18feb 2019
LA TUMA PERSA SICILIANA SALVATA DA UN #HASHTAG
Articolo di: Nadia Toppino

La “Tuma persa", prodotto di punta del Caseificio Passalacqua di Castronovo (foto 2), in provincia di Palermo, ha rischiato la “morte” per una frana (foto 3) che ha colpito la zona lo scorso 3 novembre.

 

In soccorso è arrivata una battaglia social di chef e ristoratori per richiamare l’attenzione delle istituzioni, fatta a suon di hashtag #savetumapersa (foto 4).

 

Lo scorso novembre, il paese in provincia di Palermo dove ha sede il Caseificio Passalacqua è rimasto letteralmente isolato a causa di una frana avvenuta durante le alluvioni: i collegamenti con il resto della Sicilia e d’Italia risultavano impossibili e anche il latte non arrivava più in azienda. Insomma un’azienda completamente ferma, un’attivita a rischio, un imprenditore disperato.

 

La produzione di circa ottomila forme l’anno (foto 5) che il caseificio produce da diciotto anni e distribuisce in Italia e all’estero ha avuto un blocco, il latte non veniva consegnato, il formaggio già pronto non poteva essere consegnato.
Salvatore Passalacqua (foto 6 ), il proprietario casaro famoso in tutta la Sicilia per questo formaggio premiato come Best in Sicily (foto 7) , ci racconta che i quei giorni vedeva la fine della sua attività.

 

“Continuando a vivere senza contatti con l’esterno, senza possibilità di ricevere latte e di spedire formaggio, avremmo rischiato la chiusura del caseificio. Siamo a quattro chilometri dal centro abitato e a otto dalla strada statale 189 ma eravamo costretti a percorrere 45 chilometri in più per aggirare la frana e tornare a casa, per distribuire i nostri prodotti o per farci consegnare il latte, che dovevo acquistare ad un prezzo maggiorato, perché al prezzo di sempre nessuno voleva vendermelo, vista la difficoltosa logistica”.

 

Ed è a questo punto che entra in gioco la forza dei social: a lanciare per primo l'appello è stato Andrea Graziano, founder e ideatore del marchio Fud Bottega Sicula, che da subito ha stimolato la partecipazione di tutti. Ristoratori e chef sono scesi in campo sui social, fotografandosi con i mano il cartello bianco con la scritta #savetumapersa, e questo hashtag si è presto diffuso in rete.

 

Le istruzioni lanciate da Graziano erano semplici e dettagliate:

 

"Partecipare è facile: basta prendere un foglio, un cartello o quello che si vuole e riportare l’hashtag #Savetumapersa, fare una foto o un video e metteteci la faccia, ricondividendo il proprio contenuto sui social, utilizzando ancora lo stesso hashtag #savetumapersa  (foto 8).

 

Un gesto semplice che ci consente però di poter non solo manifestare solidarietà nei confronti di un produttore che ha sempre fatto bene il suo lavoro e che adesso si trova in difficoltà economiche per una fatalità che potrebbe accadere a chiunque, ma anche di sensibilizzare l'opinione pubblica sulle mancanze di un sistema statale e governativo che lascia sempre più soli gli imprenditori”.

 

E così è stato, le istituzioni vedendo questo movimento incredibile si sono mobilitate: l’ufficio tecnico dell’Area Metropolitana di Palermo, l’ex Provincia che si occupa della manutenzione delle strade, ha promesso un intervento per consentire al paese di superare l’inverno senza ulteriori danni, e il governatore della Regione, Musumeci, ci ha messo la faccia, intervenendo sia con messaggi pubblici che con un vertice alla Regione per la viabilità a Castronovo (foto 9 e 10).

 

Oggi le parole di Salvatore Passalacqua appaiono più serene e speranzose, anche grazie ad alcune azioni concrete da parte della politica:
“Ora la situazione sembra regolarizzata, almeno in modo temporaneo, in attesa di idee ed interventi definitivi: tutti i giorni l’impresa va a vedere cosa è necessario fare per poterci permettere il passaggio agevolmente. Nel frattempo, così come si era impegnato di fare, il Presidente Musumeci ha deliberato il 3 di gennaio la somma di un milione e 680mila euro per intervento definitivo con la realizzazione di un viadotto sopra la frana. Sicuramente la vicinanza di tutti ci ha fatto capire quanto sia importante lavorare bene, e per il bene comune, e quando ho preso coscienza di quanto è successo a livello mediatico, mi sono davvero commosso!”.

 

Famoso per avere recuperato la tradizione di un formaggio quasi dimenticato, quale è la tuma persa, ora Passalacqua è noto anche per questa azione mediatica, che fa riflettere davvero su quanto il Made in Italy di alcune produzioni di nicchia sia minacciato spesso da problematiche burocratiche più che da problematiche di mercato.

 

E chissà che questa difficile situazione non porti ancora più notorietà e fortuna a questo formaggio a pasta pressata cruda in cui è fondamentale la fase di stagionatura.

 

Pare, infatti, che il suo nome abbia un legame con questo processo: dopo essere stato messo in forma, il formaggio viene “abbandonato” per 8/10 giorni prima di intervenire per la prima volta. Quindi viene lavato in maniera grossolana per togliere la muffa che si è creata e “abbandonato” nuovamente per altri 8/10 giorni prima di essere salato.

 

La crosta è di colore giallo-ocra e diventa scura in seguito alla cappatura eseguita con olio e pepe macinato. La pasta è tenera, compatta, di colore bianco tendente al giallo paglierino. Il sapore è tra il dolce e il piccante, con un retrogusto lungo ed aromatico che ricorda vagamente i formaggi erborinati.
E se volete partecipare anche voi alla diffusione di questa storia, fotografatevi con l’hashtag #SaveTumaPersa e diffondete la vostra foto: chissà che prima o poi vi arriverà una forma di formaggio come ringraziamento!

 

Nella foto 11  l’autrice del’articolo Nadia Toppino con gli chef siciliani Alfio Visalli e Massimo Mantarro, due dei testimonial di questa campagna

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

Articoli Simili
I più letti del mese
ROMA FILM FESTIVAL: JEROBOAM BOTTEGA GOLD IN OMAGGIO A FRANCO NERO
Il 12 dicembre il XXI Roma Film Festival dedicherà un omaggio speciale a Franco Nero. L’evento si terrà a Roma, presso il Teatro Blasetti del Centro Sperimentale di Cinematografia, alla presenza dei massimi rappresentant... Leggi di più
CINQUE RUM CHE VALE LA PENA CONOSCERE | MILANO RUM FESTIVAL
Abbiamo scritto del Milano Rum Festival qui. Siamo stati per voi a degustare alcune referenze e di quelle provate cinque riteniamo che siano vivamente consigliabili. Severin  dalla Guadalupa, tra i rum della casa abbiamo... Leggi di più
AGOSTO AI GIARDINI PAPRIKA E CANNELLA: DELIZIE MEDITERRANEE CON UN TOCCO DI SARDEGNA
Per la prima volta il celebre ristorante di zona porta Venezia, ritrovo modaiolo e della” Milano bene”, rimane aperto tutto agosto per soddisfare i palati più esigenti che rimangono in città.  Una gradita sorpresa per l... Leggi di più
ARTBOX, IL NUOVO MAGAZINE DEDICATO A MOSTRE ITALIANE E INTERNAZIONALI
È Parigi il filo conduttore della prima puntata di Artbox, il nuovo magazine dedicato a mostre italiane e internazionali, in onda mercoledì 11 gennaio su Sky Arte HD alle 20.45. Punto di partenza, l'avveniristica Fondat... Leggi di più
ALLA STATALE DI MILANO ESPOSTA UN’IMPONENTE OPERA DI JANNIS KOUNELLIS
E’ stata recentemente inaugurata all’Università degli Studi di Milano in Via Festa del Perdono 3 dal Rettore Prof. Gianluca Vago e dall’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, Senza titolo 2005, l&rsq... Leggi di più
MANI IN PASTA APRE IN VIALE MONZA
Di Mani in Pasta abbiamo scritto qui. Ora influencer e pubblico a partire dalle ore 20 affolleranno l’evento del 29 Maggio dalle ore 20,00 da Mani in Pasta nella nuova sede in viale Monza 258 a Milano, dove, tra ar... Leggi di più
LA DOC MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COMPIE 50 ANNI
Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo è molto attivo nel promuovere vini che, come il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo che, per quanto noti, non hanno ancora un riconoscimento ampio quanto ... Leggi di più
Alto Adige Pinot Nero Riserva Mazon Hofstatter
Ci sono vini che non passano inosservati, in quanto non sono solo eccellenti, ma hanno un proprio fascino, una spiccata personalità. Analogamente alla bellezza umana chese non è supportata da personalità è vuota, così co... Leggi di più
Hennessy 250 Collector Blend, un Cognac di 250 anni
La Maison Hennessy compie quest’anno  250 anni, un quarto di millennio percorso grazie alla capacità imprenditoriale delle generazioni che si sono succedute. Le due famigli legate al brand, Hennessy e Fillioux, hanno sap... Leggi di più
ETNA, LA VITA DI UN GRANDE VULCANO | WINE TASTING
Voglia d'Estate, di brezza marina, di vento tra i capelli? Ti aspettiamo venerdì 19 gennaio a Treviso, giusto per te un wine tasting sui vini dell'Etna, sapidità come salsedine sulla pelle, freschezza e massima eleganza ... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.