoto che si chiama Kafhiy (foto 3).

 

Durante la dimostrazione odierna sono stati presentati alcuni dolci.

 

Taneawase (foto  4), racchiude tra due cialde una crema di cacao pralinato e riporta il disegno di un fiore, che richiama la stagione in corso. Quello qui fotografato riproduce il disegno di un crisantemo stilizzato.

 

Felaine di frutta sono dolcetti che utilizzano purè di frutta e meringa (foto 5 ) e che pertanto in base ai frutti utilizzati assumono differenti colori.

 
Kurozatouwarabimochi ossia piccoli dolci preparati con zucchero grezzo di canna giapponese che può ricordare il moscovado anche se il sapore è leggermente diverso e da farina di felce. Insieme originano un composto lucente,, gelatinoso che Satomi Fujita ha interpretato farcendolo con una preparazione a base di cioccolato  refrigerata. Come si può vedere dal filmato (video 6 ) ha colmato gli incavi dello stampo con il composto, per poi unirvi “pasticche” di cioccolato fredde di frigorifero. Se si vuole è un dolce fusion considerato che la lavorazione di questo cioccolato è occidentale mentre l’involucro è wagashi.

1

2

3

4

5

6

Articoli Simili
I più letti del mese
LA “LOCANDA NERELLO” A ZAFFERANA ETNEA RIPARTE DALLA TRADIZIONE
La stagione 2018 ha segnato un nuovo inizio per la “Locanda Nerello”, il ristorante del Relais Monaci delle Terre Nere di Zafferana Etnea che abbiamo raccontato qui.   Cambio della guardia in cucina con l&r... Leggi di più
PROGRAMMA WINTER EDITION 2018 IN ALTA BADIA
Di Care’s edizione invernale in Alta Badia, abbiamo già scritto qui.  Ora presentiamo il programma completo ufficiale. PROGRAMMA WINTER EDITION 2018 14-17 Gennaio 2018, Alta Badia Alta Badia 2018 - CARE’s &... Leggi di più
Brunch purché all’Aceto Balsamico di Modena
Il Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP ha organizzato un educational presso l’hotel Best Western Galles di Milano per spiegare innanzitutto cosa sia l’Aceto Balsamico di Modena Igp, quindi quali siano i mig... Leggi di più
NATALE A MILANO: FESTA DI LUCI, COLORI, MUSICA
Chi non avesse ancora esaurito di stupirsi di ciò che offre Milano in questo momento, sappia che in città fervono i preparativi per rendere più attrattivo il Natale, già ricco di eventi diffusi: dalle note della Madama B... Leggi di più
A MILANO, GRAZIE A HEINEKEN, LA BIRRA HA LA SUA UNIVERSITÀ
È nata lo scorso anno da un importante progetto del gruppo Heineken, il colosso multibrand leader del settore birrario, e qui si sono “laureati” già 960 studenti durante il 2018 e, viste le iscrizioni e le fr... Leggi di più
APPUNTAMENTO NATALIZIO A PALAZZO MARINO CON LA “SACRA CONVERSAZIONE 1520” DI TIZIANO
L’arte è di casa a Palazzo Marino e il tradizionale appuntamento di Natale alla sua decima edizione, lo conferma. E’ arrivata in Sala Alessi la splendida opera di Tiziano, proveniente dalla Pinacoteca Civica ... Leggi di più
ARMONIE VERDI | A VERBANIA UNA MOSTRA SUI PAESAGGI DALLA SCAPIGLIATURA AL NOVECENTO
Nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, il Museo del Paesaggio di Verbania, che ha sede nello storico Palazzo Viani Dugnani di Pallanza, riapre la stagione primaverile con la suggestiva mostra Armonie verdi. Pa... Leggi di più
SEEDS&CHIPS SIGLA UN ACCORDO STRATEGICO CON EAT FOUNDATION
Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit sigla un accordo di partenariato strategico con EAT Foundation.  Seeds&Chips e EAT Foundation hanno siglato un accordo di partenariato strategico per supportare il passagg... Leggi di più
“MILANO VISTA MARE” ! PIER 52, QUANDO A MILANO SI VEDE IL MARE

Pier 52 ristorante a vocazione ittica di cui abbiamo più volte scritto, ha organizzato per mercoledì 14 marzo la serata Plateau Royal (vedi foto), il cui nome lascia presagire  una prelibatezza che gli amanti delle crudi... Leggi di più
SURGIVA, COMPLICE DEL GUSTO: NUOVA IMMAGINE, STESSA QUALITÀ DI SEMPRE  
Il tratto inconfondibile di Surgiva reso più delicato da un effetto acquarello, la forma e la posizione dell’etichetta leggermente modificati sono gli elementi che valorizzano la nuova veste grafica dell’acqua trentina n... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.